Data ultima modifica: 25 Maggio 2021

Il bollettino covid Italia di oggi, 25 maggio, con i dati dalle regioni e dalla Protezione Civile con numeri su contagi, ricoveri e morti. Le ultime news dalle città – Roma, Milano, Napoli – e le notizie da ogni regione: Lombardia a Lazio, da Toscana a Sicilia, da Sardegna a Veneto. I dati delle regioni: Sono 77 i contagi da coronavirus nelle Marche oggi, 25 maggio, secondo i dati del bollettino della regione. Il Servizio Sanità ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 2946 tamponi: 1349 nel percorso nuove diagnosi (di cui 394 nello screening con percorso Antigenico) e 1597 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 5,7%). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 77 (4 in provincia di Macerata, 8 in provincia di Ancona, 22 in provincia di Pesaro-Urbino, 4 in provincia di Fermo, 31 in provincia di Ascoli Piceno e 8 fuori regione). Questi casi comprendono soggetti sintomatici (21 casi rilevati), contatti in setting domestico (17 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (10 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (6 casi rilevati), contatti in ambiente di vita/socialità (1 caso rilevato), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (2 casi rilevati). Per altri 20 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 394 test e sono stati riscontrati 16 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare) per un rapporto positivi/testati pari al 4%. Sono 215 i nuovi contagi da coronavirus registrati oggi, 25 maggio, in Toscana su 18.710 test di cui 8.410 tamponi molecolari e 10.300 test rapidi. “Il tasso dei nuovi positivi è 1,15% (3,4% sulle prime diagnosi). I vaccini attualmente somministrati sono: 1.920.759”. Lo annuncia su Facebook il presidente della Toscana, Eugenio Giani, anticipando i dati del bollettino regionale. Aggiunge Giani: “Ieri abbiamo somministrato più di 33mila vaccini e con maggiori forniture l’organizzazione è già pronta per superare le 50mila, perché vogliamo rendere il prima possibile tutta la Toscana sicura”.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]