Municipio: Largo Felice Armati, 1 00043 Ciampino (RM) (+39) 06.79097.1 protocollo@pec.comune.ciampino.roma.it

Categoria: spettacoli

Sanremo 2021, positiva al Covid ballerina Rai

Una ballerina del corpo di ballo della Rai è risultata positiva al tampone antigenico effettuato nella tarda mattinata di oggi nelle tende in piazza Borea d’Olmo, a pochi passi dal teatro dell’Ariston. La ragazza, che si sarebbe dovuta esibire questa sera, è in quarantena mentre sono in isolamento precauzionale le sue colleghe. E’ il sesto caso positivo riscontrato dal personale della Asl 1 di Imperia su oltre 5mila tamponi effettuati durante la settimana del festival a tutti gli addetti ai lavori. Prima di lei un orchestrale Rai, una ballerina di Elodie, un tecnico di Radio Rai, due collaboratori di Irama e un giornalista del TgR Liguria. (Dall’inviata Silvia Mancinelli)  

Sanremo 2021, Achille Lauro: “Stasera chiudo con mio brano”

“Stasera chiudiamo con un brano che fa parte della mia carriera ‘Se la vie’, che è un omaggio all’orchestra classica e spero vi piacerà”. Achille Lauro partecipa alla conferenza stampa dell’organizzazione di Sanremo 2021 a poche ore dalla finale e spiega cosa farà stasera ma anche cosa ha fatto nei giorni scorsi.  

“Quando Amadeus mi ha fatto l’omaggio di chiamarmi al Festival – racconta – ho voluto pensare ad un progetto molto più ampio della mia zona di comfort, di venire qui a fare l’ospite. Così ho pensato di fare un viaggio nei generi musicali attraverso delle rappresentazioni, incarnando non un personaggio questa volta ma l’essenza del genere. Quindi siamo partiti dal Glam Rock, che è uno dei miei preferiti perché porta il messaggio importante di avere il coraggio di essere. Poi siamo passati per il rock’n’roll e volevamo portare la leggerezza, la spensieratezza: anche il bacio di Claudio Santamaria e Francesca Barra in questo momento storico è qualcosa di forte. Poi siamo passati per il pop, con un omaggio agli incompresi, che era uno dei punti che preferivo, perché il pop in Italia è un genere banalizzato, ridotto a qualcosa di frivolo, di poco artistico, invece noi volevamo portare un’esibizione teatrale, che facesse capire la costruzione che c’è dietro anche ad un genere così: sono stato onorato della presenza della Guerritore e di Emma. Ieri abbiamo portato il punk senza regole, Fiorello era perfetto per legittimare questo genere su un palco così importante e poi ho voluto portare il mio chitarrista di sempre Boss Doms, con cui ho affrontato il Sanremo che ci ha reso quelli che siamo, e la mia band”.  

“Un progetto che è costato notti di lavoro, di riunioni e di creatività. Un progetto che non è vengo qua e mi metto un costume, c’è dietro molto di più. Non ci sono personaggi quest’anno, non c’è la voglia di fare scalpore. C’è la voglia di portare qualcosa che sia di più di una semplice canzone. Per me scrivere una canzone e interpretarla hanno lo stesso valore. La musica oggi si guarda anche”, sottolinea.  

E a chi gli chiede se vorrebbe condurre il festival, risponde: “No grazie, non sarei in grado”. Mentre sulla possibilità di tornare in gara al festival, conclude: “Non escludo niente”.  

Sanremo 2021, la classifica dei big dopo la quarta serata

Ermal Meta al comando della classifica dei big del Festival di Sanremo 2021 dopo la quarta serata. Ecco la classifica dalla prima alla 26esima posizione: 

1 – Ermal Meta (Un milione di cose da dirti); 

2 – Willie Peyote (Mai dire mai); 

3 – Arisa (Potevi fare di più); 

4 – Annalisa (Dieci); 

5 – Maneskin (Zitti e buoni); 

6 – Irama (La genesi del tuo colore); 

7 – La rappresentante di lista (Amare); 

8 – Colapesce Dimartino (Musica leggerissima); 

9 – Malika Ayane (Ti piaci così); 

