Data ultima modifica: 19 Dicembre 2017

Ciampino, 8 agosto 2012.Oggi ricorre la “Giornata del sacrificio del lavoro italiano nel mondo”, istituita dal Governo in memoria della tragedia di Marcinelle, in osservanza dei valori affermati dall’art.1 della Costituzione.

Il Comune di Ciampino, facendo proprio l’invito della Presidenza del Consiglio dei Ministri, coglie l’occasione per ricordare, in questo giorno, tutti i caduti sul lavoro in Italia e all’estero.

Nell’anniversario della tragedia della miniera di Marcinelle, dove, l'8 agosto del 1956 persero la vita 262 minatori, in grande maggioranza italiani”, dichiara il Vice Sindaco Mauro Testa, “la città di Ciampino rende omaggio alle tante vittime che, nella ricerca di una vita migliore, hanno sofferto sfruttamento e discriminazioni di ogni genere”.

A distanza di tanti anni da quando i nostri connazionali emigravano per riappropriarsi di quella dignità che solo il lavoro e un reddito decoroso potevano dare per se e per la propria famiglia, il nostro Paese vive il fenomeno inverso, con migliaia di uomini e donne che fuggono dalla guerre e dalle carestie che affliggono i loro Paesi per cercare un riscatto, pari a quello che i nostri emigranti agognavano nel secolo scorso.

Occorre l’impegno delle istituzioni, del mondo imprenditoriale e delle rappresentanze sindacali”, prosegue Testa, “affinché tragedie come quelle di Marcinelle non abbiano più a ripetersi, soprattutto in una fase economica estremamente difficile come quella che stiamo vivendo in cui i valori sanciti dalla Costituzione in tema di lavoro e pari dignità rischiano di essere compressi nella ricerca spasmodica della competitività fine a se stessa”.

Link utili:
Per rimanere aggiornato su tutte le principali news del Comune di Ciampino, iscriviti alla Newsletter.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]