Municipio: Largo Felice Armati, 1 00043 Ciampino (RM) (+39) 06.79097.1 protocollo@pec.comune.ciampino.roma.it

Categoria: cronaca

Pedopornografia, nel 2021 casi aumentati del 47%

(Adnkronos) –
Nel corso del 2021 sono stati 5.316 i casi di pedopornografia trattati dalla Polizia Postale, con un incremento del 47% rispetto all’anno precedente (3.243). In crescita anche il numero dei minori approcciati sul web dagli adulti abusanti, pari a 531, in maggioranza con un’età inferiore ai 13 anni (338 minori, quasi il 64% di cui 306 nella fascia 10-13 anni), ma crescono pure i casi di adescamento online dei bambini nella fascia 0 – 9 anni (32 casi). E’ quanto emerge dall’approfondimento sull’adescamento online, fenomeno cresciuto in seguito alla pandemia da Covid19, lanciato oggi alla vigilia della Giornata nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia, che ricorre il 5 maggio, con la pubblicazione di un dossier dati e di una guida per i genitori, nell’ambito della collaborazione tra la Polizia di Stato e Save the Children.  

La fascia di età più colpita è quella preadolescenziale, con un’età compresa tra i 10 e i 13 anni, che nel 2021 ha fatto registrare 306 vittime di adescamento online, quasi il 60% di tutti i 531 minori approcciati sul web dai groomer, nonostante ai minori di 13 anni non sia consentito l’accesso ai social network.  

I dati, viene spiegato, “rappresentano purtroppo solo la punta dell’iceberg di un fenomeno sommerso, che fatica a venire alla luce”. I pedofili o groomer (adulti adescatori interessati a minori), che sfruttano la rete e i suoi servizi per cercare di entrare in contatto con bambini e bambine, ragazzi e ragazze sono stati 208, pari al 15% del numero complessivo degli indagati per lo scambio di materiale pedopornografico (1.421 adulti). Questa percentuale corrisponde ad adulti con una capacità criminale e un modus operandi complessi, basati su una conoscenza approfondita dei linguaggi, delle abitudini d’uso e delle fragilità proprie delle vittime, tale da poter consentire loro di entrare in contatto, condurre l’interazione diretta e governare i rapporti sul web con le bambine, i bambini e gli adolescenti. 

L’accordo tra la Polizia di Stato e Save the Children – sancito dal Protocollo d’intesa per la tutela dei minori e la prevenzione degli abusi online, siglato il 5 febbraio 2021 – è volto a favorire l’accesso dei minori a un ambiente online più sicuro, a prevenire i rischi connessi a un utilizzo non consapevole della rete, tra cui il cyberbullismo, a contrastare gli abusi sessuali online, promuovendo attività di prevenzione, segnalazione ed emersione precoce di potenziali abusi. “La pandemia da Covid19 ha imposto a bambini e adulti un cambiamento repentino di molte abitudini. Milioni di utenti, anche piccolissimi, hanno dovuto ricorrere al web per proseguire molteplici attività quotidiane, dal lavoro allo studio, in sicurezza dal rischio epidemiologico. Gli effetti complessivi hanno investito anche il mondo della devianza online, incrementando la presenza di pedofili, pedopornografi e adescatori. Di conseguenza, un numero crescente di bambini, bambine e adolescenti sono stati approcciati sul web da soggetti adulti, interessati a intraprendere conversazioni sessuali, a ricevere da loro immagini private, a commettere abusi online sino ad arrivare a richiedere incontri sessuali off-line”. 

Maltempo sull’Italia da giovedì fino al weekend: le previsioni

(Adnkronos) –
Maltempo in arrivo sull’Italia, con piogge anche persistenti e calo delle temperature massime. Lorenzo Tedici, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, indica la possibilità che le perturbazioni siano addirittura più di una in poche ore: un’area instabile avanza tra il Mediterraneo Occidentale e l’Algeria, mentre un piccolo ciclone sta scendendo dal Mare del Nord verso l’Olanda e la Francia. Da domani potremo assistere allo scontro Olandese-Algerino con piogge diffuse per 3-4 giorni. Sembra infatti che il piccolo vortice freddo in discesa dall’Olanda vada ad unirsi alla saccatura atlantica in moto dall’Algeria verso l’Italia. A quest’ultima figura meteorologica è associato anche l’ennesimo carico di silt sahariano quindi, dove pioverà, potremo avere la ‘sabbia del deserto’: quest’anno l’inquinamento atmosferico al Centro-Sud è stato spesso associato ad elementi naturali quali le polveri subtropicali. 