10 – Noemi (Glicine); 

11 – Lo stato sociale (Combat Pop); 

12 – Orietta Berti (Quando ti sei innamorato); 

13 – Extraliscio (Bianca luce nera) 

14 – Max Gazzè (Il farmacista); 

15 – Fulminacci (Santa Marinella); 

16 – Gaia (Cuore Amaro) 

17 – Francesca Michielin & Fedez (Chiamami per nome); 

18 – Madame (Voce);  

19 – Fasma (Parlami); 

20 – Ghemon (Momento Perfetto); 

21 – Francesco Renga (Quando trovo te); 

22 – Coma_Cose (Fiamme negli occhi); 

23 – Gio Evan (Arnica); 

24 – Bugo (E invece sì); 

25 – Random (Torno da te); 

26 – Aiello (Ora) 

Sanremo 2021, Bugo esplode: “Mi sono rotto, basta prese in giro”

“Ciao ragazzi, parto dalla fine dicendo che mi sono rotto”. Alla fine, Bugo ha perso la pazienza. Il cantante, in gara a Sanremo 2021, sbotta con un post sui suoi canali social. Dopo lo scontro con Morgan, nel Festival di un anno fa, l’artista è stato al centro di battute, meme, ironie assortite. Ora, dice Bugo, stop. “Lo dico perché è da un anno che leggo qualsiasi cosa su di me che nulla c’entra con la musica e non ho mai replicato. Capisco la libertà di parola, è un diritto sacro e la rispetto, ma quando i giornalisti musicali usano come scusa una cosa accaduta più di un anno fa per schernirmi, allora siamo oltre all’ambito delle chiacchiere da bar”, scrive. 

“Sono qui al Festival per parlare di musica. Lo so che è un anno difficile per tutti e fare un disco è un lavoro delicato, soprattutto ora. Mi dispiace che non si parli di questo e che invece ci si continui a chiedere dove sia Bugo. Bugo è qui, io sono qui, non sono mai andato via. Mi sono solo allontanato dalla pazzia e dall’opportunismo. Forse questo non fa notizia, né click, ma questo sono io. Non sono il più intonato di tutti, ma di certo sono più sincero di molti. Bugo è qui”, conclude. 

Sanremo 2021, Gaudiano vince Nuove Proposte. La dedica al papà scomparso

Gaudiano ha vinto il Festival di Sanremo nella categoria delle Nuove Proposte. Il cantante ha trionfato con ‘Polvere da sparo’. Davide Shorty con ‘Regina’ si è piazzato al secondo posto, Folcast ‘con ‘Scopriti’ al terzo e Wrongonyou con ‘Lezioni di volo’, classificatosi al quarto posto. 

Wrongonyou ha vinto il Premio della Critica intitolato a Mia Martini con 22 voti, precedendo Davide Shorty (12 voti) e Gaudiano (11 voti). 

“Dedico questo premio a mio padre e alla mia famiglia. Due anni fa mio padre è andato via, ma adesso lo sento qua con me. Grazie a tutti”, ha detto Gaudiano, dedicando il premio al padre scomparso due anni fa.
 

Orietta Berti trasforma i Maneskin in Naziskin, la gaffe è servita

“Mi piacerebbe cantare con i Naziskin”. Orietta Berti modifica ‘lievemente’ il nome dei Maneskin e la gaffe è servita. Nel corso di una diretta social con il magazine Le Rane, la cantente confessa che le piacerebbe duettare con “Ermal Metal”, con una ‘elle’ di troppo “e con i Naziskin”. Ovviamente, la veterana del festival della canzone italiana intende dire Maneskin, ma la confusione non sfugge all’occhio di lince del web, che non perde l’occasione d’oro: in poche ore spunta un florilegio di meme, fotomontaggi, video e vignette che ironizzano sulla clamorosa gaffe. 

E così, ecco Orietta comparire sorridente ad un rave di nerboruti tatuati con il braccio alzato, salire su un palco metal e abbracciare il cantante, o fare addominali mostrando pettorali e svastica tatuata sul petto. Per finire, l’artista emiliana sale persino sul palco ad un concerto di Capodanno ed eccola cantare, al posto di ‘Finché la barca va…’, un pezzo heavy metal. Niente male, per un’artista che quest’anno compirà 77 anni, e riesce ancora e sempre a far parlare di sé. 

