Data ultima modifica: 21 luglio 2015

Venerdì 24 luglio 2015
, alle ore 10.00 presso la sala consiliare, si terrà la conferenza stampa nella quale sarà annunciata la riapertura del Ce.Fi, l’Azienda sanitaria territoriale che erogava prestazioni fisioterapiche e riabilitative.

Dopo un anno e mezzo, infatti, a seguito di mobilitazioni e ai numerosi incontri in Regione, finalmente è stata trovata un’azienda, l’AIRRI Ciampino, che farà ripartire il centro, garantendo la continuità del servizio a centinaia di cittadini, del lavoro e delle collaborazioni, il pagamento degli stipendi e dei compensi mai erogati dal Ce.Fi.

L’Amministrazione comunale plaude al risultato raggiunto grazie all’impegno dei lavoratori, delle Camere del Lavoro Autonomo e Precario e della Regione Lazio, che ha consentito di scongiurare la chiusura di un’azienda importante per il territorio e di salvaguardare i 143 posti in convenzione, i tanti pazienti ed i bambini che non potevano e non possono fare a meno delle sue cure.

Intervengono:

Simone Lupi, Consigliere regionale
Marta Bonafoni, Consigliere regionale
Giovanni Terzulli, Sindaco di Ciampino
Francesco Raparelli, Sindacato CLAP – Camere del Lavoro Autonomo e Precario
Saturnino Salvagni, Staff del Vicepresidente Massimiliano Smeriglio
Amedeo Lambrilli, Presidente dell’Associazione AIRRI
Lavoratori e lavoratrici ex Ce.Fi.

***
Riportiamo di seguito il comunicato stampa a cura del CLAP (Camere del Lavoro Autonomo e Precario).

CIAMPINO: SALVO IL CENTRO DI RIABILITAZIONE? SALVI IL LAVORO E I DIRITTI
DOPO UN ANNO E MEZZO DI LOTTE SINDACALI E POLITICHE, VINCONO LE LAVORATRICI E I LAVORATORI, I PAZIENTI, I CITTADINI
 
É passato un anno e mezzo da quando ci siamo mobilitati contro la chiusura del Ce.Fi., centro di riabilitazione neuromotoria e logopedica di Ciampino. Una lotta ostinata, generosa e tenace, per salvare il centro con i suoi 143 posti in convenzione, i tanti pazienti, soprattutto bambini, che non potevano e non possono fare a meno delle sue cure. E per far rispettare i diritti di chi lavora, il diritto alla retribuzione per il lavoro svolto in primo luogo. Una lotta estenuante, fatta di avanzamenti e battute d’arresto, continui colpi di scena.
 
Dopo un anno e mezzo, e dopo tanta fatica, possiamo finalmente dire di avercela fatta. Una nuova azienda, AIRRI Ciampino, farà ripartire il centro, garantendo la continuità del servizio, del lavoro e delle collaborazioni, il pagamento degli stipendi e dei compensi mai erogati dal Ce.Fi.
 
Una vittoria straordinaria, fino all’ultimo insperata. Una vittoria ottenuta dalla nostra mobilitazione, capace di battere lo sconforto e la solitudine, la frammentazione e la competizione che spesso segnano il mondo del lavoro, soprattutto di fronte alle crisi aziendali. Una vittoria di chi, nell’amministrazione regionale e municipale, si è messo in gioco con determinazione per favorire una soluzione: e ci riferiamo in particolare ai consiglieri regionali Marta Bonafoni e Simone Lupi, al sindaco di Ciampino Giovanni Terzulli, a Saturnino Salvagni, dello staff del Vicegovernatore Massimiliano Smeriglio. Una vittoria resa possibile dall’associazione AIRRI, da decenni attiva nel campo della riabilitazione, che è stata capace di cogliere la gravità della situazione e di affrontarla con tempestività, rendendosi disponibile alla firma di un accordo sindacale che tutela i diritti di lavoratori e collaboratori.
 
Vogliamo raccontarvi questa vittoria dal vivo, nella conferenza stampa che si svolgerà presso il Municipio di Ciampino – Sala consiliare, via 4 Novembre – venerdì 24 luglio alle ore 10. In attesa che gli ultimi passaggi tecnici siano compiuti e che il centro possa ricominciare a prendersi cura dei tanti pazienti che sono in attesa.
 
E ringraziamo fin da ora tutti coloro (cittadini, pazienti, giornalisti, attivisti) che hanno sostenuto, in vario modo, la nostra battaglia in questo anno e mezzo.
 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Allegati