Data ultima modifica: 6 Ottobre 2021

Sono 929 le persone morte in Russia nelle ultime 24 ore a causa di complicanze riconducibili al coronavirus, il numero più alto di decessi nell’arco di una giornata dallo scoppio della pandemia. Lo riferisce la task force incaricata di monitorare l’andamento della pandemia nel Paese, nel pieno di una quarta ondata della pandemia causata dalla diffusione della variante Delta e al fatto che meno del 30 per cento della popolazione adulta è vaccinata. Corre anche il contagio, con 25.133 nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore e un dato in aumento rispetto ai 25.100 di ieri.  La Russia ha registrato un numero record di decessi per complicanze riconducibili al Covid-19 negli ultimi sei giorni. Lunedì sono stati segnalati 883 morti, ma i calcoli basati sui dati sulla mortalità suggeriscono che il bilancio delle “morti in eccesso” tra l’inizio della pandemia e luglio di quest’anno è di quasi 600mila persone. La pandemia ha raggiunto anche la leadership russa. A settembre il presidente Vladimir Putin è stato costretto ad andare in autoisolamento dopo che “diverse decine di persone” nella sua cerchia ristretta sono risultate positive. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]