Data ultima modifica: 18 marzo 2014

L’EVENTO SEGUITO IN LIVETWITTING CON GLI HASHTAG #CIAMPINOXTUTTI E #BILANCIODIGENERE
. Raggiungere la piena parità tra uomini e donne e valorizzarne le reciproche differenze: questo è l’obiettivo principale del Bilancio di Genere, uno strumento in grado di offrire alle amministrazioni l’opportunità di garantire la riduzione delle disuguaglianze attraverso una distribuzione più equa delle risorse. 
Dietro impulso dell’Amministrazione comunale di Ciampino – come ha evidenziato l’assessore Anna Rita Fraioli, la Consulta per le Pari Opportunità ha, infatti, avviato uno studio propedeutico all’adozione del Bilancio di Genere presentato lo scorso 13 marzo 2014, in occasione di un convegno dedicato, nell’ambito del quale sono stati presentati i primi risultati di questo lavoro. Un percorso, questo, già intrapreso con successo da altre amministrazioni locali.
 
L’analisi del territorio dal punto di vista economico e sociale rappresenta il primo e indispensabile step nella direzione del Bilancio di Genere. Come illustrato da Donatella Bruno, Luisa Russo e Bianca Maria Zama, firmatarie dello studio, il Comune di Ciampino è il primo della Provincia di Roma per densità abitativa e si colloca in una posizione strategica rispetto alla Capitale e ai Castelli Romani.
 
“Le amministrazioni locali dispongono di poche risorse economiche – la riflessione di Alida Castelli, Consigliera di Parità della Regione Lazio – e quindi è indispensabile avviare interventi efficaci e più che mai mirati. Sapere quanti e quali siano i nuclei famigliari e quali esigenze abbiano rappresenta il punto di partenza per una gestione equa delle risorse destinate alla collettività”. Sul territorio ciampinese poco meno di 1 su 3 abitanti vive da solo (circa 2500 sono vedovi/e); il 39% delle famiglie ha 3 o 4 componenti mentre solo l’1% ha più di 6 componenti.
 
Anche l’assessore al bilancio Giovanni Terzulli non nasconde le difficoltà del momento pur condividendo l’efficacia dello strumento: “Lo studio propedeutico presentato oggi è per la nostra amministrazione una buona base di partenza per una migliore distribuzione delle risorse; per fare questo non si può prescindere da una profonda conoscenza del territorio”.
 
“Siamo prossimi alle elezioni comunali – ha concluso Carlo Verini, Vice Sindaco del Comune di Ciampino – e sono certo che la prossima amministrazione terrà conto di questo studio e adotterà un Bilancio di Genere che possa venire incontro alle esigenze di tutta la Comunità, garantendo equità e trasparenza”. La prossima Giunta avrà pertanto la possibilità di adottare programmi e misure economiche e sociali in tal senso, in linea con il principio del “gender mainstreaming”. 
 
Comunicato a cura di Giuliana Bevilacqua, Consulta per le PP.OO.
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]