L’unione olandese-algerina, o in altre parole lo scontro tra una massa d’aria polare marittima e l’aria dal Maghreb, potrebbe favorire intense piogge da domani pomeriggio, più persistenti sull’Emilia Romagna e sulle regioni centrali italiane. Weekend della Festa della Mamma instabile seppur in leggero miglioramento soprattutto a Nord del fiume Po: la Domenica sarà più soleggiata al mattino, ma ancora temporalesca nel pomeriggio.  

Sembra confermato, inoltre, che da giovedì a sabato le temperature resteranno sotto la media del periodo: per assaporare il primo caldo simil-estivo stimiamo un’attesa di circa una settimana, da Mercoledì 11 maggio probabile appuntamento con i primi 30°C in pianura. Aspettiamo dunque l’incontro Olanda-Algeria, potrebbe regalare tante piogge utili per combattere la siccità che è ancora presente sul nostro Paese.  

NEL DETTAGLIO  

Mercoledì 4. Al Nord: peggiora al pomeriggio al nordovest con temporali sparsi. Al Centro: temporali pomeridiani sugli Appennini e sulla Toscana interna. Al Sud: soleggiato con qualche acquazzone in montagna.  

Giovedì 5. Al Nord: diffusa instabilità sulle regioni di Nordovest e settori alpini e prealpini, altrove tante nubi. Al Centro: peggiora dal pomeriggio/sera con piogge diffuse. Al Sud: stabile fino al tardo pomeriggio.  

Venerdì 6. Al Nord: piogge anche diffuse. Al Centro: piogge a tratti diffuse e localmente forti. Al Sud: molto instabile su tutte le regioni.  

Tendenza. Periodo instabile con frequenti acquazzoni, weekend perturbato in particolare al Centro-Sud, qualche schiarita domenica 8 maggio Festa della Mamma. 

Superenalotto, numeri estrazione vincente oggi 3 maggio

(Adnkronos) – I numeri dell’estrazione vincente del Superenalotto oggi, 3 maggio 2022. Nessun ‘6’ né ‘5+1’ nel concorso del Superenalotto di oggi. Ecco la combinazione vincente: 13, 24, 44, 47, 66, 80. Numero Jolly: 46. Numero Superstar: 81. Centrati invece due ‘5’ da 109.021,80 euro. Il jackpot stimato per il prossimo concorso a disposizione dei Punti 6 è di 198.800.000 di euro.  

Orsini a Cartabianca: “Italia si sganci: no armi a Ucraina per fare pace”

(Adnkronos) – “L’Italia deve sganciarsi, deve essere il primo paese a dire ‘no’ all’invio di armi pesanti all’Ucraina. Se l’Italia si sgancia, la partita comincia a cambiare. Se noi continuiamo a dire a Zelensky ‘stai tranquillo, ti diamo qualunque cosa’, non si fa la pace”. Il professor Alessandro Orsini si esprime così a Cartabianca sulla guerra tra Russia e Ucraina. 

“Il primo problema è che abbiamo un deficit culturale nel campo della sicurezza internazionale, il sapere scientifico non si è espanso. Fare la pace richiede una strategia complessa. In primo luogo bisogna ammorbidire Putin con le sanzioni, ma bisogna ammorbidire anche Zelensky”, dice riferendosi al presidente russo e a quello ucraino. “Se noi continuiamo a dire a Zelensky ‘stai tranquillo, ti diamo qualunque cosa’, non si fa la pace. Fare la pace è un lavoro”, dice prospettando uno scenario ipotetico. “Il Parlamento italiano inizia a sganciarsi dalla politica di Biden, questo messaggio arriva a Macron che non può non tenere conto di questa situazione”, aggiunge. 

