Data ultima modifica: 18 Agosto 2020

Sono stati effettuati nei drive-in del Lazio nella sola giornata di ieri un totale di 3.050 test ai viaggiatori di rientro da Spagna, Croazia, Grecia e Malta, ai quali si aggiungono i circa 2mila test effettuati negli scali aeroportuali di Fiumicino e Ciampino per un totale di oltre 5mila test. Lo comunica l’Unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio. Nel Lazio, per quanto riguarda i test in aeroporto il 50% dei casi riguarda giovani compresi nella fascia di età dai 18 ai 34 anni.  Nel dettaglio, al drive-in del San Giovanni sono stati 252. Al drive-in di Casal Bernocchi 200 i test effettuati, al drive-in del Labaro sono stati 150, al drive-in del Forlanini sono stati 314 e al drive-in del Santa Maria della Pietà 362. Al drive-in della Asl Roma 6 sono stati 268 e nella Asl Roma 5 sono stati 195 (125 test a Palombara e 70 a Colleferro). Nei drive-in della Asl Roma 2 sono stati effettuati 915 test (538 test al Santa Caterina delle Rose e 377 in via degli Eucalipti).  Sono 142 i test al drive-in del Campus Bio-medico e 127 quelli nel drive-in della Asl di Viterbo. Nel drive-in di Rieti effettuati 125 test. Tutti i drive-in del Lazio sono operativi 7 giorni su 7 dalle ore 9 alle ore 19 e a partire da questa mattina è stato attivato anche il diciannovesimo drive-in all’interno dell’istituto Zooprofilattico di Lazio e Toscana, sito in Via Appia Nuova 1.411 (direzione Roma, dopo l’aeroporto di Ciampino). L’ingresso al drive-in è segnalato da un mezzo della Protezione civile.  Individuati inoltre questa mattina, all’Aeroporto di Fiumicino tre casi positivi. “Si tratta di una ragazzo spagnolo proveniente da Siviglia, un ragazzo romano e uno toscano provenienti anch’essi dalla Spagna. Sono asintomatici e sono stati posti in isolamento”. “A Roma e nel Lazio è in corso una grande operazione di sanità pubblica per limitare i casi di ritorno e i dati degli aeroporti assieme al lavoro dei drive-in sono straordinari. Una grande risposta per garantire la sicurezza”, il commento dell’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]