Data ultima modifica: 20 Novembre 2021

La partecipazione di Novak Djokovic agli Australian Open di gennaio è in dubbio dopo che è stato confermato che tutti i giocatori devono essere vaccinati per poter competere nel torneo. Djokovic, nove volte vincitore a Melbourne, ha ripetutamente rifiutato di rivelare il suo ‘stato di vaccinazione’ anti-covid. Il direttore del torneo Craig Tiley ha dichiarato al lancio ufficiale del torneo: “Tutti sul posto – i fan, lo staff e i giocatori – dovranno essere vaccinati per partecipare agli Australian Open di quest’anno. Ci sono state molte speculazioni sulla posizione di Novak. Ha notato e detto pubblicamente che si tratta di una questione privata. Ci piacerebbe vedere Novak qui ma sa che deve essere vaccinato per poter giocare”. Djokovic sta inseguendo il suo 21° titolo del Grande Slam ma sembra irremovibile sul fatto che non si piegherà alle richieste di Melbourne. Parlando questa settimana alle Atp Finals di fine stagione a Torino, Djokovic ha insistito: “Dovresti avere la libertà di scegliere, di decidere cosa vuoi fare. In questo caso particolare, cosa vuoi mettere nel tuo corpo”. Djokovic ha suscitato rabbia l’anno scorso quando ha scritto una lettera durante la preparazione del torneo suggerendo che le rigide regole di quarantena di 14 giorni per i migliori giocatori dovrebbero essere allentate. Nel 2020, il suo evento di beneficenza a Belgrado si è concluso con un fiasco con alcuni dei migliori giocatori, tra cui Djokovic, che sono risultati positivi a seguito di un torneo che sembrava ignorare il distanziamento sociale. Tiley ha detto che gli è stato assicurato che le principali giocatrici Serena Williams e Naomi Osaka giocheranno a Melbourne. Tiley ha aggiunto: “Sono stato al telefono con Serena nelle ultime 48 ore e si sta preparando per essere qui a gennaio”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]