Sanremo, Fiorello tra ironia sul politically correct e sesso degli animali

Ironia sul politically correct che rende la vita difficile a chi dell’ironia ha fatto uno degli strumenti del mestiere. Fiorello parte dalle critiche per aver parlato ieri della “magrezza” della modella Vittoria Ceretti: “Ormai è difficile, perché se dici ‘come stai bene?’ ti rispondono ‘allora prima stavo male?!’, body shaming. Se dici: ‘come sei dimagrito?’ ‘Allora prima ero grasso’, body shaming”, dice lo showman. Che poi torna sull’argomento nel “momento Dad” dedicato agli animali e alla loro capacità di fregarsene dell’aspetto fisico: “Gli animali sono meglio di noi. l’essere umano è troppo legato all’ aspetto esteriore, alla bellezza. Gli animali no, perché non lo sanno. Non è che un leone se perde peli sulla criniera si fa il riporto. E poi il gorilla è alto quasi 2 metri e pesa 250 chili, ma ce l’ ha di 2 centimetri… Ora l’Agi, Associazione Gorilla Italiani, si lamenterà. Il pitone ce ne ha due, uno di cortesia. Ma ora protesterà l’Api, l’Associazione Pitoni Italiani. L’argonauta è un mollusco: quando vede una che gli piace, la guarda, il suo si stacca da lui e la va a cercare. Io vorrei sapere, ma ritorna? Il polpo – mi chiamerà l’ pi, l’associazione polpi, non puoi fare battute né sui polpi né su Zingaretti – ha otto tentacoli, ma uno degli otto non è un tentacolo. Solo che quando te lo servono non te lo dicono. Non voglio fare il Greto Thumberg, ma gli animali vanno rispettati”. 

Sanremo 2021, quarta serata al via: finale Nuove Proposte

Al via la quarta serata di Sanremo 2021, che decreterà il vincitore della sezione nuove proposte, mentre la gara dei big riprende dopo la serata di ieri dedicata alle cover e ai duetti. Accanto ad Amadeus, Barbara Palombelli come co-conduttrice oltre alla presenza fissa di Fiorello. 

Lunga la lista di ospiti: Mahmood, Alessandra Amoroso, Emma, Matilde Gioli, il direttore di orchestra Beatrice Venezi oltre agli immancabili Achille Lauro e Ibrahimovic. 

I giovani in lizza per il titolo sono, in ordine di uscita: Davide Shorty, Gaudiano, Folcast e Wrongonyou. Il vincitore sarà incoronato dalla Giuria della sala stampa, tv, radio e web, quella demoscopica ed il Televoto.  

A votare i Campioni sarà invece la sola giuria della sala stampa, tv, radio e web. 

I 26 big che si esibiranno sono (in ordine di uscita): Annalisa, Aiello, Maneskin, Noemi, Orietta Berti, Colapesce Dimartino, Max Gazzè, Willie Peyote, Malika Ayane, Madame, Arisa, Coma_Cose, Fasma, Lo Stato Sociale, Francesca Michielin e Fedez, Irama, Extraliscio feat Davide Toffolo, Ghemon, Francesco Renga, Gio Evan, Ermal Meta, Bugo, Fulminacci, Gaia, Random. 

 

 

Sanremo 2021, Alessandra Amoroso ospite stasera al Festival

Alessandra Amoroso sarà ospite stasera alla quarta serata del 71esimo Festival di Sanremo, dove calcherà il palco dell’Ariston con l’attrice Matilde Gioli. “Ci siamo! Poche ore e sarò al Teatro Ariston” scrive su Instagram la cantante, che stasera sarà ospite non solo per cantare. L’artista salentina farà infatti un omaggio – assieme all’attrice – ai lavoratori dello spettacolo, portando sul palco anche alcuni suoi abituali collaboratori nei live. 

