Municipio: Largo Felice Armati, 1 00043 Ciampino (RM) (+39) 06.79097.1 protocollo@pec.comune.ciampino.roma.it

Categoria: Guida ai Servizi

E’ morto lo storico Nicola Tranfaglia

Lo storico Nicola Tranfaglia, autore di studi sulla storia politica e istituzionale del Novecento italiano e specialista di storia del giornalismo, è morto la notte scorsa all’età di 82 anni a Roma. L’annuncio della scomparsa è stato dato dalla Fondazione Paolo Muridi, di cui era presidente del comitato scientifico. La famiglia ha precisato all’Adnkronos che il professore Tranfaglia era stato ricoverato circa tre mesi fa nell’ospedale romano Umberto I in seguito ad un’emorragia cerebrale da cui non si era più ripreso.  

Nato a Napoli il 2 ottobre 1938, Tranfaglia è stato uno storico di grande rilievo passato da giovane collaboratore di “Nord e Sud”, la rivista meridionalista di Francesco Compagna, agli studi storici, divenendo docente di storia contemporanea presso l’Università di Torino, di cui era professore emerito dal 2007. Attento studioso del movimento democratico e del fascismo, Tranfaglia si è dedicato con acume ad indagare le radici storiche di fenomeni come il terrorismo, le mafie e il populismo ed ha dedicato buona parte del suo lavoro alla storia del giornalismo: è autore della monumentale “Storia della stampa italiana” curata insieme a Valerio Castronovo per Laterza (sette volumi, 1976-2002). Ha diretto grandi opere di critica e sintesi storiografica: “Il mondo contemporaneo” (19 volumi, 1978-83, La Nuova Italia); “La storia. I grandi problemi dal Medioevo all’età contemporanea” (con Massino Firpo, 10 volumi, 1986-88, Utet); “Storia d’Europa” (4 volumi, con la curatela di Bruno Bongiovanni e Gian Carlo Jocteau, 1980, La Nuova Italia); “Dizionario storico dell’Italia unita” (Laterza, 1996). 

Tranfaglia si era laureato nel 1961 in giurisprudenza presso l’Università “Federico II” del capoluogo campano, discutendo una tesi sulla storia della Corte costituzionale in Italia. Iniziò la carriera accademica come ricercatore presso la Fondazione Luigi Einaudi di Torino, per diventare tre anni dopo assistente di Alessandro Galante Garrone alla cattedra di storia contemporanea dell’Università di Torino. Dal 1976 al 2006 è stato titolare delle cattedre di storia contemporanea, di storia dell’Europa e del giornalismo all’Università di Torino. E’ anche preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Ateneo torinese. Era membro delle redazioni delle riviste “Studi storici” e “Passato e presente” e del comitato scientifico della Fondazione Nazionale Antonio Gramsci.  

Vasta la bibliografia di Tranfaglia: “Carlo Rosselli dall’interventismo a Giustizia e Libertà” (Laterza, 1968); “Dallo stato liberale al regime fascista” (Feltrinelli, 1973); “Stampa e sistema politico nell’Italia unita” (Le Monnier, 1986); “Mafia, politica e affari 1943-91” (Laterza, 1992); “La prima guerra mondiale e il fascismo” (Utet, 1995); “Un passato scomodo. Fascismo e post-fascismo” (Baldini Castoldi Dalai, 1996); “Storia degli editori italiani. Dall’Unità d’Italia agli anni Sessanta” (Laterza, 2000); “La sentenza Andreotti. Politica, mafia e giustizia nell’Italia contemporanea” (Garzanti, 2001); “La transizione italiana” (Garzanti, 2003); “La stampa del regime 1932-1943. Le veline del Minculpop per orientare l’informazione” (Bompiani, 2005); “Ma esiste il quarto potere in Italia? Stampa e potere politico nella storia dell’Italia unita” (Baldini Castoldi Dalai, 2005); “Un passato scomodo. Fascismo e postfascismo” (Laterza, 2006); “Vite sospese. Le generazioni del terrorismo (in collaborazione con Diego Novelli, Baldini Dalai Castoldi, 2007); “Il libro dei deportati. I deportati politici 1943-1945” (in collaborazione con Brunello Mantelli, Mursia, 2009); “Vita di Alberto Pirelli 1882-1971. La politica attraverso l’economia” (Einaudi, 2010); “Populismo. Un carattere originale nella storia d’Italia” (Castelvecchi, 2014); “Il fascismo e le guerre mondiali (1914-1945)” (Rusconi, 2019); “Storia politica della Corte Costituzionale” (Massari, 2020). 

