Data ultima modifica: 16 Novembre 2020

Eugenio Gaudio commissario ad acta per la Calabria. La nota del Consiglio dei ministri ufficializza l’indicazione del governo, ma non fa menzione di Gino Strada, che andrà ad occuparsi dell’emergenza Covid in Calabria. “Il Consiglio dei ministri – si legge nella nota – su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri, di concerto con il ministro della Salute Roberto Speranza, ai sensi dell’articolo 4, comma 2, del decreto-legge 1° ottobre 2007, n. 159, ha deliberato la nomina del prof. Eugenio Gaudio a Commissario ad acta per l’attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del servizio sanitario della Regione Calabria. Il Consiglio dei ministri ha ringraziato il dottor Giuseppe Zuccatelli, esprimendo apprezzamento per il senso istituzionale dimostrato”.  Il presidente del Consiglio ha sentito, inoltre, oggi il fondatore di Emergency, per chiedergli la disponibilità a scendere in campo, in squadra col neo commissario, Eugenio Gaudio, nominato oggi dal Cdm. A quanto apprende l’Adnkronos, il premier Giuseppe Conte avrebbe raccomandato a Gino Strada, ‘arruolato’ dal governo nella Regione, di costruire ospedali da campo, soprattutto lì dove l’emergenza Covid morde di più, ad esempio Catanzaro e Reggio Calabria, dove il Sistema sanitario regionale è maggiormente in affanno. “Gino Strada ha confermato la disponibilità a far parte della squadra, anche con una delega speciale, che in Calabria sta fronteggiando le criticità dell’attuale emergenza sanitaria. Due nomi autorevoli che possono aiutare la sanità calabrese a ripartire” si apprende da fonti di Palazzo Chigi. Neo commissario Gaudio indagato: Procura valuta archiviazione Zuccatelli: “Dimissioni su richiesta, gioco più grande di me”  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]