Data ultima modifica: 29 gennaio 2018
PRODUZIONE DI BENI E VENDITA DEI BENI PRODOTTI PRESTAZIONE DI SERVIZI ( L. 443/1985 e s. m. e i.) ESERCITATE IN LOCALI  LABORATORI PER LE ATTIVITA’ DI ACCONCIATORE, ESTETISTA,  PANIFICI E TINTO-LAVANDERIA VEDI LE SCHEDE SPECIFICHE:

PRESENTAZIONE TELEMATICA SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA’
Con l’attivazione dello sportello unico delle attivita’ produttive (SUAP CAMERALE) tutte le pratiche inerenti l’esercizio di attività produttive (avvio, cessazione, variazioni, ecc.) devono essere presentate tramite il portale nazionale www.impresainungiorno.gov.it secondo le modalità ed indicate nel portale stesso.
PERCORSO: www.impresainungiorno.gov.it  – in alto a sinistra “in 3 click invio telematico al SUAP”  –  selezionare Regione, Provincia e Comune  – “invio  pratiche”  –  Autenticazione (è necessario essere in possesso di una CNS -carta nazionale dei servizi- o di altra chiave d’accesso idonea )  – SELEZIONARE: “Industria e artigianato” SELEZIONARE SETTORE ATTIVITA’ (es. “altre attività produttive” ecc.) – “Avvio, gestione ecc” – selezionare la procedura interessata (es. avvio, ecc )  –  Proseguire selezionando eventuali “interventi facoltativi” (presentazione contestuale della SCIA per la prevenzione incendi o la notifica alla ASL per la registrazione delle imprese alimentari)  –  selezionare eventuali allegati facoltativi – COMPILAZIONE DOMANDA TELEMATICA seguendo attentamente le istruzioni riportate.
 
DOCUMENTAZIONE NUOVA APERTURA   –   AMPLIAMENTO   –   TRASFERIMENTO 
Oltre a quanto richiesto nel portale, alla S.C.I.A. di apertura, ampliamento o trasferimento dovranno essere allegate (sempre con modalità telematica ed in formato pdf) le seguenti dichiarazioni e/o documentazione.
1)  copia documento identità;
2)  procura all’intermediario che presenta la segnalazione;
3)  permesso di soggiorno per i cittadini extracomunitari.
4)  asseverazione di un tecnico abilitato iscritto all’Albo relativa alla sussistenza dei requisiti urbanistici, edilizi, di destinazione d’uso e di agibilità igienico sanitaria del locale;
5)  asseverazione di un tecnico abilitato iscritto all’Albo o dichiarazione relativa al rispetto delle norme sull’impatto acustico dell’attività (vedi modulo);
6)  segnalazione certificata inizio attività ai sensi della normativa sulla prevenzione incendi (se prevista per la tipologia di attività).
7) registrazione delle imprese del settore alimentare(vedi)  ai sensi della vigente normativa in materia.
 
CESSAZIONE ATTIVITA’ 
Oltre a quanto richiesto nel portale, dovranno essere allegate (sempre con modalità telematica) le seguenti dichiarazioni e/o documentazione.
1) copia documento di identità;
2) procura all’intermediario che presenta la segnalazione;
3) registrazione delle imprese del settore alimentare(vedi)  ai sensi della vigente normativa in materia;
 
SETTORE ALIMENTARE
Ogni operatore del settore alimentare (OSA), persona fisica o giuridica, che  intende avviare o variare  l’impresa, prima dell’inizio dell’attività, in applicazione all’art.6 del regolamento CE n. 852/2004 e in conformità alla D.G.R.L. n. 3 del 14/01/2011, deve notificare al Dipartimento di Prevenzione della ASL in cui ha sede l’attività, la variazione di titolarità o di tipologia, la cessazione di ogni attività soggetta a registrazione.
Come procedere ad effettuare la notifica:
La denuncia di inizio o variazione o cessazione dell’attività deve essere effettuata mediante appositi modelli, scaricabili dal sito aziendale ASL RMH (Dipartimenti Sanitari> Dipartimento di prevenzione > Servizio Igiene Alimentari e Nutrizione > Modulistica) e deve essere allegata alla SCIA telematica, trasmessa allo Sportello Unico del Comune di Ciampino  tramite il portale www.impresainugiorno.gov.it. La notifica è accettabile solo se riporta tutte le informazioni richieste e il pagamento della tariffa pari a € 50,00, effettuata tramite bonifico bancario secondo le coordinate indicate nel  suddetto sito aziendale della ASL, la planimetria dei locali in scala 1:100, copia documento identità.
La mancanza dei suddetti dati comporterà l’inaccettabilità della notifica e l’immediata comunicazione al mittente con l’indicazione di presentare una nuova notifica corretta e completa ovvero l’integrazione della medesima.
Se la regolarizzazione non avviene entro trenta giorni dal ricevimento della richiesta, la notifica si intende non registrabile
 
REQUISITI PROFESSIONALI  
E’ richiesto il requisito professionale per tutti i partecipanti al lavoro per le seguenti attività: ottico  –  odontotecnico  –  ricostruzione unghie.
E’ richiesto il requisito professionale  per almeno un socio per le seguenti attività: impiantisti  .  autoriparatori  –  imprese di pulizia
Per i titolari delle imprese di facchinaggio sono solo richiesti i requisiti di onorabilità
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
L. n. 443 del 08/08/1985 e s. m. e i.  “Legge quadro sull’artigianato”
D.Lgs 59 del 26/03/2010 e successive modifiche ed integrazioni
L. 241 del 07/08/1990 e successive modifiche ed integrazioni
D.P.R. n. 160 del 07/09/2010
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]