Tranfaglia ha collaborato spesso con Giuseppe Casarrubea per indagare l’intreccio tra mafia, neofascismo e servizi segreti statunitensi a cavallo del secondo dopoguerra. Lo storico ha avuto anche un’esperienza politica come deputato del Partito dei Comunisti Italiani tra il 2006 e il 2008. In seguito si era avvicinato all’Italia dei Valori, candidandosi alle elezioni europee del 2009 ma non venendo eletto. Come giornalista ha collaborato con “La Repubblica” e “L’Espresso”. 

(di Paolo Martini) 

 

Curzio Maltese: “Messo alle corde da intervento alla testa”

Curzio Maltese torna sui social dopo tre anni e, in un messaggio, spiega i motivi della sua lunga assenza. “Buongiorno a tutti. Eccomi qui, di nuovo, dopo tre anni. Un intervento alla testa mi ha ridotto alle corde e ho dovuto ricominciare a camminare, parlare e scrivere”, rivela il noto giornalista e scrittore. “E’ stato ed è un percorso complesso ma oggi mi sento pronto a ritornare tra le persone. Ancora con alcune difficoltà, ma felice di esserci”, scrive Maltese.  

“In questo ultimo anno ho ricominciato a scrivere per Repubblica, ma adesso ho un grande desiderio di aprirmi, anche attraverso questo spazio, per tornare a confrontarmi con vecchi e nuovi amici. Mi piacerebbe parlare con voi di tutto, di politica, di cinema, teatro e anche di sport e di tutto quello che salterà fuori. Grazie di cuore a tutti coloro che mi sono stati accanto in questa prova terribile della mia vita e mi scuso con chi mi ha scritto con tanto affetto ma non ero in grado di rispondere. La vita -conclude- è sempre bella”. 

Il 21 luglio arriva a Ciampino la Campagna di vaccinazione itinerante anti Covid-19 “La salute in Movimento”

Parte il camper vaccinazioni della Asl Roma 6. Potranno vaccinarsi, senza prenotazione, tutti i cittadini maggiori di 18 anni non ancora vaccinati. Sarà sufficiente recarsi presso  l’ambulatorio mobile portando con sé tessera sanitaria o il codice STP/ENI Per la campagna sarà utilizzato il vaccino monodose Janssen…

Premio Strega 2021, vince Emanuele Trevi

Emanuele Trevi è il vincitore della LXXV edizione del Premio Strega con 187 voti per ‘Due vite’ (Neri Pozza), rispettando così le previsioni della vigilia che lo davano come favorito. Al secondo posto Donatella Di Pietrantonio con ‘Borgo Sud’ (Einaudi), 135 voti, e al terzo Edith Bruck con ‘Il pane perduto’ (La nave di Teseo), 123 voti. Al quarto posto Giulia Caminito con ‘L’acqua del lago non è mai dolce’ (Bompiani), 78 voti, e al quinto Andrea Bajani con ‘Il libro delle case’ (Feltrinelli), 66 voti. Il premio è stato consegnato da Giuseppe D’Avino, presidente di Strega Alberti Benevento, storico sponsor del liquore abbinato al riconoscimento fondato da Maria e Goffredo Bellonci.  

A presiedere il seggio Sandro Veronesi, vincitore della scorsa edizione del Premio Strega con ‘Il Colibrì’ (La nave di Teseo). Hanno votato in 589 su 660 aventi diritto al voto (pari a circa ‘89%). La giuria è composta dai 400 Amici della Domenica, il gruppo storico di votanti formato da personalità del mondo della cultura, e dai 240 voti tra i lettori all’estero scelti dagli 30 Istituti italiani di cultura, i ‘lettori forti’ scelti dalle librerie indipendenti e i voti collettivi espressi da scuole, università e gruppi di lettura, tra i quali i circoli istituiti dalle Biblioteche di Roma. Numerosi gli scrittori entrati a far parte quest’anno del gruppo degli Amici della domenica: Silvia Avallone, Daniele Mencarelli, Premio Strega Giovani 2020, Giorgio Nisini, Matteo Nucci e Laura Pugno. 

La proclamazione del vincitore della 75esima edizione è avvenuta questa notte nel giardino del Ninfeo del Museo Nazionale Etrusco di Valle Giulia a Roma, con la cerimonia trasmessa in diretta su Rai 3 e condotta da Geppi Cucciari. Rispettando le prescrizioni in materia di distanziamento fisico, la manifestazione non si è potuta svolgere alla presenza dell’ampio pubblico consueto: erano presenti 120 persone in base ai protocolli Covid.  

