Municipio: Largo Felice Armati, 1 00043 Ciampino (RM) (+39) 06.79097.1 protocollo@pec.comune.ciampino.roma.it

Categoria: fatti/esteri

Covid, Gb approva uso vaccino Pfizer/BioNTech 

La Gran Bretagna ha approvato, come primo Paese al mondo, l’uso del vaccino contro il coronavirus messo a punto da Pfizer/BioNTech. Lo rende noto la Bbc, spiegando che l’ok è arrivato dall’agenzia britannica Mhra, secondo il quale il vaccino, efficace al 95 per cento, sarà distribuito dalla prossima settimana. Entro pochi giorni, quindi, saranno vaccinate le persone considerate maggiormente a rischio e che quindi hanno la priorità. 

La Gran Bretagna ha già ordinato 40 milioni di dosi, sufficienti per vaccinare 20 milioni di persone, dato che sono necessarie due iniezioni ciascuna. ”L’aiuto sta arrivando. Il sistema sanitario nazionale è pronto per iniziare le vaccinazioni all’inizio della prossima settimana”, ha scritto su Twitter il ministro alla Salute britannico Matt Hancock. 

Germania, auto contro pedoni a Treviri: almeno due morti 

Un’auto ha investito diverse persone in un’area pedonale di Treviri, nella Germania sud-occidentale. Lo ha riferito la polizia. Non sono chiare ancora le dinamiche dell’incidente. 

“Abbiamo arrestato una persona, un veicolo è stato posto sotto sequestro”, ha confermato su Twitter la polizia di Treviri, che in precedenza aveva invitato la popolazione ad evitare il centro della città. 

Covid Usa, lascia Scott Atlas: consigliere Trump per lotta a virus 

Lascia la task force coronavirus della Casa Bianca Scott Atlas. Esperto di neuroradiologia, sostenitore dell’immunità di gregge, critico riguardo l’uso delle mascherine e il distanziamento fisico come ‘armi’ nella lotta al Covid, dopo quattro mesi di lavoro ha pubblicato su Twitter la sua lettera di dimissioni dall’ “incarico di consigliere speciale” di Donald Trump. Senza esperienza in malattie infettive, Atlas era emerso come uno dei più stretti consiglieri di Trump e nella lettera ringrazia il presidente per “l’onore e il privilegio”, rivendica il “duro lavoro con l’unico obiettivo di salvare vite e aiutare gli americani durante la pandemia”.  

Il suo incarico avrebbe dovuto concludersi alla fine di questa settimana. Nella lettera di dimissioni Atlas afferma di “essersi sempre basato sulle ultime informazioni e prove scientifiche, senza considerazioni o influenze politiche” e riconosce di fatto la vittoria di Joe Biden augurando “al nuovo team tutto il meglio”. 

Intanto, secondo i dati della Johns Hopkins University, gli Usa registrano oltre 13,5 milioni di casi di Covid-19 con più di 268.000 decessi. “Con le terapie e i vaccini che stanno emergendo – conclude Atlas – resto ottimista sul fatto che l’America tornerà a prosperare e supererà le difficoltà della pandemia e tutto ciò che ha comportato”. 

Covid Francia, “somministrazione vaccino in 5 fasi” 

Le autorità sanitarie francesi raccomandano un vaccino anti Covid in 5 fasi per la popolazione del paese. L’Alta autorità per la salute ha diffuso un comunicato in cui si prevede la somministrazione del vaccino in una prima fase ai residenti in case di riposo e personale sanitario particolarmente esposto. Quindi – una volta che saranno disponibili più dosi – si passerà alla fase 2, che riguarda i 75enni e oltre e i 65-74enni con malattie pregresse, il personale sanitario ultracinquantenne o con problemi di salute. La fase 3 sarà riservata agli ultracinquantenni o ai minori di 50 anni con malattie e all’insieme del personale sanitario. Nella fase 4 rientreranno le persone fortemente esposte per il loro mestiere e le persone che vivono una condizione di precarietà (residenti ospedali psichiatrici, persone senza fissa dimora). L’ultima fase interesserà gli ultra 18enni senza malattie pregresse.  

