Data ultima modifica: 11 Settembre 2019

Tra oggi, mercoledì 11 settembre e domani, giovedì 12, riprenderanno le lezioni negli istituti scolastici del territorio del Comune di Ciampino. Il primo cittadino Daniela Ballico: «A scuola si disegna il futuro dei giovani cittadini della Repubblica Italiana»

Oggi si dà il via al nuovo anno scolastico, nelle scuole del territorio del Comune di Ciampino. Per l’occasione, il Sindaco Daniela Ballico rivolge il suo saluto e quello di tutta la Giunta comunale ai ragazzi e alle loro famiglie, ai dirigenti, agli insegnanti e al personale degli istituti.

Di seguito l’intervento integrale del Sindaco Ballico:

“Ogni anno a settembre si ricomincia, è un momento importante, una svolta nel ritmo della vita di ognuno di noi che diventa occasione di riflessione sul nostro presente e futuro e su quello della società, di cui la scuola è la struttura portante.

Quando si parla di scuola si parla del compito prezioso, delicato e fondamentale che è quello di educare e formare, accanto ed insieme alle famiglie, la nuova generazione di giovani cittadini della Repubblica Italiana. A scuola si disegna il futuro!

Cari ragazzi, è vero: “il futuro vi appartiene”, ma il futuro inizia in ogni istante e lo costruite voi giorno per giorno, con impegno, costanza e fatica. Solo così sarete cittadini consapevoli e critici, liberi di pensare e capaci di affrontare le sfide della vita. Nella scuola si cresce non solo dal punto di vista didattico, ma anche relazionale: si sviluppano affetti, solidarietà, conoscenza reciproca, si sperimenta la vita sociale e il senso civico. Sul senso civico vorrei soffermarmi chiedendo a voi, ragazzi di tutte le età, quanto sconforto, dispiacere, senso di rabbia e ribellione provereste se qualcuno venisse a casa vostra a distruggere il vostro letto, la vostra tavola, i vostri giochi ecc… Quella distruzione rappresenterebbe un reato, una ferita, una violazione alla vostra vita. Anche chi danneggia la scuola, chi compie atti di vandalismo nelle aule, chi rompe o sottrae strumenti didattici, commette un reato e provoca una grave ferita a TUTTI VOI studenti e all’intera comunità.

Ci sono altre tematiche delicate, oltre al senso civico, che meriterebbero tutte di essere trattate e approfondite ma questo non è lo spazio giusto e ve ne cito solo alcune perché rimangano all’evidenza di tutti: l’abbandono scolastico e l’integrazione, la sicurezza delle scuole, le barriere architettoniche, il bullismo, il cyber bullismo, la violenza di genere.

Da parte sua questa Amministrazione, nonostante abbia ereditato un bilancio con un pesante debito finanziario e il periodo di scarse risorse per gli enti locali, ritiene che il mondo della scuola debba avere una particolare attenzione e pertanto continuerà a sostenere iniziative comuni di crescita sana dei nostri ragazzi e per la messa in sicurezza degli edifici scolastici.

Oggi, purtroppo, non è solamente un giorno di festa, ma anche la ricorrenza di una delle pagine più buie della storia. Diciotto anni fa, l’11 settembre 2001, veniva inflitta una ferita al mondo intero che ancora oggi facciamo fatica a rimarginare. Anche se molti di voi non erano ancora nati, quelle immagini le avrete sicuramente viste, avrete letto racconti di quel giorno terribile nel quale persero la vita 3000 persone negli attacchi terroristici alle Torri Gemelle di New York. A voi, studenti di oggi, affidiamo il compito di immaginare e costruire il mondo di domani, un mondo che possa non vedere mai altre tragedie di tale portata.

Cari ragazzi nel dichiarare aperto l’anno scolastico 2019/2020 vi rivolgo il mio più caro augurio affinché questo anno possa essere un importante momento di crescita per la vostra vita: siete il futuro della nostra Ciampino e della nostra Nazione.

A voi insegnanti un sentito grazie perché apprezziamo e riconosciamo l’importanza della vostra delicata professione. Oggi di fronte alla crisi educativa che si fa sentire è ancor più importante il vostro impegno nel cercare modalità interdisciplinari che facilitino collaborazioni tra docenti e alunni.

Un saluto a tutto il personale non docente a cui rivolgiamo un vero ringraziamento per la loro attività di supporto e collaborazione indispensabile per il buon funzionamento di tutta la scuola.

Ai piccoli infine che per la prima volta vanno a scuola sicuramente emozionati, auguro che nei loro occhi rimanga sempre la curiosità, l’innocenza, la purezza e la speranza sul mondo che li attende.

A voi tutti indistintamente giunga l’augurio di buon lavoro e buono studio”.

 

 

 

[Voti: 2    Media Voto: 3/5]

Allegati