“Il palco di Sanremo mi fa sempre un po’ paura ma questa volta non sarò sola, porterò con me un pezzetto della mia ‘famiglia itinerante’, quella formata dalle persone che ho scelto in questa vita fatta di musica, di note, di cuori che battono, voci che urlano, sudore che scende e sacrifici. In questo momento in cui le luci di (quasi) tutti i palchi sono spente, le accenderemo proprio su di loro e per loro, per questa famiglia che rende il mio sogno il mestiere più bello del mondo attraverso la sua professionalità”, aggiunge. Per concludere: “Mi chiamo Alessandra Amoroso e nella vita faccio la cantante”. 

Sanremo 2021, Amadeus: “Festival storico, esattamente come lo volevo”

Sanremo 2021 è esattamente il Festival che Amadeus voleva. “E’ il Festival esattamente come lo volevo, esattamente così, e tutti quelli che mi hanno aiutato a realizzarlo. Permettetemi di dirlo senza presunzione, è un Festival storico” ha detto il conduttore e direttore artistico, commentando l’andamento della manifestazione canora. “Credo che dobbiamo dirci le cose come stanno – ha detto – Dobbiamo capire che questo Festival inevitabilmente rappresenta una forte rottura. Quando ho parlato di 70+1 era questo il senso”. Perché, ha sottolineato Amadeus, “in una situazione come questa, in un anno dove è cambiato il mondo, il Festival che stavamo pensando era un Festival che andava in una direzione di assoluto cambiamento, non di un timido cambiamento”. 

E “nel momento in cui c’è un cambiamento si approfitta di una situazione limite dove non si pensa al dato o al record da superare. I dati per me sono straordinari, al di là delle nostre più rosee attese”, ha aggiunto il conduttore. 

“La cosa più straordinaria è che noi lo volevamo, ma non pensavamo che accadesse: i giovani si sono riversati su Rai1 a vedere il Festival. Ci sono dei numeri da televisione di piattaforma, che sono un dato che non è mai accaduto nella storia” ha osservato Amadeus, commentando i dati. “I ragazzi oggi non si guardano più Sanremo sul divano del salotto, sono abituati a guardare il monitor e questo è un dato incredibile”. 

Un altro elemento evidenziato dal direttore artistico della kermesse è quello dei “brani in classifica. Mi mandano la discografia totale e i brani Sanremo quest’anno in top ten sono nove, l’anno scorso erano 2. Stiamo parlando di numeri che sono saliti di almeno del 100% in tante cose e questo è un dato che noi dobbiamo sottolineare”. 

“Un terzo Festival? E’ troppo presto per pensarci” ha poi detto Amadeus nel corso della conferenza, commentando incidentalmente l’ipotesi di un ‘Ama-ter’. Sulla scelta di avere molte presenze femminili che si alternano ogni sera sul palco invece che come ospiti fisse, ha spiegato: “Ho voluto fare un Festival molto al femminile e farlo al femminile voleva dire avere molte presenze. Ho voluto che molte donne portassero il loro mondo, mi piaceva di più che avere delle presenze fisse. E’ un mio pensiero artistico, ovviamente, ma ne sono orgoglioso”.
 

Sanremo 2021, classifica dei big dopo terza serata

Dopo la terza serata dedicata a duetti e cover dei cantanti, a Sanremo 2021 Ermal Meta ancora in testa nella top ten della classifica generale della 71ma edizione del festival. Secondo posto per Annalisa, terzo per Willie Peyote. A seguire, nell’ordine: Arisa, Irama, Lo Stato Sociale, Malika Ayane, Extraliscio, Orietta Berti, Maneskin. 

Questa, invece, la classifica con i voti dell’Orchestra di ieri sera: 

1) Ermal Meta, 2) Orietta Berti, 3) Extraliscio feat. Davide Toffolo, 4) Willie Peyote, 5) Arisa, 6) Mankesin, 7) Annalisa, 8) Max Gazzè, 9) La Rappresentante di Lista, 10) Ghemon, 11) Lo Stato Sociale, 12) Gaia, 13) Irama, 14) Colapesce Dimartino, 15) Fulminacci, 16) Malika Ayane, 17) Noemi, 18) Madame, 19) Francesco Renga, 20) Fasma, 21) Francesca Michielin e Fedez, 22) Aiello, 23) Bugo, 24) Gio Evan, 25) Random, 26) Coma_Cose. 

