Data ultima modifica: 19 Novembre 2021

“Chiudere in casa i vaccinati per colpa di chi senza motivo razionale non si è vaccinato” contro Covid “è come proibire la circolazione a tutti perché qualche irresponsabile guida ubriaco. Immensamente ingiusto e intollerabile”. E’ il pensiero del virologo Roberto Burioni, docente dell’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, che commenta via Twitter quanto sta accadendo in diversi Paesi europei, come l’Austria che ha ampliato le misure di lockdown a tutta la popolazione.  L’esperto riflette anche sul lockdown dei non vaccinati, tema caldo su cui ci si interroga in un’Europa alle prese con l’impennata dei contagi da Sars-CoV-2. E pone un quesito: “Domanda per giuristi: un lockdown limitato ai non vaccinati (che non hanno infranto alcuna legge) sarebbe costituzionale?”, chiede in un altro tweet. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]