“L’Italia è la prima pedina, la Germania coglie la palla al balzo, Biden e Johnson iniziano ad essere isolati. Zelensky capisce che gli daremo armi ma non per sempre e a quel punto comincia a fare calcoli: ‘L’Italia ci dà armi per 6 mesi, entro 6 mesi va fatta una trattativa per chiudere la guerra’. Il percorso che stiamo seguendo, posso dirlo con certezza, non porterà mai alla pace”, afferma ancora. 

Aborto, Adinolfi: “Da Usa storica novità, la Meloni sta con noi?”

(Adnkronos) – Mario Adinolfi plaude alle notizie provenienti dalla Corte Suprema statunitense sul ribaltamento della storica sentenza Roe vs Wade del 1973 che autorizzò le leggi pro aborto su tutto il territorio Usa e con una nota intitolata ‘Pronti alla battaglia, alleati cercasi’ il presidente del Popolo della Famiglia rilancia la battaglia contro l’aborto anche in Italia. 

“Le novità importanti che arrivano dalla Corte Suprema americana non colgono il Popolo della Famiglia impreparato. Ho sempre pensato (a differenza di molti cattolici che si erano ormai arresi) che la lotta per il diritto universale a nascere non fosse ‘retrograda’ – scrive Adinolfi – ma una lotta che avrebbe riguardato il futuro. Saremo la generazione che abbatterà la crudeltà dell’aborto e la soppressione dei nascituri, rendendola illegale. Mi chiedo ora, visto che in una battaglia così dura avremo bisogno di alleati: Giorgia Meloni è con noi? Il Popolo della Famiglia, sull’onda di quanto arriva dagli Usa è pronto a una battaglia serrata contro il diritto a uccidere i bambini nel grembo materno. La leader di Fratelli d’Italia è ancora sulla posizione ‘la legge 194 non si tocca’ o ora è pronta a dar forza alla battaglia per la vita dei cattolici italiani e del PdF?”. 

Covid e nuova variante, Ricciardi: “Bill Gates da prendere sul serio”

(Adnkronos) – “Penso che le preoccupazioni di Bill Gates vadano prese in seria considerazione perché basate su fatti obiettivi”. A dirlo Walter Ricciardi, docente di Igiene all’università Cattolica e consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza, raggiunto negli Usa dall’Adnkronos Salute, in merito alle parole del fondatore di Microsoft secondo il quale potremmo non aver ancora visto ancora il peggio della pandemia e che non è esclusa la possibilità di nuove varianti pericolose.  

Roma, morte 16enne precipitata da finestra: Procura indaga per istigazione al suicidio

(Adnkronos) – La procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in relazione alla morte della 16enne precipitata ieri dal balcone della sua abitazione in via Battistini, a Roma. Il reato ipotizzato è di istigazione al suicidio. Oggi è stato dato l’incarico per effettuare l’autopsia, prevista per i prossimi giorni.  

Sul caso, che sembra essere un suicidio, indagano i carabinieri della Compagnia Trastevere. Non sono stati trovati biglietti lasciati dalla ragazzina ma alla base del gesto potrebbero esserci problemi personali o scolastici. Dai primi accertamenti sui social network e sulle chat usate dalla 16enne non emergerebbero problemi legati al bullismo. 

Covid oggi Italia, 62.071 contagi e 153 morti: bollettino 3 maggio

(Adnkronos) – Sono 62.071 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia oggi, 3 maggio 2022, secondo i dati e i numeri Covid – regione per regione – del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute. Si registrano, inoltre, altri 153 morti. 

In totale le vittime da inizio pandemia salgono a 163.889, mentre i casi totali sono 16.586.268. Sono 411.047 i tamponi, effettuati da ieri, e il tasso di positività è al 15,1%. I ricoverati con sintomi sono 9.695, 99 in meno da ieri, mentre sono 366 i ricoverati in terapia intensiva, due in meno da ieri.
 

