Data ultima modifica: 28 settembre 2011

SULLA CHIUSURA DELLA DISCARICA DI MALAGROTTA, IL SINDACO LUPI: “NON POSSIAMO CHIEDERE ALTRI SACRIFICI AI NOSTRI CITTADINI”
IL SINDACO LUPI: “NON POSSIAMO CHIEDERE ALTRI SACRIFICI AI NOSTRI CITTADINI”

Ciampino, 29 settembre 2011
All'annuncio della chiusura della discarica di Malagrotta, il Sindaco di Ciampino, Simone Lupi, esprime le sue preoccupazioni circa il conferimento dei rifiuti prodotti dalla Città.

Da oltre tre anni l'Amministrazione comunale ha attuato il sistema della raccolta differenziata dei rifiuti. A partire dal quartiere Folgarella, oggi il servizio del 'Porta a Porta' è esteso su tutto il territorio ed ha ottenuto ottimi risultati: il Comune di Ciampino si è stabilizzato infatti al 66%, ed è stato menzionato da Legambiente e dal Ministero dell’Ambiente quale Comune “emergente nell’emergenza”, rispetto alla media nazionale del 26%, ottenuta con strategie tradizionali.

Il nuovo metodo di gestione della raccolta differenziata, grazie all'aiuto forte e costante dei cittadini, ha consentito una riduzione della quantità di rifiuti inquinanti ed ha contribuito altresì alla creazione di una nuova cultura sensibile al problema dei rifiuti, soprattutto nell'ottica del rischio sempre più imminente dell'esaurimento della discarica di Malagrotta.

Ora questo rischio è ormai una certezza. Il sito di Malagrotta chiuderà definitivamente il 31 dicembre e, ad oggi, non è ancora stata fissata la sede definitiva della nuova discarica, che dovrà ospitare le circa 1.500 tonnellate di rifiuti a giorno. Sebbene il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, cerchi di tranquillizzare tutti, sembra difficile se non impossibile escludere che non finirà come a Napoli.

“La situazione è grave – ha dichiarato il Sindaco di Ciampino, Simone Lupi – perchè, a differenza di quanto si voglia far credere, è stato nominato un Commissario Straordinario, nella persona del Prefetto Giuseppe Pecoraro, che di fatto ufficializza lo stato di emergenza. Come Amministrazione comunale, purtroppo, non abbiamo di fronte una prospettiva positiva, se consideriamo che lo stesso Prefetto è stato nominato commissario anche per l'altra questione di emergenza del Piano Nomadi. Il nostro Comune, con il prezioso contributo dei suoi cittadini, sta lavorando ogni giorno, con impegno e con l'aiuto della Società Ambi.En.Te S.p.A. di Ciampino, per la salvaguardia e la tutela dell'ambiente. Tante le iniziative messe in campo. È di domani la nostra partecipazione al primo Forum sul 'Riuso, Riciclo ed Energia Rinnovabile”, che si terrà in Piazza del Popolo a Roma, a sostegno del concetto di vita sostenibile. Detto ciò, è forte la preoccupazione di quello che accadrà con la chiusura della discarica di Roma. Dove andranno a finire il 35% circa dei rifiuti urbani che noi consegnavamo a Malagrotta? È per questo motivo che chiediamo spiegazioni al Comune di Roma e alla Regione Lazio in merito alle risoluzioni future. È un problema, quello della discarica di Roma – ha concluso il Sindaco Lupi – che va a danno di tutti i Comuni limitrofi, incluso Ciampino, e dunque i Sindaci hanno il diritto di essere informati per tutelare la salute dei cittadini”.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Allegati