Data ultima modifica: 26 luglio 2011

Campo Nomadi

Ciampino, 26 luglio 2011
Ancora una volta, l'Amministrazione comunale è costretta a sottolineare l'inspiegabile silenzio da parte dell'Amministrazione capitolina.

Lo scorso 28 giugno, il Sindaco di Ciampino, Simone Lupi, ha inviato una lettera all'Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Roma, Sveva Belviso, ora Vice Sindaco, chiedendoLe spiegazioni in merito ai lavori di bonifica e di ampliamento de la “La Barbuta”. Ad oggi, non è ancora pervenuta alcuna risposta. Sono anni, invece, che si viene messi al corrente delle volontà della Giunta capitolina da puntuali comunicati diffusi a mezzo stampa.

L'Amministrazione comunale non può far altro che condannare un atteggiamento di questo tipo, che mina negativamente quei rapporti istituzionali che dovrebbero essere trasparenti e al di sopra delle parti, anche e soprattutto per rispetto dei cittadini. Neanche la sentenza del Consiglio di Stato del Lazio, che ha imposto al Ministro degli Interni di fornire la documentazione relativa ai lavori di raddoppio del campo – finora sempre negata – è bastata a cambiare la realtà. Questo obbligo infatti non è stato ancora assolto e quindi ci ritroviamo nella posizione di non conoscere gli interventi.

Siamo a ribadire ancora una volta le forti perplessità circa l'ampliamento del Campo Nomadi La Barbuta – ha dichiarato il Sindaco di Ciampino, Simone Lupi – Non ritengo istituzionalmente corretto  venire a conoscenza delle misure adottate dalla Capitale soltanto attraverso la stampa, ancor più perchè è stata da noi avanzata un precisa richiesta scritta e formale per avere delle risposte sulla situazione del Campo Nomadi. Sono risposte a domande legittime, non solo dell'Amministrazione o di un Primo cittadino, ma di tutta la cittadinanza che ha il diritto di sapere. Non è possibile apprendere soltanto dalle testate che nell'area de la Barbuta sono state rimosse quattromila tonnellate di rifiuti, tra cui molto amianto. Tanti i roghi che sono stati accesi fino ad oggi, con nubi di fumo nere, che abbiamo più volte denunciato, sia per l'incolumità fisica delle persone che per la pericolosità dei materiali incendiati. Crediamo dunque di dover conoscere nel dettaglio tutte le procedure amministrative avviate per la bonifica, perchè è diritto dei cittadini residenti capire cosa accadrà loro. Condanniamo fermamente la politica di Roma Capitale, che continua a non tener conto delle nostre istanze e dei diritti dei cittadini di Ciampino. Il Campo è confinante con il nostro territorio, che vive quotidianamente i disagi di una realtà degradata, con forti ripercussioni sulla salute dei nostri cittadini e dei Rom stessi, a causa di un sito che – ha concluso il Sindaco Lupi – per i vincoli sempre esposti, non ha permesso e non permetterà lo sviluppo di alcun insediamento civile”.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Allegati