Sanremo 2021, Achille Lauro dorato con Emma e Monica Guerritore

Achille Lauro dorato nella terza serata di Sanremo 2021. Il monologo di Monica Guerritore-Penelope, donna usata “come un bastone per colpire altre donne”, apre il terzo ‘quadro’ che l’artista ha pensato per Sanremo 2021. Subito dopo, in una scena ispirata all’antica Grecia, dove Achille Lauro è una statua dorata tra le colonne parte la musica. Con Emma Marrone, Lauro canta appunto ‘Penelope’. “Dio benedica gli incompresi”, è la preghiera che chiude il terzo quadro dell’ospite fisso del festival. 

MasterChef 10, Aquila è il vincitore

Francesco Aquila è il vincitore di MasterChef 10. Il 34enne ha trionfato nella finale imponendosi su Antonio e Irene. “Ne è valsa la pena stare lontano tanto tempo da casa”, dice il maitre di Altamura. “E’ una soddisfazione grandissima. Questa è una finestra sul mio futuro”, dice dopo il trionfo nello show di Sky Uno. 

Il 34enne cuoco amatoriale pugliese, e residente in Emilia-Romagna a Bellaria-Igea Marina, maître di sala e docente di sala, è stato proclamato dai giudici Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo, Giorgio Locatelli al termine di una finale accesissima, equilibrata ed avvincente. Per il vincitore, 100mila euro in gettori d’oro e la possibilità di pubblicare il proprio primo libro di ricette con Baldini&Castoldi. 

Aquila, come è sempre stato chiamato nel corso dell’edizione, ha superato nella finalissima Irene Volpe, 22enne di Roma laureata in design, e Antonio Colasanto, 25enne dottorando in chimica alimentare di Novara. Quarto classificato Monir Eddardary, 29 anni, disoccupato di origini marocchine e residente a Bevagna (Perugia), eliminato nel corso del primo episodio della serata, uno Skill Test che ha ospitato lo chef Chicco Cerea, tre stelle Michelin con il ristorante “da Vittorio” a Brusaporto (Bergamo), e lo chef numero uno al mondo nella classifica “50 Best Restaurants”, Mauro Colagreco, tre stelle Michelin con il suo “Mirazur” a Menton. 

Prima di entrare nella Masterclass, Aquila aveva dichiarato di avere un sogno: aprire una catena di ristoranti sfruttando le sue duplici competenze sia in cucina che in sala. Il suo obiettivo era diventare un esempio per i suoi genitori, da cui ha imparato il valore del lavoro, e per sua figlia, nata da una relazione ora finita. I suoi piatti sono sempre stati validi, studiati, e Aquila si è sempre distinto per l’attenzione al dettaglio e per l’essere creativo. 

 

Sanremo 2021, via a terza serata. Omaggio a Lucio Dalla

Sanremo 2021, terza serata al via fra duetti e cover per i Big impegnati nella kermesse canora per eccellenza. Questa sera gli artisti sono votati dai musicisti e dai coristi dell’Orchestra, con una nuova classifica delle 26 canzoni in gara determinata dalla media tra le percentuali di voto ottenute durante la serata e quelle ottenute nelle serate precedenti. Ad accompagnare Amadeus e Fiorello, è la top model Vittoria Ceretti. Tra gli ospiti più attesi, la coppia Ibra-Mihailovic. 

Ad aprire la serata, Noemi e Neffa con il brano ‘Prima di andare via’. A seguire, nell’ordine: Fulminacci con Valerio Lundini e Roy Paci in ‘Penso positivo’; Francesco Renga con Casadilego in ‘Una ragione in più’; Extraliscio feat Davide Toffolo con Peter Pilcher in ‘Medley Rosamunda’; Fasma con Nesli in ‘La fine’; Bugo feat Pinguini Tattici Nucleari in ‘Un’avventura’; Francesca Michielin e Fedez – medley ‘E allora felicità’; poi Irama con Cyrano’, i Maneskin con Manuel Agnelli in ‘Amandoti’ e Random con The Kolors in ‘Ragazzo fortunato’. Undicesimo Willie Peyote con Samuele Bersani in ‘Giudizi universali’, Orietta Berti con Le Deva in ‘Io che amo solo te’, Gio Evan con i cantanti di The Voice Senior in ‘Gli anni’ e Ghemon con i Neri Per Caso – medley – ‘L’Essere infinito (L.E.I.)’. Quindicesimi La Rappresentante di Lista con Donatella Rettore in ‘Splendido splendente’, poi Arisa con Michele Bravi in’ ‘Quando’ e Madame in ‘Prisencolinensinainciusol’. 

