Data ultima modifica: 9 Luglio 2019

IL SINDACO
Premesso
che il sindaco è l’Autorità sanitaria territorialmente competente alla salvaguardia e alla tutela della salute e dell’igiene pubblica;
Vista

la comunicazione pervenuta da ACEA ATO2 S.p.A., gestore della rete idrica comunale, con prot. n. 27037 del 24.06.2019, con cui in linea con quanto normalmente attivato in prossimità del periodo estivo, chiede la collaborazione di questo Comune ad adottare apposita Ordinanza volta a limitare l’utilizzo dell’acqua potabile proveniente dal pubblico acquedotto ai soli usi potabili ed igienico -sanitari;
Ritenuto
pertanto, necessario contrastare ogni possibile spreco rispetto alle prioritarie esigenze d’igiene, d’uso e servizio domestico al fine di evitare disservizi che comprometterebbero l’approvvigionamento idrico nel territorio comunale e di limitare i disagi ai cittadini nel periodo estivo;
Ravvisata
la necessità di dover adottare provvedimenti per regolamentare l’uso dell’acqua potabile tramite limitazione del suo utilizzo sull’intera rete idrica comunale, predisponendo un efficace sistema di controllo del loro rispetto, prevenendo e sanzionando comportamenti che violino il divieto assoluto di uso improprio della risorsa idropotabile, al fine di garantire una soddisfacente erogazione a tutte le utenze presenti sul territorio per gli usi igienico-sanitari e domestici;
Considerato
il carattere di contingibilità e urgenza ad adottare il provvedimento per preservare la maggior quantità di riserva disponibile all’uso umano e alimentare e di ridurre conseguentemente i prelievi di acqua potabile dall’acquedotto pubblico per scopi diversi da quelli primari;
Visti
l’art 50 e 7bis del decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267;
Visto
lo Statuto Comunale vigente;
Visto
il regolamento comunale di Polizia Urbana;
Visto
il regolamento comunale di Igiene e Sanità;
Visto
il T.U.E.L. approvato con D. Lgs. n° 267 del 18.08.2000.

A tutela e salvaguardia dell’igiene pubblica e privata, ai sensi dell’art. 50 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267,
ORDINA
in via cautelativa, a tutta la cittadinanza e su tutto il territorio comunale, con decorrenza immediata e fino al 30.09.2019, l’utilizzo esclusivo dell’acqua proveniente dal pubblico acquedotto per gli usi igienico-sanitari e domestici, vietando ogni altro uso diverso tra i quali, a titolo esemplificativo:
1. per irrigazione o simili di orti, giardini e prati;
2. per riempimento di ogni tipo di piscina mobile o da giardino;
3. per lavaggio di automobili/cicli/motocicli;
4. per qualunque uso ludico o che non sia quello del servizio personale

DISPONE

che della presente Ordinanza ne venga data immediata ed adeguata diffusione ai cittadini residenti nel territorio comunale mediante affissione all’Albo Pretorio on-line, pubblicazione sul sito web istituzionale del Comune e affissione in spazi pubblici del relativo avviso;
che in caso di non ottemperanza a quanto sopra si proceda all’applicazione della sanzione amministrativa da € 25,00 a € 500,00 prevista dall’art. 7 bis, comma 1 del D.Lgs 18/08/2000 n.267;
che la Polizia Municipale verifichi il rispetto della presente ordinanza.
Ai sensi dell’art. 3, 4° Comma della legge 7.8.90 n° 241 con s.m.e i. avverte che contro la presente ordinanza è ammesso ricorso al T.A.R. nel termine di 60 giorni dalla notifica, oppure, in via alternativa, ricorso al Presidente della Repubblica nel termine di 120 giorni dalla notifica.

Si allega l’ordinanza.

ordinanza 1 09-07-2019

[Voti: 8    Media Voto: 3.4/5]

Allegati