Data ultima modifica: 14 Gennaio 2021

“Una crisi al buio, con scenari ed esiti incerti”. Per questo “niente è da escludere”, comprese le elezioni. Lo dice il ministro per le Politiche europee, Enzo Amendola, ai microfoni di Radio 24 Il Sole 24 ore, commentando gli ultimi sviluppi della crisi del governo Conte bis, dopo l’addio annunciato ieri delle ministre Iv. “La situazione è sotto gli occhi di tutti e devo dire che comprendo il loro sconforto degli ascoltatori, che provano non dico rabbia ma disappunto rispetto a una situazione che è abbastanza surreale, folle, inspiegabile”, il commento del ministro per la Pa Fabiana Dadone che ha risposto anche ai messaggi degli ascoltatori sulla crisi di governo a ‘Radio Anch’io’ su Rai Radio 1. “In un momento come questo nel quale cominciamo a vedere l’uscita da una situazione molto, molto complicata, che si apra una crisi di questo genere non ha motivazioni reali e oggettive tali da giustificare una crisi”.
 “Cari ministri, purtroppo questa sera Italia Viva si è assunta la grave responsabilità di aprire una crisi di governo. Sono sinceramente rammaricato, e credo di potere interpretare anche i vostri pensieri, per il notevole danno che si sta producendo per il nostro Paese per una crisi di governo nel pieno di una pandemia e di una prova durissima che il Paese sta attraversando. Se un partito fa dimettere le sue ministre, questo non può essere considerato un fatto estemporaneo, non si può sminuire la gravità di questa decisione”. Così ieri, a quanto si apprende, il premier Giuseppe Conte aprendo il Consiglio dei ministri, a Palazzo Chigi, si è espresso sulle dimissioni delle ministre di Italia Viva.
 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]