LAZIO – Sono 5.053 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 3 maggio 2022 nel Lazio, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri ci sono stati 11 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 8.830 tamponi molecolari e 44.539 antigenici con un tasso di positività al 9,4%. I ricoverati sono 1.145, 5 in più da ieri, 58 le persone nelle terapie intensive, uno in meno da ieri. Nelle ultime 24 ore sono guarite 4.050 persone. I casi a Roma città sono a quota 2.543. 

In particolare, nella Asl Roma 1 sono 852 i nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore. Nella Asl Roma 2 sono 936 i nuovi casi e 1 decesso. Nella Asl Roma 3 sono 755 i nuovi casi e 1 decesso. Nella Asl Roma 4 sono 213 i nuovi casi e 1 decesso. Nella Asl Roma 5 sono 523 i nuovi casi e 1 decesso. Nella Roma 6 sono 499 i nuovi casi e 1 decesso 

Nelle province si registrano 1.275 nuovi casi. Nella Asl di Frosinone sono 388 i nuovi casi e 2 i decessi. Nella Asl di Latina sono 458 i nuovi casi e 1 decesso. Nella Asl di Rieti sono 185 i nuovi casi e 1 decesso. Nella Asl di Viterbo sono 244 i nuovi casi e 2 i decessi. 

CAMPANIA – Sono 7.577 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, 3 maggio 2022 in Campania, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Nelle ultime 48 ore sono stati registrati 4 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 39. 995 tamponi, tra molecolari e antigenici. I ricoveri sono stati 722, mentre le terapie intensive occupate sono 44. 

TOSCANA – Sono 3.620 i nuovi contagi da coronavirus registrati oggi, 3 maggio, in Toscana, secondo l’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 12 morti. I nuovi casi, 537 confermati con tampone molecolare e 3.083 da test rapido antigenico, portano il totale a 1.104.325 dall’inizio dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e sono lo 0,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,3% e raggiungono quota 1.046.841 (94,8% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 2.853 tamponi molecolari e 19.011 tamponi antigenici rapidi, di questi il 16,6% è risultato positivo. Sono invece 4.810 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 75,3% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 47.605, +0,2% rispetto a ieri. I ricoverati sono 616 (19 in meno rispetto a ieri), di cui 22 in terapia intensiva (1 in meno). Oggi si registrano 12 nuovi decessi: 6 uomini e 6 donne con un’età media di 87 anni. 

PUGLIA – Sono 4.766 i nuovi contagi da coronavirus oggi 3 maggio in Toscana, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 12 morti. I nuovi casi, individuati attraverso 25.952 tamponi, sono così suddivisi per provincia: Bari: 1.697; Bat: 313; Brindisi: 525; Foggia: 529; Lecce: 876;Provincia di Taranto: 772; Residenti fuori regione: 42; Provincia in definizione: 12. Sono 100.673 le persone attualmente positive, 536 ricoverate in area non critica e 25 in terapia intensiva. Dati complessivi: 1.076.284 casi totali, 10.613.582 tamponi eseguiti, 967.302 persone guarite e 8.309 decessi. 

CALABRIA – Sono 2.284 i nuovi contagi registrati oggi, 3 maggio in Calabria su 10.318 tamponi effettuati. Secondo il bollettino sull’emergenza Covid-19 diffuso dal dipartimento Tutela della salute della Regione ci sono anche +3.842 guariti e 6 morti (per un totale di 2.515 decessi). Il bollettino, inoltre, registra -1.564 attualmente positivi, -6 ricoveri (per un totale di 251) e, infine, -3 terapie intensive (per un totale di 15). 

VENETO Sono 6.126 i nuovi contagi da coronavirus oggi 3 maggio 2022 in Veneto, secondo i dati dell’ultimo bollettino Covid-19 di Azienda Zero. Si registrano 10 morti. Il totale dei casi da inizio pandemia è arrivato a 1.679.828, mentre gli attualmente positivi sono 67.980. Il totale dei decessi da inizio pandemia è 14.477. Negli ospedali veneti sono ricoverate 608 persone in area medica e 19 in terapia intensiva. Negli ospedali di comunità i ricoverati positivi sono 115. Nella giornata di ieri sono state effettuate 593 vaccinazioni anti-Covid. 

