Data ultima modifica: 10 Marzo 2020

Si pubblica il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020 con misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus.

Si invita tutta la cittadinanza ad attenersi alle disposizioni contenute all’interno del Decreto, prestando particolare attenzione alle maggiori restrizioni rispetto al precedente DPCM datato 4 marzo.

Le nuove misure, nello specifico, comprendono misure più restrittive per quanto riguarda le attività commerciali. Il decreto del Governo, infatti, dispone la chiusura di pub, scuole da ballo, sale giochi, sale scommesse, sale bingo, discoteche e locali assimilati, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. Sono sospesi gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura compresi quelli teatrali e cinematografici, sia in luoghi pubblici sia privati. Dovranno chiudere anche i musei, le biblioteche e gli archivi, le aree e i parchi archeologici, i complessi monumentali, i beni culturali e paesaggistici. 

Ristoranti e bar potranno restare aperti, ma il gestore dovrà assicurarsi che sia rispettata la distanza di sicurezza di almeno un metro tra una persona e l’altra con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. Gli altri esercizi commerciali e negozi devono far entrare le persone poco per volta per evitare affollamenti e, comunque, preoccuparsi di mantenere la distanza di sicurezza tra i clienti.

Anche i luoghi di culto rimarranno aperti, nel rispetto delle misure di sicurezza per evitare assembramenti, ma sono sospese le funzioni civili e religiose, ivi comprese quelle funebri. Infine, le persone sottoposte a quarantena e/o positive al virus non possono, in alcun caso, lasciare la propria abitazione”.

Il PDF integrale del Decreto può essere scaricato CLICCANDO QUI – DPCM_20200308

[Voti: 13    Media Voto: 2.4/5]

Allegati