Il romanzo ‘Due vite’ racconta Rocco Carbone e Pia Pera, scrittori e amici, entrambi morti giovani. “Mi interessava vedere questi due miei amici dentro un aspetto di realizzazione artistica e dentro un aspetto precedente di completa incertezza del futuro”, ha detto il 57enne scrittore e critico letterario romano Emanuele Trevi.  

Il Premio Strega Giovani è stato consegnato a Edith Bruck, mentre Giulia Caminito ha ricevuto lo Strega Off. Il concorso di idee indetto da Bper Banca e rivolto alle venti Accademie di Belle Arti statali nazionali per la realizzazione di una scultura ispirata al mestiere di scrivere e all’importanza della promozione della lettura è stato vinto da Liang Yue, dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, che ha ricevuto una borsa di studio. La propria opera, una piuma in bronzo a forma di “S”, è stata donata ai cinque autori finalisti.  

Sono intervenuti durante la cerimonia Giovanni Solimine e Stefano Petrocchi, rispettivamente presidente e direttore della Fondazione Bellonci, gli scrittori Francesco Piccolo e Dacia Maraini, e Stefano Rossetti, vicedirettore generale vicario di Bper Banca.  

Per il vincitore della LXXV edizione del Premio inizia nei prossimi giorni lo Strega Tour: 10 luglio, Il Libro Possibile, Polignano; dal 15 al 18 luglio, Festival Armonia del Salento, Alessano; 23 luglio, Festival Letterature, Roma; 29 luglio, Una montagna di Libri, Cortina d’Ampezzo; 30 luglio, Marciana Marina, Elba; 26 agosto, Benevento Città Spettacolo; 27 agosto, La città dei lettori, Firenze; 28 agosto, Festival delle Emozioni, Terracina. (di Paolo Martini) 

 

 

AVVISO: pubblicazione Ordinanza Sindacale 8 del 5 luglio 2021 dal titolo “Divieto di vendita e somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche in occasione delle partite di semifinale e finale del Campionato Europeo di calcio che si terranno i giorni sei e undici luglio 2021 alle ore 21 sull’intero territorio comunale”

Il Sindaco, Daniela Ballico, attraverso l’Ordinanza Sindacale 8 del 5 luglio 2021 dal titolo “Divieto di vendita e somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche in occasione delle partite di semifinale e finale del Campionato Europeo di calcio che si terranno i giorni sei e undici…

Sgarbi: “Indagato per quadro de Boulogne? Era copia non mia, mi attaccano per candidatura”

“Il quadro prima di tutto non è autentico, e poi non è mio, io non c’entro assolutamente niente. Lo avevo solo in visione, e avevo stabilito che fosse palesemente una copia. Non è un de Boulogne, non è pubblicato da nessuna parte. Questa è un’altra di queste cose fatte contro di me dovute alla mia candidatura a Roma come assessore”. Risponde così all’Adnkronos Vittorio Sgarbi all’accusa, riportata oggi sul quotidiano ‘Repubblica’, per la quale risulta indagato a Siracusa, ovvero per l’esportazione illecita di una tela attribuita al maestro Valentin de Boulogne, il cui valore commerciale è stimato in cinque milioni di euro.  

Il quadro è stato ritrovato in un appartamento nel Principato di Monaco, ed è stato riportato in Italia il 15 giugno scorso e messo sotto sequestro. “Era una perizia che stavo facendo di un quadro che è stato ordinato per portarlo non so dove, ma è una copia assoluta: non è quello della fototeca Zeri, l’originale sta all’Accademia Chigiana di Siena”, incalza il critico d’arte. “L’hanno preso da casa mia perché era stato portato perché facessi una perizia, quindi si tratta di un’accusa assurda”.  

“Stavo cercando di verificare la possibilità che il dipinto passasse dallo status di copia allo status di replica, ma era evidente la derivazione dalle altre versioni”, prosegue Sgarbi. “Sottolineo che ignoravo totalmente la destinazione dell’opera una volta effettuata la mia valutazione”, puntualizza Sgarbi. “Sapevo dovesse andare ad una mostra di antiquariato, ma poi non ho saputo più nient’altro”, conclude il critico d’arte. 