Diciottesima Annalisa con Federico Poggipollini in ‘La musica è finita’, poi Lo Stato Sociale con Francesco Pannofino ed Emanuela Fanelli in ‘Non è per sempre’, Gaia con Lous and the Yakuza ‘Mi sono innamorato di te’, Colapesce Dimartino in ‘Povera Patria’, Coma_Cose con Alberto Radius e Mamakass ‘Il mio canto libero’, Max Gazze’ con Daniele Silvestri e la Magical Mistery Band in ‘Del mondo’. Chiudono Malika Ayane , ‘Insieme a te non ci sto più’, Ermal Meta con Napoli Mandolin Orchestra in ‘Caruso’ e Aiello con Vegas Jones con ‘Gianna’. 

Il ‘debutto’ di Francesco Guccini, mai scelto prima per la serata delle cover, e un’inedita doppietta di Giovanni Lindo Ferretti sono tra le curiosità delle canzoni scelte dai Big per l’esecuzione di brani che hanno fatto la storia della musica italiana. Gettonatissimo Lucio Battisti, scelto da tre artisti, e anche Ornella Vanoni e Jovanotti, scelti entrambi da due Big. E poi il Celentano di ‘Prisencolinensinainciusol’ scelto da Madame e il ‘Cyrano’ di Guccini scelto da Irama. E ancora Battiato per Colapesce Dimartino, Dalla per Ermal Meta, Pino Daniele per Arisa (che canterà ‘Quando’ con Michele Bravi), Gabriella Ferri per gli Extraliscio, Luigi Tenco per Gaia, Sergio Endrigo per Orietta Berti, Rino Gaetano per il conterraneo Aiello. Sicuramente attirerà l’attenzione anche la scelta ‘politica’ de Lo Stato Sociale che canterà ‘Non è per sempre’ degli Afterhours insieme a Sergio Rubini “e i lavoratori dello spettacolo”. 

Tanti sono i Big che canteranno la cover duettando con l’interprete originale. É il caso di Fasma che canterà ‘La fine’ con Nesli, de La Rappresentante di Lista che duetterà con Donatella Rettore sulle note di ‘Splendido Splendente’, di Noemi che intonerà ‘Prima di andare via’ con Neffa e di Willie Peyote che avrà al suo fianco Samuele Bersani per cantare ‘Giudizi Universali’. Diversi Big non hanno indicato ospiti per la loro cover: Colapesce Dimartino ‘Povera Patria’ di Franco Battiato, Irama ‘Cyrano’ di Francesco Guccini, Madame ‘Prisencolinensinainciusol’ di Adriano Celentano, Malika ‘Insieme a te non ci sto più’ di Caterina Caselli. Senza ospiti anche il duo Fedez-Michielin. 

Le cover più gettonate sono state quelle di Lucio Battisti: Bugo canterà ‘Un’avventura’ con i Pinguini Tattici Nucleari, i ComaCose ‘Il mio canto libero’ con Alberto Radius e i Mamakass. Ma Battisti con ‘La canzone del sole’ è entrato anche nel medley che Ghemon eseguirà con i Neri Per Caso e che include anche ‘Le ragazze’, ‘Donne’ e ‘Acqua e sapone’. Medley anche per Francesca Michielin e Fedez che, senza alcun ospite previsto al momento, uniranno ‘Del Verde’ di Calcutta e ‘Le cose che abbiamo in comune’ di Daniele Silvestri. 

