Data ultima modifica: 13 Marzo 2022

(Adnkronos) – Il fondatore di Wikileaks, Julian Assange potrà sposare in carcere la fidanzata Stella Morris il prossimo 23 marzo. Le nozze si svolgeranno nel carcere britannico di massima sicurezza di Belmarsh, dove Assange è in attesa di una decisione definitiva sulla richiesta di estradizione da parte degli Stati Uniti. Morris ha raccontato alla Press Association che alla cerimonia potranno partecipare solo due testimoni e quattro invitati, a cui si aggiungeranno due guardie.  La stilista Vivienne Westwood sta realizzando gli abiti degli sposi. Assange indosserà un kilt, dato che i suoi genitori sono di origine scozzese. La coppia, che ha già due figli, sta ancora aspettando di sapere se potrà venire un fotografo. La cerimonia si svolgerà durante l’orario delle visite e gli ospiti dovranno andarsene appena sarà terminata. “Siamo molto felici -ha detto Morris – anche se vi sono molte restrizioni. Vi sono continue interferenze ingiustificate ai nostri progetti. Avere un fotografo per un’ora non è una richiesta irragionevole”.  Arrestato quasi tre anni fa, dopo l’uscita dall’ambasciata dell’Ecuador a Londra che gli aveva offerto asilo, il 50enne Assange si sta opponendo all’estradizione negli Stati Uniti, che vogliono processarlo per la diffusione su Wikileaks di centinaia di migliaia di documenti riservati sulla guerra in Iraq e Afghanistan.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]