Avviso variazione area – Sabato 3 luglio 2021: Giornata Ecologica di raccolta e recupero rifiuti ingombranti – Nuova Ordinanza

L’Amministrazione comunale, in collaborazione con la Società Ambi.En.Te. S.p.a. di Ciampino, informa che sabato 3 luglio nel PIAZZALE DI LARGO EUROPA UNITA, dalle ore 08.00 alle ore 12.30, tutti i cittadini potranno conferire gratuitamente negli appositi container i seguenti rifiuti: – Ingombranti a base lignea (mobili, porte,…

Torna ‘Arte Cultura Villa Sormani’, dal 25 giugno 3 giorni di eventi, storia e cultura

Dopo il successo delle precedenti edizioni, in una atmosfera di rinascita e ripartenza della cultura da vivere ‘in presenza’, torna il premio ‘Arte Cultura Villa Sormani’. Nello scenario della millenaria dimora storica di Missaglia, dal 25 giugno inizierà una intensa tre giorni di immersione nella cultura e nella storia che culminerà con la cerimonia di consegna del riconoscimento a illustri eccellenze lombarde nel campo dell’arte e dell’imprenditoria. “È un immenso orgoglio, in questo momento storico di rinascita, ritrovarsi a celebrare la cultura in questa sede eccezionale, con un percorso espositivo senza precedenti -dice il conte Alberto Uva Parea, proprietario della dimora e organizzatore del Premio-. Nonostante le enormi difficoltà causate dalla situazione sanitaria siamo riusciti a organizzare un evento di rilievo internazionale”.  

Oltre alla serata di premiazione, “abbiamo predisposto un percorso artistico che avrà come focus principale l’esposizione di due dipinti di grande valore storico: il Bacco sul barile di Peter Paul Rubens e la Madonna con Bambino di Erasmus Quellinus. Nato nel 2018 con il riconoscimento consegnato al grande Maestro del cinema Pupi Avati, il premio Arte Cultura Villa Sormani è cresciuto anno dopo anno nella forma e nei contenuti, celebrando illustri eccellenze italiane e del territorio che con il loro ingegno e impegno contribuiscono all’immagine dell’Italia nel mondo”.  

In questa quarta edizione, i riconoscimenti andranno: per il settore Impresa ad Andrea Maspero di Maspero Elevatori, gruppo internazionale che ha realizzato installazioni uniche in tutto il mondo, tra cui avveniristici ascensori nell’Acropoli di Atene, nel Tempio di Penang in Malesia e presso il Business Park di Jedda. Per la ricerca scientifica a Lucio Rovati, presidente e direttore scientifico di Rottapharm Biontech per il suo prezioso impegno nella ricerca di farmaci innovativi. Per il settore Arte e Cultura a Franca Squarciapino, geniale costumista, commendatore della Repubblica, che ha collezionato venti tra i più prestigiosi premi in tutto il mondo, tra cui il celebre Tony Award per l’eccellenza teatrale e l’Oscar per i costumi nel film Cyrano de Bergerac e allo scenografo di fama internazionale Ezio Frigerio, già collaboratore stabile di Giorgio Strehler, per la sua meravigliosa carriera nella realizzazione delle scenografie di numerose opere cinematografiche e teatrali.  

Uno speciale riconoscimento alla memoria andrà ad Amedeo Maffei, psicologo e scienziato, per l’impegno profuso nella ricerca, culminata nella realizzazione dello strumento terapeutico Keope, attualmente in sperimentazione presso l’Istituto di neuroscienze dell’ospedale San Raffaele. La figura di Maffei verrà ricordata da Giancarlo Comi, membro del comitato per l’assegnazione del premio ‘Arte Cultura Villa Sormani’, neurologo di fama internazionale, fondatore dell’INSPE, l’Istituto di neurologia sperimentale dell’ospedale San Raffaele di Milano.  

Una menzione speciale andrà a Giovanni Firera, presidente onorario di Confindustria Albania in Italia e già presidente dei giornalisti ufficio stampa del Piemonte, per il suo intenso impegno nella comunicazione e nei rapporti internazionali. Sarà inoltre presente l’artista Viareggino Maicol Borghetti con il suo progetto ‘Nebula. Da Mythos a Protos: Il futuro nel passato, sono stato, sarò… quindi sono’ ed interverrà il celebre museologo di fama internazionale Maurizio Vanni, docente universitario e direttore del Lu.c.c.a. – Lucca Center of Contemporary Art con un dialogo sul tema: cultura e identità, l’importanza dell’anima di un luogo. L’evento comprenderà inoltre una performance teatrale e musicale per celebrare il settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri che impegnerà il noto attore e drammaturgo Massimiliano Finazzer Flory in una parafrasi di tre canti del Purgatorio ed uno del Paradiso della Divina Commedia, seguito da Alessandro Nava, autore e scrittore del libro ‘L’opera senza nome’ che dialogherà con il pubblico sul tema: Tradire Dante, un viaggio controcorrente nella Divina Commedia.  