EMILIA ROMAGNA – Sono 2.354 i nuovi contagi da coronavirus oggi 3 maggio 2022 in Emilia Romagna, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri 14 morti. Nel dettaglio, dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 1.419.952 casi di positività, 2.354 in più rispetto a ieri, su un totale di 22.819 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 10.789 molecolari e 12.030 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 10,3%. 

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 10.398.256 dosi; sul totale sono 3.788.626 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 94,3%. Le dosi aggiuntive fatte sono 2.874.513.  

I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 30 (stabili rispetto a ieri), l’età media è di 66,2 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.369 (-24 rispetto a ieri, -1,7%), età media 76,2 anni. 

ABRUZZO – Sono 2.273 i nuovi contagi da coronavirus oggi 3 maggio 2022 in Abruzzo, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri tre decessi. Nel dettaglio, i nuovi casi di positività portano il totale dall’inizio dell’emergenza, al netto dei riallineamenti, a 378.491. Dei positivi odierni, riferisce l’Assessorato regionale alla Sanità, 1.913 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi (si tratta di un 91enne della provincia di Chieti e di un 93enne della provincia dell’Aquila, mentre un altro caso è riferito ad un decesso avvenuto nei giorni scorsi) e sale a 3225. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 318180 dimessi/guariti (+2798 rispetto a ieri). Sono 322 i pazienti (-15 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in area medica; 12 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 56752 (-513 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. 

SICILIA – Sono 4.615 i nuovi contagi da coronavirus oggi 3 maggio 2022 in Sicilia, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri 21 decessi. Sono 4.518 i pazienti guariti. Nell’isola, in totale, sono 116.764 i positivi – 421 in più rispetto a ieri – e di questi 775 sono ricoverati con sintomi, 45 in terapia intensiva, con tre nuovi ingressi, e 115.944 sono in isolamento domiciliare.  

 

Firenze, Verdini condannato in appello a 5 anni e 6 mesi per bancarotta Ste

(Adnkronos) – La Corte d’appello di Firenze ha confermato la condanna per Denis Verdini e altri quattro imputati nel processo per la bancarotta fraudolenta del fallimento della Società Toscana di Edizioni (Ste), la società editrice che fino al 2012 ha pubblicato Il Giornale della Toscana. I giudici hanno accolto la richiesta della procura generale che durante il dibattimento aveva chiesto la conferma delle pene per tutti e cinque gli imputati, così come disposto in primo grado, il 13 settembre 2018, dal tribunale di Firenze. 

Per l’ex senatore di Forza Italia ed Ala Denis Verdini la pena è di 5 anni e 6 mesi di reclusione; per l’ex deputato Massimo Parisi, ex coordinatore regionale toscano di Forza Italia e già amministratore delegato della Ste, 5 anni; per Girolamo Strozzi Guicciardini, ex presidente del consiglio di amministrazione della Ste, 3 anni; per Enrico Luca Biagiotti, ex membro del cda, 3 anni; per Pierluigi Picerno, ex amministratore delegato e poi liquidatore della Ste dichiarata fallita nel febbraio 2014, 3 anni.  

“Faremo certamente ricorso in Cassazione contro la decisione della Corte d’appello, perché a nostro parere è ingiusta”, ha detto all’Adnkronos l’avvocato Massimo Rocchi, difensore di Verdini. “Come abbiamo dimostrato nel processo – afferma Rocchi – siamo di fronte ad una bancarotta riparata. Il patrimonio della società è stato reintegrato due anni prima della dichiarazione di fallimento. Pertanto, non esiste più il reato di bancarotta fraudolenta. Per noi questo è un fatto storico e processuale. Aspettiamo di leggere le motivazioni della Corte per capire perché in appello i giudici hanno riproposto le stesse pene del primo grado”. 

La Ste era la società che editava Il Giornale della Toscana e che ha cessato le pubblicazioni nel 2012. Due anni dopo, il 5 febbraio 2014, la società venne dichiarata fallita dal Tribunale. Verdini, nella sua veste di socio di maggioranza, è stato considerato dalla Procura “amministratore di fatto” della società editrice.  