A scegliere Ornella Vanoni, oltre ad Annalisa (che sarà sul palco con Federico Poggipollini), anche Francesco Renga che canterà ‘Una ragione di più’ con la vincitrice di ‘X Factor’ Casadilego. Jovanotti è stata la scelta di Fulminacci, che intonerà ‘Penso positivo’ con Valerio Lundini e Roy Paci, e di Random che ha optato per ‘Ragazzo fortunato’ in duetto con The Kolors. Due diversi periodi di Giovanni Lindo Ferretti per i Maneskin, che canteranno ‘Amandoti’ dei Cccp con Manuel Agnelli, e per Max Gazzè, che invece si cimenterà in ‘Del Mondo’ dei Csi con la M.M.B., band di eccezionali musicisti con cui ha già collaborato. 

E se Aiello ha scelto Vegas Jones per duettare sulle note di ‘Gianna’ di Rino Gaetano, Ermal Meta avrà accanto la Napoli Mandolin Orchestra per ‘Caruso’ di Dalla. Peter Pichler duetterà con gli Extraliscio e Davide Toffolo per ‘Rosamunda’ di Gabriella Ferri, Lous And The Yakuza canterà con Gaia ‘Mi sono innamorato di te’ di Luigi Tenco, i cantanti di The Voice Senior saliranno sul palco per cantare con Gio Evan ‘Gli anni’ degli 883 e Orietta Berti avrà al suo fianco il giovane quartetto de Le Deva per cantare ‘Io che amo solo te’ di Sergio Endrigo. 

Sanremo 2021, ascolti tv non decollano: dati seconda serata

Gli ascolti tv di Sanremo 2021, il Festival segnato dalla pandemia, non decollano. Ieri la prima parte della seconda serata è stata seguita da 10.113.000 spettatori con il 41,2% di share. L’anno scorso la prima parte della seconda serata del Festival fu seguita 12.841.000 spettatori e il 52,5% di share. 

Nella seconda parte della serata ieri gli spettatori sono stati 3.966.000 con il 45,7% di share. Mentre lo scorso anno la seconda parte della seconda serata fu seguita da una media di 5.451.000 spettatori con il 56,1% di share.  

La media ponderata dell’intera serata ieri è stata pari 7.586.000 spettatori con il 42,1%. L’anno scorso era stata di 9.693.000 spettatori con il 53,3% di share. Ma era un altro mondo. E forse questo festival spingerà ad una riflessione su quanto i lockdown hanno modificato la fruizione di audiovisivo, soprattutto per quanto riguarda la tv ‘lineare’, quella che si vede in diretta dal televisore. 

Come share medio dell’intera seconda serata, l’Amadeus Bis, con il suo 42,1%, si colloca comunque sopra ad alcune performance degli anni scorsi. Fa per esempio meglio del primo festival di Carlo Conti, che nel 2015 ottenne uno share medio nella seconda serata pari al 41,67% di share.
 

Sanremo, ecco la prima classifica generale provvisoria dei 26 Big

Ermal Meta è in testa alla classifica generale provvisoria del 71mo festival di Sanremo. Al secondo posto Annalisa, al terzo Irama. A seguire, nell’ordine: Malika Ayane, Noemi, Fasma, Fedez-Michielin, Lo Stato Sociale, Willie Peyote, Francesco Renga, Arisa, Gaia, Fulminacci, La Rappresentante di Lista, Maneskin, Max Gazzé, Colapesce e Dimartino, ComaCose, Extraliscio, Madame, Gio Evan, Orietta Berti, Random, Bugo, Ghemon, Aiello. 

Sanremo 2021, seconda serata: scaletta cantanti e ospiti

Tanti ospiti e cantanti big in gara oggi, nella seconda serata dell’edizione 2021 del Festival di Sanremo. Secondo la scaletta, gli ospiti questa sera saranno Laura Pausini, fresca vincitrice ai Golden Globe, Il Volo con Andrea Morricone per un omaggio al grande Ennio. E ancora Gigliola Cinquetti, Fausto Leali, Marcella Bella per una staffetta di grandi successi sanremesi. Poi Gigi D’Alessio, il marciatore azzurro Alex Schwazer, la capocannoniere della nazionale femminile di calcio e della Juventus Cristiana Girelli. Mentre il secondo ‘quadro’ di Achille Lauro coinvolgerà anche Claudia Santamaria e Francesca Barra. 