Matteo Fedeli, rinomato violinista, che porta in giro per il mondo i celebri strumenti dei famosi liutai cremonesi ed è perciò conosciuto ‘l’uomo degli Stradivari’, eseguirà delle arie con un violino realizzato nel 1709 dal liutaio cremonese Pietro Guarneri. Madrina della manifestazione sarà l’attrice Morena Gentile, Leone d’Argento al Gran Premio Cinematografico Internazionale di Venezia nel 2019 e che parteciperà al prossimo lavoro di Pupi Avati sulla Vita di Dante, le cui riprese inizieranno alla fine di giugno. “È stato un impegno faticoso ed intenso – conclude Alberto Uva – costruire questa quarta edizione del Premio, ricca di contenuti e con la presenza di tanti talenti. La passione ci sprona fin da subito a lavorare per la prossima edizione che sarà ancora più vasta e importante e che porterà il progetto ‘Arte Cultura Villa Sormani’ a crescere anche in ambito internazionale”.  

Morto Tuono Pettinato, addio al fumettista 44enne

Il disegnatore Andrea Paggiaro, noto con il nome d’arte di Tuono Pettinato, tra i più quotati giovani autori di fumetto italiani, specializzato in illustrazioni di biografie oltre a storie originali in forma di strisce, graphic novel e vignette, è morto all’età di 44 anni dopo una lunga malattia. L’annuncio della scomparsa è stato dato oggi su Facebook dal progetto Comics&science, con cui condivideva la passione per la scienza.  

“È con grande dolore che apprendiamo che stanotte ci ha lasciati Tuono Pettinato – si legge nel post – Era un grande artista del fumetto, e un amico per tutti noi di C&S. È stato con noi in tante avventure e viaggi improbabili, dal Cern a Manchester, con l’intelligenza e l’arguzia che erano solo sue. La sua delicata e surreale ironia ci mancherà moltissimo”. Era nato a Pisa il 27 settembre 1976 e nel 2014 era stato premiato come “Miglior Autore Unico” a Lucca Comics & Games. Il nome d’arte di Paggiaro deriva dal titolo di un libro presente ne “La biblioteca di Babele”, uno dei più noti racconti dello scrittore argentino Jorge Luis Borges. 

Tuono Pettinato si era formato a Bologna al Dams e poi all’Accademia Drosselmeier per editor e librai. Ha firmato la serie “I Ricattacchiotti”, pubblicata settimanalmente da “Repubblica XL” e ha collaborato con Animals” e “Linus”. Faceva parte del collettivo creativo dei SuperAmici (con Ratigher, Lrnz, Dottor Pira e Maicol & Mirco), con il quale ha creato la rivista a fumetti “Hobby Comics” e “Pic Nic”, primo free press italiano dedicato al mondo del fumetto. Il suo primo libro si intitola “Apocalypso! – Gli anni dozzinali”. Per Rizzoli Lizard ha pubblicato “Garibaldi – Resoconto veritiero delle sue valorose imprese ad uso delle giovini menti” (2010), in coppia con Francesca Riccioni, “Enigma – La strana vita di Alan Turing” (2012), “We are the champions” (2016), con testo di Dario Moccia”, “Non è mica la fine del mondo” (2017, ancora con Francesca Riccioni), “Big in Japan” (2018, con testo di Dario Moccia), “Chatwin. Gatto per forza, randagio per scelta” (2019). Il suo libro più recente è “Neri & Scheggia in Galleria” (Coconino Press, 2020). Ha illustrato per l’editrice Campanila una serie di libri tra i quali la collana mitologica Antìkoi. Tra le sue pubblicazioni “Apocalypso! Gli anni dozzinali” (Coniglio Editore, 2010). 

