Data ultima modifica: 6 Marzo 2021

“L’idea lanciata dall’Oms” sul passaporto vaccinale “e ripresa dall’Ue è da respingere sia perché siamo contrari a ogni forma di obbligo, sia perché anche il Garante della Privacy italiano si è pronunciato contro questa possibilità”. Così Giorgia Meloni, rispondendo, intervistata dall’AdnKronos a una domanda sull’opportunità di dar vita al passaporto vaccinale, quale strumento per garantire mobilità e servizi. “Parliamo di dati particolarmente sensibili – spiega la leader di Fdi – e un loro trattamento non corretto può determinare conseguenze gravissime per la vita e i diritti fondamentali delle persone. Inoltre a quanto dicono gli esperti non sappiamo se chi ha ricevuto il vaccino possa essere a sua volta veicolo di contagio”.  L’alternativa ipotizzata da Meloni “è quella di investire sullo screening, che mi pare sarebbe più intelligente, creando un database di tamponi che può essere interrogato tramite QR code. Oppure pensare al test di tamponi rapidi negli aeroporti o alle frontiere. Di soluzioni per non ripetere gli errori dello scorso anno ce ne sono tante”, conclude Meloni 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]