Data ultima modifica: 8 Novembre 2020

“Zuccatelli è un negazionista. Io l’ho sempre detto che i negazionisti stanno al governo”. Lo ha affermato la presidente di Fdi, Giorgia Meloni, ospite di “Non è la D’Urso” su Canale 5, commentando le passate affermazioni del neo commissario ad acta della Sanità in Calabria sulla bassa contagiosità del Coronavirus.  “Ero rimasta basita dall’intervista al generale Cotticelli che poi è stato rimosso – ha aggiunto la presidente di Fdi – da un governo che adesso finge di non conoscerlo. Segnalo al ministro della Salute che il governo non ha solo il potere di nomina dei commissari ma anche il dovere di controllarne periodicamente il lavoro. Quindi se il precedente commissario non stava facendo il proprio lavoro non avrebbe dovuto emergere perché c’è stata una trasmissione televisiva che lo ha denunciato.  “Il governo avrebbe già dovuto saperlo prima. Dopo di che hanno rimosso Cotticelli e ci hanno messo questo altro signore che confido non si sia preso il Covid baciando qualcuno con la lingua per 15 minuti, come ha dichiarato. Ci vorrebbe maggiore serietà per una regione come la Calabri. Non conosco i meriti di Zuccatelli, certo l’idea che questi commissari vengano nominati più per contiguità politica, piuttosto per competenze reali, ti viene. Se pensiamo di affrontare la pandemia con gli amici degli amici, stiamo messi male”, ha concluso Meloni.    

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]