Data ultima modifica: 30 Giugno 2020

Airbus taglierà 15 mila posti di lavoro entro l’estate del 2021. Lo rende noto il costruttore aeronautico europeo precisando che questa decisione è stata presa in seguito all’emergenza coronavirus che ha determinato il ridimensionamento del numero degli ordini di aerei.Il processo di consultazione con le parti sociali è iniziato per raggiungere un accordi “all’autunno del 2020”.  Negli ultimi mesi l’attività commerciale degli aeromobili commerciali è diminuita di quasi il 40%.  l traffico aereo, sottolinea Airbus, “non dovrebbe ritornare ai livelli pre-Covid prima del 2023 e forse non prima di fine 2025”. Nel dettaglio i tagli riguarderanno: 5.000 posti in Francia, 5.100 posti in Germania, 900 posti in Spagna, 1.700 posti in Regno Unito e 1.300 posti negli altri stabilimenti del gruppo. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]