Il 3 novembre 2020 la Cassazione ha condannato in via definitiva Verdini a 6 anni e mezzo per la bancarotta dell’ex Credito Cooperativo Fiorentino, banca locale di cui è stato a lungo presidente. L’ex parlamentare sta scontando la pena, dopo un periodo trascorso nel carcere romano di Rebibbia, in regime di detenzione domiciliare nella sua casa di Firenze.  

 

 

Covid oggi Puglia, 4.766 contagi e 16 morti: bollettino 3 maggio

(Adnkronos) – Sono 4.766 i nuovi contagi da coronavirus oggi 3 maggio in Toscana, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 12 morti. I nuovi casi, individuati attraverso 25.952 tamponi, sono così suddivisi per provincia: Bari: 1.697; Bat: 313; Brindisi: 525; Foggia: 529; Lecce: 876;Provincia di Taranto: 772; Residenti fuori regione: 42; Provincia in definizione: 12. Sono 100.673 le persone attualmente positive, 536 ricoverate in area non critica e 25 in terapia intensiva. Dati complessivi: 1.076.284 casi totali, 10.613.582 tamponi eseguiti, 967.302 persone guarite e 8.309 decessi.  

Covid e nuova variante, Crisanti: “Impossibile prevedere forme più cattive”

(Adnkronos) – “Non si possono misurare queste cose”, così il virologo Andrea Crisanti sull’allarme, lanciato dal fondatore di Microsoft, Bill Gates, secondo il quale “siamo ancora a rischio che questa pandemia generi una variante ancora più trasmissibile e ancora più fatale” e calcola “molto al di sopra del 5%” la possibilità che non si sia “ancora visto il peggio”.  

La valutazione del magnate dell’informatica, spiega all’Adnkronos Salute il direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’università di Padova, “emerge dal fatto che in questo momento siamo di fronte a un processo evolutivo del virus che in qualche modo è spinto dalla necessità di trovare delle varianti che siano altamente trasmissibili e nello stesso tempo infettino persone vaccinate. Noi però – riflette l’esperto italiano – quello che possiamo delineare sono i contorni di questo processo evolutivo. L’esito non siamo in grado di prevederlo. Non necessariamente si avvererà quel che dice Bill Gates, non è possibile fare previsioni”.  

Quanto al “caso di New York”, che sta vivendo in questi giorni un nuovo aumento dei contagi, complice una sottovariante di Omicron, sebbene rimangano bassi ricoveri e morti, “dimostra che il vaccino funziona ed è questa la cosa più importante. Le mascherine? Non fanno miracoli. Nel senso che non proteggono a livello di popolazione ma chi le indossa, che è una cosa completamente diversa”. 

Mentre nella Grande Mela è tempo di valutazioni su obblighi di mascherine (e di vaccino), il virologo puntualizza: questi dispositivi “proteggono chi li indossa e nel tempo in cui li indossa. Se una persona li usa al supermercato e poi va al bar, al ristorante e allo stadio, è chiaro che la mascherina non fa miracoli. A livello di popolazione c’è un impatto trascurabile. Quindi in Italia”, dove l’obbligo è stato tolto, tranne che in alcuni precisi ambiti in cui resta in vigore fino a metà giugno, “continuiamo sulla strada che stiamo seguendo e basta”, evidenzia Crisanti, sottolineando l’importanza di proteggere i fragili per ‘riaprire’ le società.  

 

Migranti, presidente Baobab assolto a Roma

(Adnkronos) – Assolto con la formula perché il fatto non sussiste, Andrea Costa, presidente di Baobab Experience, onlus che si occupa di fornire assistenza ai migranti che transitano per Roma. L’accusa per lui e altri esponenti dell’associazione era di favoreggiamento dell’emigrazione clandestina. Lo ha deciso il gup di Roma al termine del processo in rito abbreviato. Il pm aveva chiesto l’assoluzione per tutti. 

