Data ultima modifica: 29 Gennaio 2018

Ciampino, 12 agosto 2011
"Dare dell’irresponsabile ad un Sindaco di una cittadina che subisce quotidianamente un traffico aereo abbondantemente sopra il limite consentito dalle normative italiane ed europee e che interviene per la sicurezza  e nell’interesse della popolazione residente sul territorio lascia meravigliati, aldilà della questione meramente tecnica – ha detto il vice sindaco di Ciampino, Mauro Testa – in quanto di qualsiasi natura sia stato il problema all’aeromobile, questo non può far rimanere un Comune in silenzio, considerando la vicinanza dell’aeroporto di Ciampino alle abitazioni e quando si presuppone che certe scelte vengono effettuate per convenienza".

"Rimanere in silenzio – continua il vice – significa avallare questo tipo di impostazione della compagnia aerea, la quale a dispetto della sicurezza dispone un atterraggio di emergenza non in un aeroporto più attrezzato per questo tipo di situazione, ma dove logisticamente ha la sua sede operativa".

"Spendere il proprio tempo a favore della propria cittadinanza – conclude il vice sindaco – è uno dei mandati che le persone danno a un sindaco che viene eletto, per cui la facilità con la quale si spendono parole per apostrofare un comportamento corretto di un amministratore, sono tali da far pensare che altrettanta superficialità venga utilizzata per affrontare la problematica che investe Ciampino, i quartieri di Roma e i comuni limitrofi, nell’uso fuori dalla normativa dell’aeroporto".

Link utili:
Vedi il comunicato del 5 agosto 2011, a seguito dell'atterraggio di emergenza di un aereo della compagnia irlandese all'Aeroporto Pastine di Ciampino.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]