Data ultima modifica: 8 Marzo 2011

8 marzo 2011
Ciampino, 8 marzo 2011
In occasione della Giornata Internazionale della Donna, il Comune di Ciampino, Assessorato alle Pari Opportunità, esprime un sincero augurio a tutte le donne.

A più di 100 anni dal tragico evento che portò alla Giornata Internazionale, sentiamo ancora la necessità di continuare a ricordare in questo giorno il ruolo della donna e il contributo dato della stessa per lo sviluppo della società, ricordando come in molte parti del mondo la loro figura sia ancora succube di pregiudizi, discriminazione e violenza.

Nonostante la donna porti con sé la consapevolezza di avere un ruolo comunque importante nella società, vista la costante presenza nella famiglia e l'impegno che apporta a fatica nel mondo del lavoro, la realtà continua a dimostrare il contrario e le manifestazioni di questi giorni, che si vanno ad aggiungere a quelle del passato, ne sono una conferma.  

"Ogni anno questa Amministrazione ha organizzato ampi programmi di iniziative culturali per l'8 marzo insieme a numerose associazioni impegnate nel sociale affinché le donne si sentissero protagoniste sempre e non un solo giorno. Quest’anno invece – ha sostenuto l’Assessore alle Pari Opportunità, Cristina Nuzzo – per la prima volta non ci saranno manifestazioni per questa ricorrenza poiché i tagli alla cultura operati dal governo stanno mettendo in ginocchio l’intero  sistema culturale italiano e a cascata stanno obbligando le Regioni, le Provincie ed i comuni a scelte drastiche di ridimensionamento dei sostegni economici alle attività culturali ed alla completa abolizione dei contributi alle Associazioni che nel nostro territorio sono sempre state una risorsa strategica essenziale per la diffusione sia della cultura che dell’arte. Tuttavia – ha concluso l'Assessore Nuzzo – oggi in Italia esiste una questione femminile che va affrontata e denunciata poiché siamo in una fase della storia del paese in cui i nostri diritti acquisiti sono in serio pericolo".

Invitiamo le donne e tutti gli utenti di questo sito alla visione dell’atto unico “Libere” scritto da Cristina Comencini e messo in scena da Francesca Comencini. Trenta minuti di dialogo tra due attrici, Lunetta Savino e Isabella Ragonese, una donna in là con gli anni con una lunga esperienza nella riflessione femminile, e una giovane, inizialmente diffidente come tutti i giovani, dialogano ritrovandosi alla fine idealmente più vicine.

Link: http://www.ultrafragola.it/it/03266/2597%20/page.html

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Allegati