Municipio: Largo Felice Armati, 1 00043 Ciampino (RM) (+39) 06.79097.1 protocollo@pec.comune.ciampino.roma.it

Categoria: Sport

Tokyo 2020, medagliere: Giappone in testa e Italia 15 podi

Il medagliere delle Olimpiadi di Tokyo 2020 dopo la quinta giornata: 1) Giappone 13 ori, 4 argenti, 5 bronzi; 2) Cina 12, 6, 9; 3) Stati Uniti 11,11, 9; 4 Russia (Roc) 7, 10, 6; 5) Australia 6, 1, 9; 6) Gran Bretagna 5, 6, 5; 7) Corea del Sud 4, 2, 5; 8) Germania 3, 2, 5; 9) Francia 3, 2, 3; 10) Olanda 2, 6, 3; 11) Canada 2, 3, 4; 12) Ungheria 2, 1, 2; 13) Slovenia 2, 1, 1; 14) Kosovo 2, 0, 0; 15) Italia 1, 6, 8. 

Tokyo 2020, Montano: “Meraviglioso chiudere una carriera così”

“E’ una carriera infinita? E’ una carriera finita”. Così Aldo Montano risponde, sorridendo, ai giornalisti dopo aver conquistato la medaglia d’argento nella sciabola a squadre maschile a Tokyo 2020 che chiude la sua lunga carriera. Credo sia giusto arrivare qua, l’ho aspettata un anno in più rispetto a quello che avevo preventivato, ho sofferto tanto perchè ho un sacco di problemi e di dolori. Va bene così. E’ stato un anno veramente difficile e complicato ed ho dovuto gestire un problema serio ed è una gioia essere arrivato qua, competitivo e aver dato il mio contributo. Portare a casa questa medaglia che mi sento di aver aiutato i ragazzi a conquistarla tutta. E’ stato meraviglioso chiudere una carriera così”, ha aggiunto il campione azzurro che chiude con una medaglia nel giorno in cui Federica Pellegrini ha gareggiato per l’ultima volta ai Giochi i suoi 200 stile libero. “E’ una ruota che gira per tutti, quella sportiva è estremamente rapida e cinica, velocissima anche se per me è durata tanto, fin troppo, e sono contento così”. 

Federica Pellegrini ufficializza love story con Matteo Giunta: “Compagno di vita speciale”

“Se non ci fosse stato Matteo probabilmente avrei smesso qualche anno fa”. Federica Pellegrini ufficializza la love story con l’allenatore Matteo Giunta dopo la finale dei 200 stile libero. “E’ stato un grandissimo allenatore e un compagno di vita speciale, spero lo sarà anche in futuro – ha sottolineato la nuotatrice al Tg1-. La priorità era tenere l’immagine dell’allenatore e dell’atleta separati e siamo stati molto bravi in questo. E’ stata una persona fondamentale, una delle più importanti in questo percorso sia umano che sportivo”. 

Tokyo 2020, Testa nella storia: prima medaglia da boxe donne

Irma Testa nella storia a Tokyo 2020 con la prima medaglia olimpica per la boxe femminile azzurra. La 23enne di Torre Annunziata è approdata in semifinale nella categoria dei pesi piuma dopo il netto successo per 5-0 nei quarti di finale contro la canadese Caroline Veyre, battuta con un perentorio 5-0. L’accesso in semifinale è garanzia di medaglia: con il bronzo già assicurato, Testa potrà andare a caccia di metalli più pregiati nella semifinale in programma sabato 31 luglio. 

Tokyo 2020, Testa nella storia: prima medaglia da boxe donne

Irma Testa nella storia a Tokyo 2020 con la prima medaglia olimpica per la boxe femminile azzurra. La 23enne di Torre Annunziata è approdata in semifinale nella categoria dei pesi piuma dopo il netto successo per 5-0 nei quarti di finale contro la canadese Caroline Veyre, battuta con un perentorio 5-0. L’accesso in semifinale è garanzia di medaglia: con il bronzo già assicurato, Testa potrà andare a caccia di metalli più pregiati nella semifinale in programma sabato 31 luglio. 