Libri, Smorto: “Nelle mie storie il coraggio e la ribellione dei calabresi a politica e’Ndrangheta'”

Il punto di partenza era “raccontare l’altra faccia della Calabria. Una regione che ha una pessima fama, data per perduta, o comunque con poche speranze, da tutto il resto del paese” e, per farlo, “partire dal racconto dei resistenti”. Comincia così il racconto all’Adnkronos di Giuseppe Smorto, firma storica di Repubblica, che descrive il fil rouge che lo ha mosso nello scrivere ‘A Sud del Sud – Viaggio dentro la Calabria tra i diavoli e i resistenti’ (ed. Zolfo, pp. 176). Un viaggio all’interno di una regione “molto identitaria -dice l’autore- Un luogo da cui si è sempre partiti e dove ora si arriva di nuovo”. 

Storie di resistenza, di riscatto, a volte sorprendenti, e di ribellione ad un sistema fin troppo vessato e vessatorio. “Il primo aspetto su cui ho voluto mettere l’accento è dunque quello dei cittadini che si ribellano, e la loro riposta alle carenze e ai guai combinati dalla politica”, spiega Smorto. “Quello che ho notato è che i cittadini si sono ribellati, soprattutto sul tema della sanità. Ribellati e organizzati”. Basti pensare, per fare un esempio, che “in Calabria ci sono dei cittadini che stanno occupando da novembre un ospedale chiuso, fanno i turni (un ospedale che copre un bacino di 80mila abitanti, ndr), chiuso per puro deficit regionale”. Sì perché la regione “ha in mano la sanità, che è il 70% del bilancio regionale, e non riesce a farlo funzionare”, osserva l’autore. 

Il secondo aspetto “sono le tante storie piene di coraggio. Cittadini, cooperative, imprenditori che si ribellano ad un controllo quasi militare della ‘ndrangheta -scandisce il giornalista- Ma questo non significa che questo dominio riesca sempre. La mafia non è popolare, vince solo con la paura”. Tra queste, ci sono “storie culturali, di ragazzi che fanno start up recuperando i mulini antichi, a pietra”, in uno “strano impasto tra il recupero del passato e della memoria e le potenzialità che ti da la tecnologia”. 

‘A Sud del Sud’ è “un viaggio sentimentale ma anche sociale ed economico”, precisa Smorto, che ha cercato, in tutti i settori, di trovare delle eccellenze. “Ho parlato anche di musica, ad esempio a Roccella ogni estate c’è uno dei maggiori festival jazz del mondo e questo lo sanno in pochissimi”. Sulla musica c’è “quel fenomeno bellissimo che dà l’idea della percezione della Calabria: ogni tanto c’è un neomelodico di serie C che ciclicamente fa una canzone per un boss. Ogni volta che viene fuori questo, si dice che la Calabria fa le canzoni per la ‘ndrangheta. Non è certo così, la Calabria è Brunori Sas, è Peppe Voltarelli”. Questo accade perché “il male ha un appeal commerciale, è molto più facile risolverla così”.  

Il libro è rivolto non solo ai calabresi ma “a tutti quelli che vogliono andarci, perché il viaggio vale”, ma può essere “una guida anche in previsione delle elezioni regionali, anche se parlo pochissimo di politica perché soprattutto negli ultimi anni ha deluso i calabresi”. Infine, una considerazione: “Quello di buono che è arrivato in Calabria è arrivato, anche in termini di welfare, dalle associazioni e, anche se non sono cattolico né praticante, devo dire che arriva dai preti cattolici, di strada, che lavorano sul territorio, un fenomeno quasi anomalo”. 

BANDO DIRITTO ALLO STUDIO 2021/2022

È stato pubblicato sul sito dell’Ente regionale per il diritto allo studio e la promozione della conoscenza – DiSCo l’importante Bando per il Diritto allo Studio 2021-2022, che prevede l’assegnazione di borse di studio, posti alloggio, servizio mensa, contributi per la mobilità internazionale e premi di laurea per l’anno accademico 2021-2022. I contributi e i servizi…

Comunicato Stampa del Comune di Ciampino – Torna il bus per il mare, al via la popolare iniziativa “un’estate al mare… in bus”

COMUNICATO STAMPA Ciampino, 7 giugno 2021 – L’Amministrazione comunale – Assessorato alla Mobilità – informa la cittadinanza che dal 16 giugno al 12 settembre 2021, sarà possibile raggiungere il litorale di Ostia con la linea bus della Schiaffini Travel SpA attiva tutti i Lunedì, Mercoledì,…

Avviso – Regolamento recante l’erogazione di misure di sostegno agli orfani dei crimini domestici e di reati di genere e alle famiglie affidatarie

