Data ultima modifica: 17 Gennaio 2021

“Le condizioni cliniche generali di Fausto sono ancora gravi per il perdurare della polmonite da Covid che compromette molto l’ossigenazione del sangue, rendendo necessario continuare la ventilazione meccanica concomitante a sedazione per mantenere sufficiente l’ossigeno nel sangue”. Sono le parole del Dottor Nicola Cilloni dell’ospedale Maggiore Carlo Alberto Pizzardi di Bologna sulle condizioni di Fausto Gresini, ricoverato presso il reparto di terapia intensiva. “Fortunatamente gli altri organi non sono attualmente danneggiati. Sono state pianificate delle manovre posturali e l’ausilio di particolari farmaci inalatori con l’obiettivo di migliorare la respirazione”, aggiunge il medico.   Il manager e campione di motociclismo era stato ricoverato il 30 dicembre in terapia intensiva a Bologna, dopo essere risultato positivo al Covid prima di Natale. Dopo una prima fase di coma farmacologico, Gresini era stato risvegliato (anche se sempre assistito dalla ventilazione meccanica) ed era riuscito a parlare con la moglie.  “Ieri (16 gennaio, ndr) babbo ha avuto un peggioramento con febbre alta, non mi piace dilungarmi in spiegazioni sui social, scrivo principalmente per aggiornare gli amici vicini e lontani che ci seguono, ma soprattutto per sensibilizzare…”, ha scritto su facebook il figlio Lorenzo Gresini. “Si dice che colpisca persone che hanno altre patologie o anziane, ma io conosco mio babbo e vi garantisco che prima di questo virus è sempre stato un 59enne in piena salute come tanti altri. Questo -ha sottolineato- per dirvi di stare assolutamente attenti e se non volete farlo per voi fatelo per gli altri”.
 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]