 

Covid Usa, Fauci: “Ci aspettiamo un’ondata dopo l’altra” 

“Quello che ci aspettiamo mentre andiamo verso le prossime due settimane di dicembre è vedere un’ondata sovrapposta a quella ondata in cui siamo già”, tanto più all’indomani della festa del Ringraziamento, con milioni di americani che si sono spostati nonostante le raccomandazioni degli esperti. Lo ha detto alla Nbc Anthony Fauci, direttore dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive Usa, spiegando, in relazione al Natale e Capodanno in arrivo: “Dovremo prendere decisioni come nazione, stato, città e famiglia: siamo in un momento molto difficile e dovremo accettare restrizioni rispetto alle cose che vorremmo fare, in particolare in questa stagione delle vacanze”. Questo perché “stiamo entrando in quella che è davvero una situazione precaria, siamo nel mezzo di un ripido pendio”. 

A livello locale, Fauci ha detto di aver avuto segnalazioni di situazioni che potrebbero richiedere nuovi mini-lockdown: “Sto parlando di persone che iniziano a vedere stress significativi sul sistema ospedaliero e sanitario”. C’è una luce alla fine del tunnel, però, ha aggiunto, facendo riferimento ai vaccini e spiegando che “quasi certamente” si inizierà “prima della fine di dicembre” e “tra gennaio, febbraio e marzo sempre più persone verranno vaccinate”.  

Secondo l’esperto, gli americani dovrebbero avere fiducia nella campagna vaccinale: “Il motivo per cui dovremmo sentirci più fiduciosi al riguardo è che abbiamo una lunga, lunga storia nella distribuzione dei vaccini”, ha detto, spiegando poi a ‘Meet the Press’, che, anche se questa volta si tratta di 300 milioni di dosi, “ogni anno il sistema è impostato in modo che distribuiscano 80 milioni o più vaccini”. 

Elezioni Usa, Trump e la prima intervista: “Voto truccato” 

“Le elezioni sono state truccate”, sono state le elezioni “più incasinate della storia”. Donald Trump torna a rilanciare le accuse di brogli nelle elezioni Usa del 3 novembre, intervenendo telefonicamente nel programma di Maria Bartiromo su Fox News. E’ la prima intervista rilasciata dal presidente Usa dopo le elezioni.  

“Abbiamo vinto facilmente”, ha più volte ripetuto Trump, rilanciando le accuse di brogli, legati a suo giudizio sia all’uso delle macchinette elettroniche Dominion, che all’impossibilità per gli osservatori repubblicani di assistere alle operazioni di spoglio, che al voto postale. “E’ impossibile che Joe Biden abbia avuto 80 milioni di voti. E’ impossibile che Biden abbia avuto più voti di Barack Obama nelle comunità nere”, ha affermato il presidente Usa, senza però, ancora una volta, fornire prove specifiche dei presunti brogli. “E’ difficile arrivare fino alla Corte Suprema”, dice Trump, ammettendo la difficoltà dell’iter giudiziarioi. “Ho i migliori avvocati, ma è molto difficile portare un caso davanti alla Corte Suprema”, afferma, promettendo in ogni caso di usare “tutte le mie energie” per “dimostrare” i brogli elettorali che a suo giudizio sarebbero stati commessi. “Se lasciamo che accada, non avremo più un repubblicano eletto”. 

 

Covid Francia, 12.580 contagi e 213 morti 

Nel giorno del primo allentamento delle misure di lockdown per il Coronavirus, imposte in Francia, i dati del Sanità pubblica confermano un miglioramento della situazione con 12.580 nuovi contagi e 213 decessi nelle ultime 24 ore, in calo rispetto ai 396 di ieri. Il tasso di positività dei test è dell’11,4%, contro l’11,7% di ieri e il 12,2% del giorno prima. L’obiettivo che si è fissato il governo è di scendere sotto i 5mila casi quotidiani.  

 

 

 

Vaccino covid, “al via trasporto Pfizer tra Usa ed Europa” 

In attesa dell’approvazione della Food and Drug Administration (Fda) e degli enti regolatori europei e internazionali, sono iniziate le operazioni di trasporto del vaccino Pfizer per il coronavirus nei vari centri di distribuzione. Ad occuparsene, riporta il Wall Street Journal, è la United Airlines, con una serie di cargo che a partire da venerdì hanno iniziato a fare la spola tra l’O’Hare International Airport di Chicago e l’aeroporto internazionale di Bruxelles.  

