Data ultima modifica: 28 Novembre 2020

”Bitti è isolata da questa mattina, il sindaco comunica con noi con un ponte radio della Protezione civile e ci conferma che purtroppo lì ci sono due vittime e un disperso”. Lo dice all’Adnkronos Antonio Pasquale Belloi, direttore generale della Protezione civile Sardegna. Allerta meteo oggi e domani, ecco dove Una vittima “potrebbe essere stato travolto dall’acqua mentre era alla guida del proprio mezzo”, si legge in un tweet dei vigili del fuoco. Il video del fiume di fango La seconda vittima, un novantenne, è deceduto nella sua casa invasa dal fango. Intanto proseguono le ricerche dell’anziana segnalata come dispersa. Secondo quanto si apprende poi sarebbe crollato un ponte tra Osidda e Bitti ma al momento non risultano persone coinvolte. Sono 150 gli interventi dei vigili del fuoco per il maltempo in Sardegna, si legge sul profilo twitter del corpo. ”In questo momento c’è un netto peggioramento della situazione atmosferica fino alle 18. Quindi stiamo monitorando non solo Bitti, che è stata la più colpita, ma anche i paesi che sono sugli alvei e a valle delle dighe”. Lo dice all’Adnkronos Antonio Pasquale Belloi, direttore generale della Protezione civile Sardegna.  Precauzionalmente sono stati evacuati i comuni di Galtellì, Orosei, Loculi e Onifai, nel nuorese. “Piove molto da diverse ore. Si raccomanda la massima prudenza evitando spostamenti non strettamente necessari e in modo particolare evitando di attraversare guadi e di transitare o sostare in aree dove sia alto il rischio di caduta massi, alberi o frane. Appena possibile faremo una verifica per valutare la situazione. Nel mentre attenzione e prudenza massima”. Lo scrive su Facebook, Giuseppe Ciccolini, sindaco di Bitti, il paese del nuorese colpito da un’alluvione nella quale un agricoltore è morto e una donna è dispersa. Il Presidente della Regione Christian Solinas ha presieduto nel pomeriggio un vertice nella sede della Protezione Civile Regionale che coordina le operazioni di soccorso alle popolazioni colpite dall’alluvione che si è abbattuta su vaste zone dell’Isola. Tutta la macchina dei soccorsi regionale, ha detto il Presidente, è mobilitata per fronteggiare l’emergenza, con centinaia di uomini in campo e decine di mezzi, che si affiancano a quelli dei vigili del fuoco. Il nostro primo pensiero, ha detto il Presidente Solinas, va alle persone che hanno perso la vita e che risultano ancora disperse a causa di un evento catastrofico, il più grave degli ultimi decenni, di potenza 3 volte superiore all’uragano che 7 anni fa provocò numerose vittime e ingenti danni. La Regione, prosegue il Presidente, è al fianco delle comunità colpite, in particolare quella di Bitti, e si adopererà con ogni mezzo per la ripresa delle normali attività. In serata, prosegue il Presidente, ho convocato una riunione straordinaria della Giunta Regionale per proclamare lo stato di calamità naturale. La Giunta presenterà in aula, lunedì, un emendamento all’assestamento di bilancio per destinare i primi fondi a sostegno delle attività danneggiate, per le quali saranno avviati gli accertamenti. Solinas, a nome dei Sardi, ha ringraziato i numerosi rappresentanti delle istituzioni che in queste ore hanno manifestato la loro solidarietà e vicinanza alla Sardegna. La prefettura di Sassari “raccomanda fortemente a tutta la popolazione della Gallura, parte interna e costiera, di non lasciare le abitazioni e di spostarsi ai piani alti in quanto da informazioni ricevute direttamente dalla protezione civile nazionale si prevede un forte peggioramento della situazione meteorologica, con intensissime piogge e condizioni marine particolarmente avverse che potrebbero dar luogo a mareggiate anche di particolare intensità e rischio di onde anomale con impatto sul territorio”. Il sindaco di Nuoro Andrea Soddu come massima autorità di Protezione Civile della città, vista la situazione meteorologica che sta condizionando pesantemente la viabilità delle strade 129 (altezza Manasuddas) e 131 d.c.n. direzione Olbia, invita i cittadini alla massima prudenza e a non mettersi in viaggio nei tratti stradali sopraindicati. “Chiedo ai cittadini buonsenso e attenzione – scrive su Facebook il sindaco – la Protezione Civile regionale ci ha comunicato da ieri l’allerta rossa per rischio idrogeologico, segnalandoci che le piogge nel nostro territorio sarebbero state particolarmente ingenti. Stamattina ci è stata comunicata la chiusura di un tratto della 129 mentre sulla 131 d.c.n all’altezza di Marreri la situazione è preoccupante a causa della pioggia e della visibilità ridotta. Il comune, la Polizia Locale, la Protezione Civile, Anas, le Forze dell’Ordine e i Vigili del Fuoco sono costantemente al lavoro per arginare le situazioni di emergenza, nel frattempo si invitano i cittadini alla massima prudenza e a evitare di mettersi in viaggio fino a quando lo stato di allerta non sarà rientrato”.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]