Per quanto riguarda i cantanti, in apertura di serata ci sarà la seconda parte della gara delle Nuove Proposte, che vedrà sul palco, nell’ordine: Wrongonyou, Greta Zuccoli, Davide Shorty e i gemelli Dellai.  

L’ordine di uscita dei restanti 13 Big (quelli che non si sono esibiti ieri sera) vede prima Orietta Berti. Poi, in ordine di uscita: La Rappresentante di Lista, lo Stato Sociale, Bugo, Gaia, Willie Peyote, Malika Ayane, Fulminacci, Extraliscio, Ermal Meta, Gio Evan, Irama (se andrà in porto il cambio di regolamento proposto da Amadeus per tenerlo in gara con i video della prova generale) e Random. 

Sanremo 2021, su ascolti pesano italiani in lockdown a letto presto

Sanremo 2021 nell’Italia del lockdown che va a letto presto o guarda meno la tv generalista e in diretta. E questo ha influito anche sul risultato d’ascolto della prima serata del Festival. Nonostante il coprifuoco legato alle restrizioni anti Covid, infatti, ieri sera gli italiani davanti alla tv erano molti meno rispetto a un anno fa: 17.934.000 spettatori la platea complessiva (dalle 21.36 all’ 1.30), oltre 1 milione 300 mila persone in meno rispetto alla prima serata del festival 2020, quando, negli stessi orari, davanti al piccolo schermo c’erano 19 milioni 275 mila persone). 

Sanremo, Gio Evan: “Innamorato della figura di Cristo, cerco la sua umanità in ogni uomo”

“Mi sono innamorato di Cristo perché l’ho letto fuori da ogni forma di canone, di tradizione, non venivo da un percorso di Chiesa. L’ho conosciuto in India, l’ho letto nel Vangelo con la stessa importanza di un Piccolo Principe, come un romanzo. L’ho trovato un grande uomo, a me interessa chi sacrifica la vita e se stesso per gli altri, chi ha il coraggio di dividere una pietanza, chi si ferma dal malato anche solo per dargli la sua presenza. Questo è quello che cerco nell’umanità, il Cristo in ognuno. E quindi sfido a non affezionarsi a una figura così aitante”. A raccontarlo all’Adnkronos è Gio Evan che, a Sanremo per la sua prima esperienza sul palco dell’Ariston dove stasera presenterà il brano ‘Arnica’, è uno degli artisti più poliedrici e profondi che quest’anno calcano la scena di un festival unico e irripetibile. 

“Lo vivo come un’esperienza inedita, in ogni forma. E questo Sanremo è più che storico, sono contento di partecipare a tanta grandezza”, spiega Gio Evan, all’anagrafe Giovanni Evani Giancaspro, rivelando le emozioni con le quali affronta il debutto. E parlando così del pezzo che porta in gara, ‘Arnica’. “Quest’arnica è andata a mettere le mani laddove la dimenticanza si stava facendo feroce -spiega l’artista- Sono dovuto andare a ripescare tutti i ricordi, le esperienze, le amicizie che ci hanno formato ma che spesso non ci ricordiamo. Io sono un viaggiatore, accumulo tante esperienze e ricordi. Arnica mi ha detto quali sono i ricordi primordiali, e sono andato a ripescarli affinché non si dimentichino”. 

Gio Evan è un viaggiatore da sempre. Ecco come ha affrontato il necessario stop importo dalla pandemia: “Quando ti fermi, e per me è difficile, raro e doloroso, scopri che ci sono dei modi di viaggio diversi, che non sono quelli di viaggiare dentro sé, ma fuori da sé e di sé. La lettura, l’arte, l’immedesimazione…il viaggio è tante cose. Per ora ci accontentiamo di queste altre forme”. Durante i suoi viaggi, si è guadagnato il soprannome di ‘evangelista’, per i valori e le ‘perle di saggezza’ che trasmette. Lui, però, schiva con modestia la cosa: “Non voglio insegnare niente, non sono capace -dice- A me piace manifestare la vastità di pensiero, e se posso fare qualcosa è proprio questo: ispirare alla ricerca interiore”. 

(di Ilaria Floris)