L’Amministrazione comunale avvisa che il Ministero dell’Interno, con circolare del 19 maggio 2021 – Regolamento recante l’erogazione di misure di sostegno agli orfani dei crimini domestici e di reati di genere e alle famiglie affidatarie, ha comunicato che il Comitato di solidarietà, valutando che le…

‘Terra Promessa’, sabato la presentazione a Palermo

Verrà presentato sabato 5 giugno, alle ore 17.30, nell’atrio di Palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo, i libro ‘Terra Promessa. Storie di Civiltà e Migrazioni’, scritto da Giorgia Butera e Tiziana Ciavardini. La prefazione è del giornalista Nello Scavo, con un contributo di Emergency (Castelvecchi Editore). Interverranno, insieme a Giorgia Butera, il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’Avvocato e Console Onorario del Ghana per Sicilia e Calabria Francesco Campagna, il Presidente ONG Accademia Psicologia Applicata Nicolay Catania e il Mediatore Culturale Ousman Drammeh. Modera l’evento la giornalista Elvira Terranova (Adnkronos).  

Terra Promessa” è un testo che tratta di un’umanità dimenticata. Attraverso racconti ed esperienze personali l’obiettivo è quello di scuotere le coscienze e di sensibilizzare i media, le istituzioni e tutti gli uomini e le donne di coscienza affinché il salvataggio delle vite in mare e una vita adeguata e decorosa sia garantita ad ogni essere vivente. 

Parlare di flussi migratori significa “raccontare paure e incertezze dei viaggi della speranza, persone con un volto, una voce, una storia, ma anche misurare le dimensioni politiche e sociali di un fenomeno senza precedenti. Giorgia Butera e Tiziana Ciavardini si mettono in ascolto di tutti i punti vista: le istituzioni, i tribunali, le Ong, i media, ma anche il sentire dell’opinione pubblica sui social network – dove la migrazione è uno dei temi più discussi e divisivi”. 

“Facciamo un pieno alla Divina Commedia”, un viaggio per celebrare Dante

“Facciamo un pieno alla Divina Commedia” è il titolo dell’iniziativa di crowfounding lanciato dall’associazione culturale “Naufraghi Inversi” per dare (letteralmente!) benzina al progetto ItinerDante: il percorso di 700 km con cui i Naufraghi porteranno la Divina Commedia in 7 regioni toccando i principali luoghi culturali della penisola, in una suggestiva unione tra poesia, arte e riflessione sulla nostra contemporaneità. L’associazione – senza fini di lucro – si è autofinanziata per realizzare il progetto immaginato da Eugenio Di Fraia (regista, performer e fondatore della compagnia), Angelo Marrone (compositore ed esecutore), Maria Vittoria Casarotti Todeschini (attrice) e Riccardo Sozzi (co-fondatore) e con il loro “pulmino” percorreranno in lungo e in largo il nostro Paese con spettacoli di strada ed eventi teatrali ad alto impatto emozionale. 

Con i versi della Divina Commedia declamati e attualizzati in performance molto fisiche e coinvolgenti, i Naufraghi Inversi invitano gli spettatori a rileggere la contemporaneità, anche nei risvolti drammatici di questi ultimi mesi, dimostrando tutta l’attualità della Divina Commedia che, dopo 700 anni, si rileva ancora in grado di restituire una fotografia più che realistica del mondo che ci circonda.  

Per poter prolungare il percorso per le regioni italiane e coinvolgere un numero maggiore di persone in questa bella iniziativa culturale “di strada”, l’associazione ha lanciato un crowfounding ricco di “ricompense” poetiche o divertenti per tutti coloro che vorranno aggiungere chilometri al progetto: si va dai classici ringraziamenti sul sito, alla possibilità di ricevere un video con i versi declamati dagli attori e dedica personalizzata alla persona amata (un’idea regalo adatta a celebrare qualsiasi evento: basta scegliere i versi giusti!), sino alla possibilità di avere la compagnia che recita in esclusiva per il “mecenate” in una location e occasione a sua scelta. 

La prima tappa fisica del tour ItinerDante – che ha già avuto un avvio “virtuale” all’interno di convegni e iniziative dantesche di alto livello – si terrà il 12 giugno a Poppi, all’interno dei tre giorni di celebrazione danteschi dedicati alla Battaglia di Campaldino. 

«Con il Covid, il mondo si è fermato. Ma la cultura no. Ed è proprio la cultura che ci salverà» di questo è convinto Eugenio Di Fraia, anima dell’associazione, che prosegue «Noi abbiamo “benzina” per fare 700 chilometri, ma sarebbe bello se, con l’aiuto di tutti, potessimo prolungare il viaggio del nostro pulmino per poter far risuonare i versi di Dante nel maggior numero di piazza possibili». 

