Data ultima modifica: 25 giugno 2018

Si avvisa la cittadinanza che, con Ord. n. 81 del 19/06/2018, a tutela e salvaguardia dell’igiene pubblica e privata, ai sensi dell’art. 107 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267, il Dirigente dell’Ufficio Ambiente,

  • Vista la comunicazione pervenuta da ACEA ATO2 S.p.A., gestore della rete idrica comunale, con cui, la stessa Società invita questo Comune ad adottare apposita Ordinanza volta a limitare l’utilizzo dell’acqua potabile proveniente dal pubblico acquedotto ai soli usi potabili ed igienico – sanitari;
  • Ravvisata pertanto la necessità di dover adottare provvedimenti per regolamentare l’uso dell’acqua potabile a mezzo di limitazione del suo utilizzo sull’intera rete idrica comunale, al fine di garantire una soddisfacente erogazione a tutte le utenze presenti sul territorio per gli usi igienico-sanitari e domestici;
  • Visti l’art. 107 del decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267;
  • Visto lo Statuto Comunale vigente;
  • Visto il regolamento comunale di Polizia Urbana;
  • Visto il regolamento comunale di Igiene e Sanità;

Ordina a tutta la cittadinanza e su tutto il territorio comunale, con decorrenza immediata e fino a nuova disposizione in merito, l’utilizzo esclusivo dell’acqua proveniente dal pubblico acquedotto per gli usi igienico-sanitari e domestici, vietando ogni altro uso diverso tra i quali, a titolo esemplificativo: innaffiamento giardini, orti, prati e riempimento piscine.

Dispone che della presente Ordinanza ne venga data immediata ed adeguata diffusione ai cittadini residenti nel territorio comunale mediante affissione all’Albo Pretorio on-line, pubblicazione sul sito web istituzionale del Comune e affissione in spazi pubblici del relativo avviso; che la Polizia Municipale verifichi il rispetto della presente ordinanza. Ai sensi dell’art. 3, 4° Comma della legge 7.8.90 n° 241 con s.m.e i. avverte che contro la presente ordinanza è ammesso ricorso al T.A.R. nel termine di 60 giorni dalla notifica, oppure, in via alternativa, ricorso al Presidente della Repubblica nel termine di 120 giorni dalla notifica.

Si allega l’ordinanza.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Allegati