Data ultima modifica: 25 Agosto 2020

“Siamo in un fase delicata: persistono elementi di incertezza ma i segnali positivi ci sono e sono chiari. E’ il momento di puntare su una grande progettualità con una prospettiva di lungo termine per rendere stabile e duratura la ripresa e ridurre l’incertezza”. Ad affermarlo, in un’intervista all’Adnkronos, è il presidente di Saipem, Francesco Caio commentando la situazione economica attuale. Il Covid, rileva Caio, “ha disseminato dolore e lutti , ma ci dà un’opportunità unica di ricostruire il mondo in modo più equo e sostenibile. La guardia va tenuta alta ma con un orizzonte di sviluppo concreto, chiaro e credibile sarà più facile gestire i mesi che ci separano dal vaccino”. “La ricostruzione del paese deve necessariamente passare dai grandi progetti per il bene comune, la green economy in primis. Questo è il momento per darci come società degli obiettivi lungimiranti, sul climate change e sulla transizione energetica, nonché sulla digitalizzazione del Paese”, prosegue. Saipem, aggiunge, “punta già da tempo sulla transizione energetica, dal gas alle rinnovabili con particolare attenzione all’eolico offshore: siamo un fornitore di soluzioni tecnologicamente avanzate per assicurare la sostenibilità degli impianti e dei processi dei nostri clienti. E’ nel nostro Dna intercettare in anticipo i cambiamenti proprio per riuscire a fornire loro soluzioni all’avanguardia”. “Scelte chiare e nette sui grandi progetti creano le condizioni per un lavoro spedito, efficace, trasparente. La ricostruzione del ponte di Genova lo dimostra. E vale per i ponti come per le grandi riforme per il rilancio del Paese. L’annuncio del Governo per una riforma fiscale va in questa direzione”, osserva, suggerendo “la strada della semplificazione o meglio della semplicità, che richiede però coraggio e senso di responsabilità”.   

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]