ItinerDante ha il patrocinio della Società Dante Alighieri – Dante Global, dell’Associazione Italianisti – Gruppo Dante, di Hypermedia Dante Network e dell’ENAC. 

“Facciamo un pieno alla Divina Commedia”, un viaggio per celebrare Dante

“Facciamo un pieno alla Divina Commedia” è il titolo dell’iniziativa di crowfounding lanciato dall’associazione culturale “Naufraghi Inversi” per dare (letteralmente!) benzina al progetto ItinerDante: il percorso di 700 km con cui i Naufraghi porteranno la Divina Commedia in 7 regioni toccando i principali luoghi culturali della penisola, in una suggestiva unione tra poesia, arte e riflessione sulla nostra contemporaneità. L’associazione – senza fini di lucro – si è autofinanziata per realizzare il progetto immaginato da Eugenio Di Fraia (regista, performer e fondatore della compagnia), Angelo Marrone (compositore ed esecutore), Maria Vittoria Casarotti Todeschini (attrice) e Riccardo Sozzi (co-fondatore) e con il loro “pulmino” percorreranno in lungo e in largo il nostro Paese con spettacoli di strada ed eventi teatrali ad alto impatto emozionale. 

Con i versi della Divina Commedia declamati e attualizzati in performance molto fisiche e coinvolgenti, i Naufraghi Inversi invitano gli spettatori a rileggere la contemporaneità, anche nei risvolti drammatici di questi ultimi mesi, dimostrando tutta l’attualità della Divina Commedia che, dopo 700 anni, si rileva ancora in grado di restituire una fotografia più che realistica del mondo che ci circonda.  

Per poter prolungare il percorso per le regioni italiane e coinvolgere un numero maggiore di persone in questa bella iniziativa culturale “di strada”, l’associazione ha lanciato un crowfounding ricco di “ricompense” poetiche o divertenti per tutti coloro che vorranno aggiungere chilometri al progetto: si va dai classici ringraziamenti sul sito, alla possibilità di ricevere un video con i versi declamati dagli attori e dedica personalizzata alla persona amata (un’idea regalo adatta a celebrare qualsiasi evento: basta scegliere i versi giusti!), sino alla possibilità di avere la compagnia che recita in esclusiva per il “mecenate” in una location e occasione a sua scelta. 

La prima tappa fisica del tour ItinerDante – che ha già avuto un avvio “virtuale” all’interno di convegni e iniziative dantesche di alto livello – si terrà il 12 giugno a Poppi, all’interno dei tre giorni di celebrazione danteschi dedicati alla Battaglia di Campaldino. 

«Con il Covid, il mondo si è fermato. Ma la cultura no. Ed è proprio la cultura che ci salverà» di questo è convinto Eugenio Di Fraia, anima dell’associazione, che prosegue «Noi abbiamo “benzina” per fare 700 chilometri, ma sarebbe bello se, con l’aiuto di tutti, potessimo prolungare il viaggio del nostro pulmino per poter far risuonare i versi di Dante nel maggior numero di piazza possibili». 

ItinerDante ha il patrocinio della Società Dante Alighieri – Dante Global, dell’Associazione Italianisti – Gruppo Dante, di Hypermedia Dante Network e dell’ENAC. 

Giorgia Meloni, libro al top vendite: tiratura record da 100.000 copie

In soli 10 giorni dall’uscita il libro ‘Io sono Giorgia’ di Giorgia Meloni (Rizzoli, pp. 336, euro 18,00) è balzato al secondo posto della classifica dei libri più venduti della settimana nella top ten stilata da Nielsen. Il volume, sugli scaffali dall’11 di maggio, è infatti secondo in classifica con una tiratura di 100mila copie e 5 edizioni, secondo i dati forniti da Nielsen all’Adnkronos. Il volume è preceduto, sul podio, solo dal romanzo di Lucinda Riley, ‘La sorella perduta’, new entry svettata in cima alla classifica. 

‘Io sono Giorgia’ è un’autobiografia della leader di Fratelli d’Italia in cui la Meloni si mette a nudo raccontando alcuni episodi inediti della sua vita. Dalla passione viscerale per la politica alla gioia dell’essere madre della piccola Ginevra: il volume affronta in modo schietto e senza sconti argomenti forti come la maternità, l’identità e la fede.