I fatti risalivano all’ottobre 2016, dopo lo sgombero del centro d’accoglienza allestito in via Cupa, a San Lorenzo. In quell’occasione i volontari del Baobab offrirono supporto e aiuto a 8 sudanesi e un cittadino del Ciad per acquistare biglietti dei treni e autobus per passare la frontiera di Ventimiglia e andare in Francia. Oltre al presidente di Baobab, Andrea Costa, oggi il gup di Roma ha assolto due attiviste dell’associazione. Fuori dal tribunale di piazzale Clodio in contemporanea si è svolto un sit in di sostegno con qualche centinaio di persone.  

“Sono soddisfatto perché un giudice ha sancito quello che già sapevo: che il fatto non sussiste, ora c’è qualcuno che lo ha messo nero su bianco”, ha detto Costa. 

“In questi anni è stata dura sapere di essere sotto indagine pur avendo la consapevolezza di avere agito in modo corretto. Rifarei tutto – ha aggiunto Costa, difeso dall’avvocato Francesco Romeo – continueremo ad aiutare le persone che hanno bisogno così come sta avvenendo per i profughi che arrivano dalla Ucraina”.  

 

Infortuni sul lavoro, operaio muore in casa ministra Cartabia: “Sconvolta e affranta”

(Adnkronos) – “Un operaio è morto in un gravissimo incidente sul lavoro questa mattina nel cantiere della mia casa di montagna a Ollomont, piccolo comune della Val d’Aosta”. A confermare la notizia è la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, dicendosi “sconvolta, affranta e profondamente turbata” per la morte del 38enne durante i lavori di ristrutturazione del garage.  

“Desidero innanzitutto esprimere tutto il mio dolore e la mia personale vicinanza ai familiari della vittima – aggiunge -. Come ho anticipato al sindaco David Vevey, mi sento partecipe del turbamento dell’intera comunità locale, profondamente segnata da questo grave lutto. Confido che le autorità possano al più presto ricostruire l’intera dinamica dei fatti”.  

Roma, incendio appartamento: 6 feriti e 50 inquilini evacuati

(Adnkronos) – Sei persone sono rimaste ferite in un incendio al piano seminterrato di una palazzina in via Inverigo, nel quartiere romano di Prima Porta. Le fiamme hanno raggiunto anche l’ultimo piano del palazzo che è stato evacuato. Cinquanta gli inquilini fuori casa tra cui due famiglie con bambini e una con un disabile; 19 persone hanno richiesto assistenza alloggiativa. I feriti sono stati trasportati all’ospedale Sant’Eugenio e al S.Carlo di Nancy.  

Il palazzo è stato dichiarato inagibile dai Vigili del Fuoco e pertanto è stata predisposta da parte della pattuglie una vigilanza nei pressi dello stabile. La strada è stata da poco riaperta al traffico.  

Napoli, 20enni uccisi ad Acerra: 17enne in carcere per omicidio

(Adnkronos) – Un 17enne è stato sottoposto a fermo nell’ambito delle indagini sulla morte del 22enne Pasquale Di Balsamo e del 21enne Vincenzo Tortora, uccisi a colpi di arma da fuoco nella notte tra il 28 e il 29 aprile ad Acerra, in provincia di Napoli. Nella serata del 29 aprile i Carabinieri del Nucleo investigativo del gruppo Carabinieri di Castello di Cisterna hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto, emesso dal pm della Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, nei confronti del 17enne, gravemente indiziato dei reati di omicidio aggravato e porto illegale di armi.  

Secondo quanto ricostruito dalle indagini, il 17enne era alla guida di uno scooter insieme a Pasquale Di Balsamo, entrambi con il volto coperto da maschere. Lo scooter avrebbe affiancato l’auto guidata da Vincenzo Tortora e a quel punto sarebbe scattato un conflitto a fuoco, con Di Balsamo e Tortora che si sarebbero colpiti l’un l’altro con armi da sparo illegalmente detenute, ferendosi reciprocamente. Entrambi sono morti poco dopo per le lesioni riportate. Si è tenuta l’udienza di convalida del fermo, ad esito della quale il gip ha riconosciuto i gravi indizi di colpevolezza e le esigenze cautelari, disponendo per il 17enne la detenzione in un istituto penitenziario minorile.  