Le lacrime di Federica Pellegrini: “Finisce qui” – Video

“E’ stato un bel viaggio, è la mia ultima finale”. Federica Pellegrini, dopo il settimo posto nella finale dei 200 stile libero alle Olimpiadi di Tokyo 2020, ai microfoni della Rai non riesce a trattenere le lacrime nell’intervista con Elisabetta Caporale. Per la fuoriclasse azzurra del nuoto, cala il sipario su una straordinaria carriera internazionale dopo la quinta finale olimpica consecutiva nella ‘sua’ gara. 

Le lacrime di Federica Pellegrini: “Finisce qui” – Video

“E’ stato un bel viaggio, è la mia ultima finale”. Federica Pellegrini, dopo il settimo posto nella finale dei 200 stile libero alle Olimpiadi di Tokyo 2020, ai microfoni della Rai non riesce a trattenere le lacrime nell’intervista con Elisabetta Caporale. Per la fuoriclasse azzurra del nuoto, cala il sipario su una straordinaria carriera internazionale dopo la quinta finale olimpica consecutiva nella ‘sua’ gara. 

Tokyo 2020, Burdisso bronzo nei 200 farfalla: “Non volevo gareggiare”

Federico Burdisso vince la medaglia di bronzo nei 200 farfalla alle Olimpiadi di Tokyo 2020. L’azzurro ha chiuso in 1’54″45, dietro all’imprendibile ungherese Kristof Milak, oro e record olimpico con il tempo di 1’51″25. Argento al giapponese Tomoru Honda in 1’53″73. “Ho avuto molto stress addosso, non volevo nemmeno fare la gara”, confessa il 19enne di Pavia ai microfoni della Rai dopo l’exploit. 

“E’ andata molto bene, ma devo ancora rendermi conto del risultato. Non è stato uno dei miei migliori risultati a livello di tempo, ma in queste finali conta mettere la mano davanti e e ce l’ho fatta arrivando terzo. Il secondo posto era nelle mie corde, ma non sono al 100%, sono un po’ stanco. Questa Olimpiade è un po’ strana, faccio fatica ad accorgermi cosa sta succedendo in giro in questo periodo, ho avuto molto stress, non volevo neanche farla questa gara, ma adesso penso ai 100 con leggerezza e penso a conquistarmi un posto nella staffetta”, dice nella giornata segnata dal settimo posto di Federica Pellegrini nella quinta finale olimpica consecutiva dei 200 stile: “Spero di avere una carriera come la sua…”. 

 

 

Tokyo 2020, Burdisso bronzo nei 200 farfalla: “Non volevo gareggiare”

Federico Burdisso vince la medaglia di bronzo nei 200 farfalla alle Olimpiadi di Tokyo 2020. L’azzurro ha chiuso in 1’54″45, dietro all’imprendibile ungherese Kristof Milak, oro e record olimpico con il tempo di 1’51″25. Argento al giapponese Tomoru Honda in 1’53″73. “Ho avuto molto stress addosso, non volevo nemmeno fare la gara”, confessa il 19enne di Pavia ai microfoni della Rai dopo l’exploit. 

“E’ andata molto bene, ma devo ancora rendermi conto del risultato. Non è stato uno dei miei migliori risultati a livello di tempo, ma in queste finali conta mettere la mano davanti e e ce l’ho fatta arrivando terzo. Il secondo posto era nelle mie corde, ma non sono al 100%, sono un po’ stanco. Questa Olimpiade è un po’ strana, faccio fatica ad accorgermi cosa sta succedendo in giro in questo periodo, ho avuto molto stress, non volevo neanche farla questa gara, ma adesso penso ai 100 con leggerezza e penso a conquistarmi un posto nella staffetta”, dice nella giornata segnata dal settimo posto di Federica Pellegrini nella quinta finale olimpica consecutiva dei 200 stile: “Spero di avere una carriera come la sua…”. 