Secondo il quotidiano, Pfizer ha ampliato la capacità dei siti di distribuzione che si trovano a Pleasant Prairie, nel Wisconsin, e a Karlsruhe, in Germania. L’azienda farmaceutica per la catena di distribuzione intende utilizzare valigette-frigo a bordo degli aerei e dei camion che poi distribuiranno il vaccino nel mondo.  

La United Airlines sarà autorizzata a trasportare sui propri voli cinque volte la quantità di ghiaccio secco normalmente consentita, per mantenere il vaccino alla giusta temperatura. Sempre secondo il Wsj, altre compagnie aeree si stanno preparando ad utilizzare i propri aerei per il trasporto del vaccino.  

Scienziato ucciso, Rohani punta il dito: “Israele vuole il caos” 

Teheran punta il dito per l’uccisione dello scienziato nucleare iraniano Mohsen Fakhrizadeh. Hassan Rohani tuona infatti contro le “mani cattive dell’arroganza globale e i loro mercenari sionisti”, mani “macchiate dal sangue di un altro iraniano”. In un messaggio diffuso tramite il sito web della presidenza iraniana, Rohani parla di “impotenza degli acerrimi nemici” della Repubblica Islamica e assicura che “il martirio” dello “scienziato diligente” Fakhrizadeh “non intaccherà la determinazione dei giovani e degli scienziati in Iran nel seguire la via della crescita scientifica”, anzi ne “rafforzerà la determinazione nel proseguire sulla strada di questo martire”. Rohani denuncia quello che considera un “orribile incidente terroristico” che “arriva dopo le ripetute sconfitte dei nemici nella regione e in altri campi della politica”. “Senza dubbio -spiega il presidente iraniano – il ministero della Difesa colmerà il vuoto lasciato da questo grande scienziato”.  

L’Iran “non lascerà senza risposta” l’omicidio dello scienziato, ha poi ribadito Rohani durante una riunione della task foce coronavirus secondo quanto riporta l’iraniana Irib. Rohani ha poi aggiunto: “La Nazione iraniana è troppo intelligente per cadere nella trappola della cospirazione sionista”. Israele, ha continuato Rohani, “pensa di creare il caos e di trascinare la regione nell’insicurezza, ma sa che non riuscirà a raggiungere i suoi obiettivi malvagi”. “Ancora una volta la popolazione di questo Paese e il mondo hanno assistito a un attacco terroristico sferrato contro un importante scienziato iraniano che ha dedicato le sue attività di ricerca alla battaglia contro il coronavirus e alla produzione di test diagnostici per il coronavirus”, ha sostenuto Rohani nelle dichiarazioni riportate dall’agenzia Mehr. 

“Il vile omicidio del martire Mohsen Fakhrizadeh non resterà senza risposta”. E’ quanto ha scritto in un tweet, senza risparmiare accuse a Israele, il presidente della commissione Sicurezza nazionale e Politica estera del Parlamento di Teheran, Mojtaba Zonnour 

Dopo l’uccisione convocata una riunione in via straordinaria del Parlamento di Teheran. Il portavoce della Commissione Sicurezza nazionale e politica estera, Abolfazl Amouei, ha fatto sapere che nelle prossime 24 ore l’Assemblea sarà convocata in via straordinaria per discutere di quanto avvenuto. Lo riporta l’agenzia iraniana Mehr. 

L’uccisione dello scienziato nucleare, si assicura, non fermerà in alcun modo il programma nucleare di Teheran, che per l’attentato accusa Israele. Lo dichiara il capo dell’Organizzazione iraniana per l’energia atomica, Ali-Akbar Salehi. “Il percorso di Fakhrizadeh continuerà ora con maggiore intensità”, ha detto Salehi. Sulla stessa linea, in un tweet, il ministro iraniano della Comunicazione, Mohammad Javad Azari Jahromi: “Ricresceranno in migliaia dopo il fiore che è stato strappato”. 

 

Iran, scienziato assassinato: “Ma programma nucleare continua” 

L’uccisione dello scienziato nucleare iraniano Mohsen Fakhrizadeh non fermerà in alcun modo il programma nucleare di Teheran. Lo dichiara il capo dell’Organizzazione iraniana per l’energia atomica, Ali-Akbar Salehi. “Il percorso di Fakhrizadeh continuerà ora con maggiore intensità”, ha detto Salehi. Sulla stessa linea, in un tweet, il ministro iraniano della Comunicazione, Mohammad Javad Azari Jahromi: “Ricresceranno in migliaia dopo il fiore che è stato strappato”. 