Covid oggi Puglia, 2.085 contagi e 8 morti: bollettino 2 maggio

(Adnkronos) – Sono 2.085 i nuovi contagi da coronavirus oggi 2 maggio in Puglia, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 8 morti. I nuovi casi, individuati attraverso 15.066 tamponi, sono così suddivisi per provincia: Bari: 765; Bat: 128; Brindisi: 227; Foggia: 259; Lecce: 456; Taranto: 234; Residenti fuori regione: 9; Provincia in definizione: 7. Sono 101.626 le persone attualmente positive, 530 ricoverate in area non critica e 26 in terapia intensiva. Dati complessivi: 1.071.518 casi totali, 10.587.630 tamponi eseguiti, 961.599 persone guarite e 8.293 decessi.  

Covid oggi Toscana, 730 contagi: bollettino 2 maggio

(Adnkronos) – Sono 730 i nuovi contagi da coronavirus oggi 2 maggio in Toscana, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19 anticipati via social dal presidente della regione Eugenio Giani. “I nuovi casi positivi sono 730 su 4.823 test di cui 1.429 tamponi molecolari e 3.394 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 15,14% (67,5% sulle prime diagnosi)”, si legge nel post pubblicato su Telegram. 

Covid oggi Fvg, 191 contagi e 4 morti: bollettino 2 maggio

(Adnkronos) – Sono 191 i nuovi contagi oggi, 2 maggio, in Friuli Venezia Giulia su 1.228 tamponi molecolari e 736 i test rapidi antigenici realizzati. Lo riferisce il bollettino con i dati Covid della Regione. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 5, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 166. Si registrano 4 morti.  

Per quanto riguarda l’andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia più colpita è quella 50-59 anni (18,32%), seguita dalla 40-49 (15,18%) e dalla 60-69 (12,04%).  

Nella giornata odierna si registrano i decessi di 4 persone, tutte donne: di 95 anni di San Quirino (deceduta in ospedale), di 93 di San Dorigo della Valle/Dolina (deceduta in residenza sanitaria assistenziale), di 84 di Trieste (deceduta in una residenza per anziani) e di 82 anni di Trieste (deceduta in ospedale). Il numero complessivo delle persone decedute da inizio pandemia ammonta a 5.008, con la seguente suddivisione territoriale: 1.244 a Trieste, 2.366 a Udine, 945 a Pordenone e 453 a Gorizia. I totalmente guariti sono 335.186, i clinicamente guariti 203, mentre le persone in isolamento scendono a 23.519. 

Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 364.087 persone con la seguente suddivisione territoriale: 79.200 a Trieste, 151.682 a Udine, 86.965 a Pordenone, 40.697 a Gorizia e 5.543 da fuori Regione. 

Per quanto riguarda il Sistema sanitario regionale, sono state rilevate le seguenti positività: nell’Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina di 1 logopedista; nell’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale di 2 infermieri, 2 medici, 3 operatori socio sanitari e 1 terapista; nell’Azienda sanitaria Friuli Occidentale di 2 medici. Infine, per quanto riguarda le residenze per anziani del Friuli Venezia Giulia si registra il contagio di 1 ospite. 

Lavrov, protesta Comunità Ebraica: “Affermazioni deliranti e pericolose”

(Adnkronos) – “Le affermazioni del Ministro degli Esteri russo Lavrov sono deliranti e pericolose. Riscrivono la storia sul modello dei Protocolli dei Savi di Sion, il fondamento della letteratura antisemita moderna creato nella Russia zarista. La cosa più grave è inoltre che siano avvenute in una televisione italiana, senza contraddittorio, e senza che neanche l’intervistatore opponesse la verità storica alle menzogne che erano state pronunciate. Questo non è accettabile e non può passare sotto silenzio”. Lo dichiara Ruth Dureghello, presidente della Comunità Ebraica di Roma in una nota. 

“Ci domandiamo quale sia il limite, se esista ancora e in quale direzione stiamo andando. Se viene permesso di distorcere completamente la Storia il risultato sarà quello di una democrazia indebolita e priva degli anticorpi necessari a tutelare se stessa”, conclude Dureghello.