Data ultima modifica: 9 Settembre 2020

Un nuovo togato lascia il Consiglio superiore della magistratura: Marco Mancinetti, di Unicost, è il sesto consigliere dimissionario per effetto della bufera che ha travolto il Csm in relazione al caso Palamara. Questa mattina ha annunciato di avere rassegnato le sue dimissioni dopo che gli è stato notificato l’avvio dell’azione disciplinare da parte della Procura generale della Corte di Cassazione, per alcune sue conversazioni in chat con Palamara. Ha spiegato di averlo fatto “per senso istituzionale e per evidenti ragioni di opportunità”, “nella convinzione di poter offrire ogni chiarimento nella sede competente”. Prima di lui si erano dimessi lo scorso anno Gialnuigi Morlini, Antonio Lepre, Corrado Cartoni, Luigi Spina, Paolo Criscuoli. Tutti, insieme con Luca Palamara, sono sotto processo disciplinare al Csm per l’incontro avvenuto in un albergo romano con i politici Luca Lotti e Cosimo Ferri per discutere di nomine alla guida delle principali procure italiane, innanzitutto quella di Roma. Il processo riprende con una nuova udienza il prossimo 15 settembre.       

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]