Data ultima modifica: 18 Novembre 2021

La Germania vara nuove regole per non vaccinati e introduce restrizioni anti covid per contrastare la quarta ondata di contagi. Il governo federale e i primi ministri dei 16 governi regionali hanno deciso di introdurre ampie restrizioni alla vita pubblica per chi non si è vaccinato contro il covid.  Bar, ristoranti, luoghi di svago, sport e cultura saranno accessibili solo a chi è vaccinato e guarito dal covid. La regola del 2G – via libera a vaccinati e guariti – scatterà, come già è accaduto in diverse regioni, quando si arriverà ad una incidenza di 3 ricoverati ogni 100mila abitanti. Se l’incidenza scenderà sotto questa soglia per 5 giorni consecutivi, le regole potranno essere allentate. La regola non vale per chi ha meno di 18 anni. Se l’incidenza dei ricoverati sale oltre i 6 ogni 100mila abitanti, verrà richiesto un test negativo anche a vaccinati e guariti per accedere ai luoghi pubblici.  La svolta arriva dopo l’allarme legato agli ultimi dati diffusi dal Robert Koch Institute: 65.371 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, il dato più alto dall’inizio della pandemia. Aumentato anche il tasso di incidenza a 7 giorni del paese, pari a 336,9, spiega l’Rki. Sono inoltre 264 le persone che nell’ultima giornata hanno perso la vita per complicanze riconducibili al coronavirus. In un centinaio dei 400 distretti amministrativi rimane libero un solo posto letto, denuncia oggi l’Associazione interdisciplinare tedesca di medicina intensiva e di emergenza (Divi). In altri 50 distretti, molti dei quali nei Land meridionali della Baviera e il Baden Wuerttemberg, non c’è neanche un posto libero. Al momento, in Germania vi sono 3.400 adulti ricoverati per covid nelle terapie intensive. Si tratta di numeri inferiori al picco della seconda ondata (5.700) o la terza (5.100). Ma nel frattempo i posti letto sono diminuiti per carenza di personale.  

[Voti: 1    Media Voto: 3/5]