Data ultima modifica: 28 Maggio 2021

La cofondatrice di Black Lives Matter, Patrisse Cullors, lascia la fondazione dopo quasi sei anni. La 37enne ha annunciato il passo indietro dalla Black Lives Matter Global Network per dedicarsi – riporta la Bbc – al suo secondo libro, ‘An Abolitionist’s Handbook’ in uscita entro l’anno, e a progetti in tv con Warner Bros. “Con le persone intelligenti, con esperienza e impegnate che supportano l’organizzazione in questa transizione so che la fondazione Black Lives Matter Global Network è in buone mani – ha fatto sapere in una dichiarazione – L’agenda della fondazione resta la stessa: sradicare la supremazia bianca e costruire istituzioni incentrate sul valore della vita”. La decisione, maturata da tempo, non ha a che fare – ha sostenuto – con quelli che considera ‘tentativi della destra di screditarla’ dopo le critiche sul suo stile di vita e dopo che è finito nel mirino il suo patrimonio. Il mese scorso il New York Post scriveva che Cullors – accusata di usare le risorse della fondazione per arricchirsi – ha acquistato una quarta casa da 1,4 milioni di dollari vicino a Malibu. Ad aprile la fondazione aveva confermato che Cullors ha ricevuto tra il 2013 e il 2019 120.000 dollari per il suo lavoro. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]