Hassan Rohani accusa intanto le “mani cattive dell’arroganza globale e i loro mercenari sionisti”, mani “macchiate dal sangue di un altro iraniano”. In un messaggio diffuso tramite il sito web della presidenza iraniana, Rohani parla di “impotenza degli acerrimi nemici” della Repubblica Islamica e assicura che “il martirio” dello “scienziato diligente” Fakhrizadeh “non intaccherà la determinazione dei giovani e degli scienziati in Iran nel seguire la via della crescita scientifica”, anzi ne “rafforzerà la determinazione nel proseguire sulla strada di questo martire”.  

Rohani denuncia quello che considera un “orribile incidente terroristico” che “arriva dopo le ripetute sconfitte dei nemici nella regione e in altri campi della politica”. “Senza dubbio – conclude il presidente iraniano – il ministero della Difesa colmerà il vuoto lasciato da questo grande scienziato”. 

 

Elezioni Usa, Trump: “Lascio se collegio elettorale voterà Biden” 

Donald Trump lascerà “certamente” la Casa Bianca se il Collegio elettorale voterà Joe Biden come nuovo presidente. Lo ha annunciato lo stesso tycoon in un incontro con la stampa, durante il quale ha ribadito di non essere disposto ad ammettere la sconfitta e le accuse di “massicci brogli” che, a suo parere, hanno condizionato il risultato elettorale. Secondo Trump, eleggere Biden alla Casa Bianca sarebbe “un errore”. “So una cosa, Joe Biden non ha ottenuto 80 milioni di voti”, ha proseguito Trump, che alla domanda su cosa farà se il Collegio elettorale dovesse eleggere il suo avversario democratico ha risposto: “Sarà una cosa molto difficile da ammettere”. 

Il presidente degli Stati Uniti ha quindi annunciato che la consegna del vaccino anti-Covid inizierà la “prossima settimana”. Parlando con le truppe Usa oltre oceano in occasione del Giorno del Ringraziamento, Trump ha precisato che i primi a ricevere il vaccino saranno personale sanitario e anziani. 

 

Covid Germania, lockdown ‘light’ fino al 20 dicembre 

Al termine di una giornata di negoziati, il governo federale e i leader dei 16 länder tedeschi hanno deciso di estendere il “lockdown light’ in Germania fino al 20 dicembre. 

Sebbene le attuali normative, in vigore da oltre tre settimane, abbiano mostrato segni di poter impedire al virus di diffondersi più rapidamente, è necessario altro tempo per garantire la sicurezza, ha affermato la cancelliera Angela Merkel. 

“Ancora una volta, dobbiamo fare affidamento sui nostri punti di forza”, ha detto, sottolineando che l’estensione delle misure potrebbe essere revocata qualora si registrasse un calo inaspettato nel conteggio dei casi. “Sfortunatamente, questo non è probabile al momento”, ha aggiunto. 

Durante le feste di Natale in Germania saranno consentiti incontri con 10 persone di due famiglie, escludendo dal conteggio i minori di 14 anni.  

 

 

Covid Africa, oltre 50mila morti da inizio pandemia 

In Africa sono più di 50.000 i morti dall’inizio della pandemia di coronavirus. Gli ultimi dati dell’ufficio regionale dell’Organizzazione mondiale della Sanità parlano di 50.357 decessi (a fronte dei 49.993 del bollettino di ieri) su quasi 2,1 milioni di casi (2.092.503 contagi) con oltre 1,7 milioni di persone guarite. Il bilancio più triste arriva dal Sudafrica con 21.083 decessi. Segue, tra i Paesi con il maggior numero di vittime, l’Egitto con 6.573 morti. 

Usa, Biden: “Il mio non sarà un terzo mandato Obama” 

“Questo non è un terzo mandato Obama. Abbiamo di fronte un mondo completamente diverso da quello che avevamo davanti durante l’amministrazione Obama-Biden. Il presidente Trump ha cambiato il paesaggio”. A dichiararlo, in un’intervista alla NbcNews, è stato il presidente eletto Joe Biden.  