 

 

Tokyo 2020, Pellegrini settima nell’ultima finale: “Un bel viaggio”

Federica Pellegrini settima nella finale dei 200 stile libero alle Olimpiadi di Tokyo 2020. La 32enne azzurra ha disputato la quinta finale olimpica consecutiva nella specialità, l’ultimo show di una carriera straordinaria. “Sono molto contenta, è stato un bel viaggio. Non voglio piangere… Me la sono goduta dall’inizio alla fine, sono contenta anche del tempo ottenuto”, dice l’azzurra dopo la gara chiusa in 1’55”91. L’oro è andato all’australiana Ariarne Titmus, che ha trionfato in 1’53”50, nuovo recordo olimpico. Argento a Siobhan Bernadette Haughey (1’53”92), rappresentante di Hong Kong, e bronzo alla canadese Penny Oleksiak (1’54”70). 

“E’ il mio ultimo 200 stile libero a livello internazionale, tra qualche giorno farò 33 anni: è il momento giusto… Volevo ringraziare tutti quelli che hanno tifato per me in questi anni. Io sono fiera di essere stata la capitana in questi ultimi mesi, lascio una squadra che non è mai stata così forte: ci sarà un bel nuoto nei prossimi anni”, dice Pellegrini alla Rai, senza riuscire a trattenere la commozione. 

“Sono molto contenta della decisione presa definitivamente, penso sia il momento giusto e anche il modo giusto perché più importante di una finale olimpica non c’è nulla. Ora sono in pace”, aggiunge poco dopo. L’addio definitivo alle gare avverrà dopo la partecipazione all’International Swimming League. 

“Non ho mai pensato di chiedere troppo al mio fisico, onestamente ho sempre accettato i cambiamenti che la mia vita mi ha messo di fronte, cercando una reazione immediata. Sapevo che il posticipo dei Giochi avrebbe cambiato un po’ le carte in tavola ma è stato così per tutti e non solo per me. Sono molto contenta. Ora? In qualche modo rimarrò aggrappata a questo sport”, dice, ripensando agli ultimi momenti della finale: “Quando ho toccato ho pensato ‘adesso è finito tutto’… Mi hanno sempre detto che queste cose si capiscono come se si trattasse di accendere e spegnere la luce, io ho capito che ho dato tutto il possibile per questo sport e ho preso tutto quello che potevo prendere”. 

“Ho tantissime cose da fare adesso. Mentre nuotavo, anche se non si vedeva, avevo il sorriso. Da giovane dicevo che a 24 anni avrei smesso, poi a 28, invece ne sono passati altre cinque…”, racconta. “Prima di tutto voglio tornare a casa visto che mi stanno aspettando tutti, festeggiare il mio compleanno perché 33 anni é un’età importante, poi ci dobbiamo far votare dagli atleti per il Cio, a settembre. A novembre ci sarà la Isl a Napoli, e poi uscirà un docufilm, ho in programma un libro. E poi ci sono le registrazioni di Italia’s got talent”. 

 

Tokyo 2020, Pellegrini settima nell’ultima finale: “Un bel viaggio”

Federica Pellegrini settima nella finale dei 200 stile libero alle Olimpiadi di Tokyo 2020. La 32enne azzurra ha disputato la quinta finale olimpica consecutiva nella specialità, l’ultimo show di una carriera straordinaria. “Sono molto contenta, è stato un bel viaggio. Non voglio piangere… Me la sono goduta dall’inizio alla fine, sono contenta anche del tempo ottenuto”, dice l’azzurra dopo la gara chiusa in 1’55”91. L’oro è andato all’australiana Ariarne Titmus, che ha trionfato in 1’53”50, nuovo recordo olimpico. Argento a Siobhan Bernadette Haughey (1’53”92), rappresentante di Hong Kong, e bronzo alla canadese Penny Oleksiak (1’54”70). 

“E’ il mio ultimo 200 stile libero a livello internazionale, tra qualche giorno farò 33 anni: è il momento giusto… Volevo ringraziare tutti quelli che hanno tifato per me in questi anni. Io sono fiera di essere stata la capitana in questi ultimi mesi, lascio una squadra che non è mai stata così forte: ci sarà un bel nuoto nei prossimi anni”, dice Pellegrini alla Rai, senza riuscire a trattenere la commozione. 

