Data ultima modifica: 3 Settembre 2021

Nelle ultime 24 ore, in Israele si sono registrati 11.210 nuovi casi di covid-19, arrivando così al quarto giorno consecutivo sopra i 10mila casi. I decessi sono 13. Allo stesso tempo diminuiscono i malati gravi, che domenica avevano raggiunto un picco di 753, ma ora sono scesi a 667.  “La morbilità continua a declinare anche più in fretta dello scenario che avevamo presentato due settimane fa. Per fortuna continuerà così”, ha twittato oggi Eran Segal, biologo del Weizman Institute e consigliere del governo sul covid. Segal, scrive Times of Israel, attribuisce l’alto numero di contagi di questi ultimi giorni ai test di massa che sono stati effettuati sui bambini in occasione dell’avvio dell’anno scolastico il primo settembre. Bambini che sotto i 12 anni non vengono per ora vaccinati. Il tasso di positività dei test è ora dell’8,43%, il più alto dell’ondata in corso.  Israele è stato il primo paese ad avviare la vaccinazione anticovid, ma rimangono ancora sacche di popolazione scoperte. Su 9,4 milioni di abitanti, al momento 6.005.150 hanno ricevuto almeno una dose, 5.501.924 ne hanno avute due e altri 2.493.222 una terza dose di rinforzo.      

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]