Biden riceverà i briefing quotidiani di intelligence dopo il via libera della Casa Bianca. Ad annunciarlo è stato l’Ufficio del Direttore nazionale di intelligence (ODNI). “Questo pomeriggio la Casa Bianca ha approvato” la procedura che permetterà all’Odni “di fornire i briefing quotidiani nel quadro del sostegno al processo di transizione”, è stato reso noto. 

 

Covid Francia, Macron: “Fine lockdown ma coprifuoco prima di Natale” 

Dal 15 dicembre in tutta la Francia sarà in vigore un coprifuoco dalle 21 alle 7, ma “potremo muoverci liberamente nelle sere del 24 e 31 dicembre”. Lo ha detto il presidente Emmanuel Macron nel suo discorso alla Nazione. Dopo un primo alleggerimento il 28 novembre, con l’apertura dei negozi, la seconda tappa di alleggerimento inizierà il 15 dicembre, con la fine del confinamento, ha poi spiegato Macron, sottolineando che tale passo potrà essere fatto se si sarà scesi a 5mila contagi al giorno. “Il confinamento sarà sollevato. Potremo spostarci senza autorizzazione, anche fra regioni, passare il Natale in famiglia”, ha detto, invitando ad evitare comunque “gli spostamenti inutili”. A partire da sabato 28 novembre, quindi, negozi e servizi potranno riaprire, ma gli esercizi dovranno chiudere alle 21. A partire da questa data saranno permessi anche spostamenti a scopo di passeggiata nel raggio di 20 chilometri da casa e per un massimo di tre ore.  

Una terza tappa di alleggerimento delle misure potrà scattare il 20 gennaio se i dati dell’epidemia lo permetteranno, ha spiegato ancora Macron, prevedendo la riapertura dei ristoranti e la ripresa delle lezioni in presenza per i licei. La vaccinazione contro il Covid-19 “non sarà obbligatoria” in Francia, ha quindi precisato il presidente. “Probabilmente inizieremo alla fine di dicembre, all’inizio di gennaio, previa autorizzazione da parte delle autorità sanitarie, vaccinando le persone fragili e quindi i più anziani”, ha detto. 

Per quanto riguarda gli sport invernali, il presidente francese ha spiegato che è in corso una concertazione del governo. Tuttavia “mi sembra impossibile prevedere un’apertura per le feste, sarebbe meglio privilegiare una riapertura a gennaio”, ha detto, spiegando che vi sarà anche un coordinamento con altri paesi Ue.  

Biden presenta il suo team: “L’America è tornata” 

“E’ un team che riflette il fatto che l’America è tornata, è pronta a guidare il mondo, non a ritirarsi”. Lo ha dichiarato il presidente eletto Joe Biden annunciando gli uomini chiave della sua Amministrazione in materia di sicurezza nazionale e politica estera. Il presidente americano eletto ha confermato una serie di nomine per la sua futura amministrazione: Anthony Blinken come segretario di Stato, Alejandro Mayorkas, come segretario alla Sicurezza Interna, Avril Haynes come Direttore della National Intelligence, Linda Thomas-Greenfield, come ambasciatore all’Onu, Jake Sullivan, come consigliere per la Sicurezza nazionale e John Kerry, come inviato speciale per il Clima.  

“L’America è più forte quando lavora con i suoi alleati”, ha aggiunto Biden, che ha continuato: “Collettivamente questa squadra ha raggiunto alcuni dei più importanti risultati diplomatici e di sicurezza nazionale degli ultimi tempi”. 

“Nonostante le evidenti pressioni politiche del presidente, nelle ultime 24 ore Michigan, Pennsylvania e Nevada hanno certificato i loro risultati e la Gsa ha iniziato la transizione. Tuttavia, il presidente Trump non ha ammesso” la sconfitta, ha poi dichiarato Biden in un tweet. 

KERRY – Ritorneremo negli accordi di Parigi “fin dal primo giorno” della presidenza Biden. Lo ha promesso oggi John Kerry, scelto dal presidente americano eletto come inviato speciale per il clima, una sfida, ha detto, “che nessun paese può risolvere da solo” e per la quale servirà l’impegno della “leadership dell’America”. “Ma Parigi non basterà”, bisognerà andare oltre alla conferenza di Glasgow per lasciare “un pianeta in via di guarigione alle future generazioni”. Joe Biden “avrà fiducia nella scienza per proteggere la creazione di Dio”, ha detto infine Kerry che, come il presidente eletto, è cattolico, in parole che ricordano l’impegno di Papa Francesco per la protezione dell’ambiente.  