“Sono molto contenta della decisione presa definitivamente, penso sia il momento giusto e anche il modo giusto perché più importante di una finale olimpica non c’è nulla. Ora sono in pace”, aggiunge poco dopo. L’addio definitivo alle gare avverrà dopo la partecipazione all’International Swimming League. 

“Non ho mai pensato di chiedere troppo al mio fisico, onestamente ho sempre accettato i cambiamenti che la mia vita mi ha messo di fronte, cercando una reazione immediata. Sapevo che il posticipo dei Giochi avrebbe cambiato un po’ le carte in tavola ma è stato così per tutti e non solo per me. Sono molto contenta. Ora? In qualche modo rimarrò aggrappata a questo sport”, dice, ripensando agli ultimi momenti della finale: “Quando ho toccato ho pensato ‘adesso è finito tutto’… Mi hanno sempre detto che queste cose si capiscono come se si trattasse di accendere e spegnere la luce, io ho capito che ho dato tutto il possibile per questo sport e ho preso tutto quello che potevo prendere”. 

“Ho tantissime cose da fare adesso. Mentre nuotavo, anche se non si vedeva, avevo il sorriso. Da giovane dicevo che a 24 anni avrei smesso, poi a 28, invece ne sono passati altre cinque…”, racconta. “Prima di tutto voglio tornare a casa visto che mi stanno aspettando tutti, festeggiare il mio compleanno perché 33 anni é un’età importante, poi ci dobbiamo far votare dagli atleti per il Cio, a settembre. A novembre ci sarà la Isl a Napoli, e poi uscirà un docufilm, ho in programma un libro. E poi ci sono le registrazioni di Italia’s got talent”. 

 

Rosetti primo azzurro positivo a covid: vaccinato con 2 dosi

Bruno Rosetti, azzurro del canottaggio alle Olimpiadi di Tokyo 2020, è risultato positivo al Covid a un’ora dalla sua finale del 4 senza, che ha poi vinto il bronzo. L’atleta, il primo italiano positivo ai Giochi, era stato vaccinato con doppia dose di vaccino Moderna, come apprende l’Adnkronos. Rosetti è al momento asintomatico e isolato in un covid hotel. 

Rosetti è stato sostituito in extremis da Marco Di Costanzo, che ha completato l’equipaggio formato da Matteo Castaldo, Matteo Lodo, e Giuseppe Vicino. La barca italiana ha chiuso al terzo posto la finale in 5’43″60. Australia prima in 5’42″76 davanti alla Romania ( 5’43″13).
 

Rosetti primo azzurro positivo a covid: vaccinato con 2 dosi

Bruno Rosetti, azzurro del canottaggio alle Olimpiadi di Tokyo 2020, è risultato positivo al Covid a un’ora dalla sua finale del 4 senza, che ha poi vinto il bronzo. L’atleta, il primo italiano positivo ai Giochi, era stato vaccinato con doppia dose di vaccino Moderna, come apprende l’Adnkronos. Rosetti è al momento asintomatico e isolato in un covid hotel. 

Rosetti è stato sostituito in extremis da Marco Di Costanzo, che ha completato l’equipaggio formato da Matteo Castaldo, Matteo Lodo, e Giuseppe Vicino. La barca italiana ha chiuso al terzo posto la finale in 5’43″60. Australia prima in 5’42″76 davanti alla Romania ( 5’43″13).
 

“Da Dagospia titolo becero su Centasso”, il tweet del Venezia Calcio

Dagospia dedica una gallery alla giocatrice del VFC Venezia Calcio Agata Isabella Centasso e la società veneta invita la testata “a modificare immediatamente il titolo dell’articolo in questione”, e cioè ‘Una figa di mediano’. “È una scelta editoriale becera – protesta la società su Twitter – che denota una grave mancanza di rispetto nei confronti della nostra atleta e, naturalmente, della figura femminile”. A intervenire con un tweet di risposta a Dagospia, anche la diretta interessata: “Vi ringrazio ma perdonatemi una piccola riflessione. Il passaggio [.. con i suoi “palloni d’oro” in bella vista] è piuttosto infelice e di pessimo gusto”, scrive la calciatrice, che su Twitter è un personaggio in rapida ascesa con oltre 10mila follower. 

