Data ultima modifica: 2 ottobre 2013
COLLAUDO (art. 22 L.R. n. 8/2001)
Per gli impianti di distribuzione carburanti installati lungo la viabilità ordinaria, il collaudo deve essere effettuato nei casi di autorizzazione di nuovi impianti e di potenziamento di impianti già autorizzati
La domanda di collaudo deve essere inoltrata al SUAP del Comune tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo: commercio@pec.comune.ciampino.roma.it.
La domanda deve essere redatta secondo lo schema di cui al “modello domanda collaudo” (vedi allegato).
 
DOCUMENTAZIONE
Alla domanda va allegata la seguente documentazione:
– copia documento identità; 
– attestazione pagamento spese commissione collaudo pari ad € 113,00 sul c/c postale n. 21268008 intestato al Comune di Ciampino – Servizio tesoreria.
Per il buon esito del collaudo è necessario che il richiedente, sia in possesso della documentazione specifica inerente i lavori realizzati richiesta dall’ufficio.
NOTE
Il collaudo è effettuato mediante un’apposita commissione, costituita dal Dirigente del Servizio Attività Produttive, che svolge funzioni di presidente, dal Dirigente Tecnico Comunale, da un rappresentante del Comando provinciale dei vigili del fuoco. Al collaudo assiste un rappresentante del titolare dell’autorizzazione, che sostiene le spese del collaudo stesso.
La commissione verifica l’idoneità tecnica dell’impianto ai fini della sicurezza sanitaria, ambientale e stradale e della prevenzione dagli incendi. L’esito del collaudo è formalizzato in verbale.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
D.Lgs n. 32 dell’11/03/1998 e successive modifiche ed integrazioni;
L.R.  N. 8  del 02/04/2001 e successive modifiche ed integrazioni;
D.Lgs 59 del 26/03/2010 e successive modifiche ed integrazioni;
L. 241 del 07/08/1990 e successive modifiche ed integrazioni;
D.P.R. n. 151 del 22/09/2011;
Deliberazione Consiglio Comunale n. 3 del 3 marzo 2003.
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]