BLINKEN – Il team “mi dirà quello che devo sapere, non quello che voglio sentire”. Così il futuro segretario di Stato Anthony Blinken si è presentato oggi alla stampa.Blinken ha parlato molto delle sue radici, ricordando che i suo familiari sono sopravvissuti all’olocausto e fuggiti dal comunismo in Ungheria. E ha raccontato che il patrigno, dopo essere fuggito durante la ‘marcia della morte’ da un lager nazista incontrò un soldato americano in Baviera e cadde in ginocchio dicendo le sole tre parole che conosceva in inglese: “Good bless America”.  

THOMAS-GREENFIELD – “L’America è tornata, il multilateralismo è tornato, la diplomazia è tornata”. Lo ha detto ai giornalisti Linda Thomas-Greenfield, scelta dal presidente americano eletto Joe Biden come futuro ambasciatore all’Onu.  

Sci e covid, Austria: no a Italia, piste aperte 

L’Austria dice no alla proposta avanzata dall’Italia di una chiusura degli impianti sciistici a livello europeo durante le vacanze di fine anno per evitare la diffusione del Coronavirus.  

“Per l’industria turistica austriaca la pandemia da Covid 19 rappresenta in tutti i sensi un’enorme minaccia, in termini di salute ed economici”, ha dichiarato il ministro delle Finanze austriaco Gernot Bluemel a Vienna. Per il suo ministero una chiusura comporterebbe una perdita di circa 2,4 miliardi di euro per le tre settimane di vacanze di fine anno. “Se l’Unione Europea veramente vuole questo, deve pagare”, ha aggiunto Bluemel, chiarendo che si tratterebbe di assicurare l’80 per cento di quei proventi, in linea con quanto prevede lo stato austriaco in termini di risarcimenti agli esercizi commerciali chiusi. 

Elezioni Usa, Trump autorizza transizione con Biden 

A quasi tre settimane dall elezioni Usa, Donald Trump autorizza finalmente la transizione di poteri con Joe Biden, pur non riconoscendo ancora la sconfitta e assicurando che la sua “battaglia” per rovesciare l’esito del voto che ha attribuito la vittoria al candidato democratico “continua”, “vinceremo”. 

“Voglio ringraziare Emily Murphy, della Gsa (General services administration, l’agenzia federale responsabile della transizione tra le amministrazioni, ndr) per la sua fedeltà e salda devozione al nostro Paese – ha scritto Trump in due tweet la scorsa notte – E’ stata minacciata e maltrattata e io non voglio vedere che questo accada di nuovo a lei, alla sua famiglia o ai dipendenti del Gsa”. 

“Il nostro caso continua con forza, continueremo la nostra giusta battaglia e credo che vinceremo”, assicura quindi il presidente, riconoscendo però che “nel migliore interesse del nostro Paese raccomando che Emily ed il suo team facciano quello che deve essere fatto per quanto riguarda l’avvio dei protocolli e ho detto al mio team di fare lo stesso”.  

La decisione di Trump di autorizzare l’agenzia federale competente a lavorare con il team di transizione di Biden in vista del suo insediamento alla Casa Bianca “è il passo necessario per affrontare le sfide che la nostra nazione ha davanti a sé, tra cui quella di mettere la pandemia sotto controllo e di rimettere in sesto l’economia”, si legge in una nota del direttore della transizione dello staff del presidente eletto, Yohannes Abraham, secondo cui “la decisione finale è un’azione amministrativa per avviare formalmente il processo di transizione con le agenzie federali”.  

Biden sceglie Blinken come segretario di Stato 

Biden: “E’ ora di ripristinare la leadership americana” 

“È ora di ripristinare la leadership americana. Confido che questo gruppo faccia proprio questo”. Lo ha twittato il presidente americano eletto Joe Biden, annunciando i primi membri del “team per la sicurezza nazionale e la politica estera” e ricordando che le sfide in corso sono tali “che nessuna nazione può affrontarle da sola”. 

La commissione elettorale del Michigan, intanto, certifica ufficialmente i voti delle presidenziali Usa, riconoscendo la vittoria a Joe Biden. Il presidente eletto, ha detto un portavoce di Biden, “ha vinto clamorosamente lo stato del Michigan con oltre 150.000 voti, 14 volte il margine di Donald Trump nel 2016”.