Tokyo 2020, Centracchio bronzo nel judo: “Il Molise esiste”

“Il mOlise esiste ed è forte”. Così Maria Centracchio dopo la medaglia di bronzo del judo categoria -63kg a Tokyo 2020. La ragazza di Isernia è la prima molisana a conquistare una medaglia individuale alle Olimpiadi. “La medaglia della grandissima amica Odette Giuffrida mi ha dato la spinta, vederla sul podio mi ha dato ancora più forza. Spero che siano orgogliosi di me, la mia regione non è conosciuta nemmeno in Italia ora sanno che il Molise esiste ed è forte”, conclude. 

Tokyo 2020, Federica Pellegrini in finale: “Voglio godermela, sarà l’ultima”

“Domani sarà l’ultima finale ai Giochi. Parigi 2024? Grazie ma no, il mio corpo mi sta chiedendo indietro i minuti con gli interessi. Sarà molto divertente, cercherò di godermela fino alla fine, forse sarà la prima finale olimpica davvero divertente per me”. Così Federica Pellegrini, dopo la finale conquistata nei 200 stile libero ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. “Oggi sono andata da sola, sapevo che stando laterale dovevo farla così. Dovevo impostarla da sola con tutta l’esperienza che mi sono fatta in questi anni. Quando ho visto il quarto tempo della prima semifinale, 1’56’3, mi sono detta ‘vabbè dai’, ma era solo una sensazione basata su decimi di secondo. Però sono contenta, ho fatto una bella gara”. 

“Il reparto medaglie domani è chiuso, non è raggiungibile per me in questo momento. In carriera mi sono sempre posta obiettivi fattibili”, ha poi sottolineato la Divina aggiungendo: “Chi vince domani? Titmus e andrà molto vicina al mio record del mondo, anche se io tifo sempre per quella riga rossa….”. 

Cosa c’è in questa finale? Ci sono 20 anni di vita”, dice ancora la nuotatrice commossa. “Questo era il mio obbiettivo: centrare la mia quinta finale nei 2000 stile libero”.
 

Tokyo 2020, 7 nuovi contagi legati ai Giochi

Gli organizzatori dei giochi hanno segnalato sette nuovi contagi di coronavirus alle Olimpiadi di Tokyo, portando il numero totale di infezioni dal 1° luglio a 155. Il numero include due atleti, uno dei quali un tennista olandese, hanno spiegato gli organizzatori. Il numero totale di atleti positivi sale così a 18. I tennisti olandesi di doppio maschile Jean-Julien Rojer e il compagno Wesley Koolhof si sono ritirati dalle Olimpiadi lunedì dopo che Rojer è diventato il sesto atleta olandese a risultare positivo al covid-19. 

Secondo gli organizzatori, i due atleti vivevano entrambi nel villaggio. Gli altri sono tre funzionari legati ai giochi, un appaltatore e un membro del comitato organizzatore. Dei sette, cinque provenivano dall’estero, hanno detto, aggiungendo che 37.579 persone provenienti da paesi stranieri sono entrate in Giappone per i giochi. Il numero dei contagi da covid-19, stilato dagli organizzatori dal 1 luglio, esclude quelli annunciati dai governi centrali e locali. 

Tokyo 2020, Federica Pellegrini in finale: quando e dove vederla

Federica Pellegrini è in finale nei 200 stile libero a Tokyo 2020. Per lei è la quinta finale individuale, è la prima volta nella storia del nuoto femminile a livello individuale. La finale è in programma domani mercoledì 28 luglio alle 3.41 in Italia (le 10.41 ora locale). Sarà possibile vedere la gara della Divina su Discovery +, sulla Rai2 oppure su Eurosport, che non sarà visibile su Sky ma su Dazn.