Data ultima modifica: 26 Febbraio 2022

(Adnkronos) – “In un momento drammatico come la pandemia mi sembra poco opportuno prendere un gettone per andare a parlare in tv”. Così all’Adnkronos Salute Massimo Andreoni, primario di infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit), commenta le polemiche per i compensi dei virologi ‘star’ in tv. “Detto questo va anche fatta una valutazione personale, io non mai preso soldi per intervenire in tv – prosegue – ma non c’è nulla di male se un professionista, un medico, uno scienziato, riceve un compenso se è ospite fisso di una trasmissione”.  Andreoni chiarisce di aver ricevuto in questi due anni di emergenza Covid delle offerte da parte di un programma tv “ma non ho accettato perché non voglio legarli”, mentre sulle proposte arrivate da agenti per entrare nella ‘scuderia’ di virologi, “nessuno mi ha mai contatto”. Il direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit) pone però una questione ai colleghi: “Mi chiedo se, parlando di sanità pubblica, vaccini, cure, non sia più corretto farlo in maniera disinteressata, ovvero – conclude – senza prendere nessun gettone di presenza?”.   

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]