Data ultima modifica: 20 Novembre 2021

Altre 500mila persone potrebbero morire in Europa per complicanze riconducibili al coronavirus entro marzo. L’allarme arriva dal direttore dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) per l’Europa, Hans Kluge, dicendosi ”molto preoccupato” per la nuova ondata di contagi nel Vecchio Continente. Un aumento dovuto, ha detto Kluge, alla stagione invernale, alla scarsa copertura vaccinale della popolazione e alla maggiore trasmissibilità della variante Delta. “Il Covid-19 è diventato ancora una volta la prima causa di mortalità nella nostra regione”, ha detto nel corso di un’intervista alla Bbc, aggiungendo che “sappiamo cosa bisogna fare” per combattere la malattia. L’unico modo per evitare un alto numero di decessi è quello di vaccinarsi contro il coronavirus e rispettare le norme di distanziamento sociale. Anche ”un maggiore uso della mascherina potrebbe aiutare”, ha aggiunto. Per Kluge, rendere obbligatoria la vaccinazione contro il coronavirus dovrebbe essere considerata solo come ”ultima risorsa” per contenere i contagi. Il direttore dell’Organizzazione mondiale della Sanità per l’Europa ha affermato che sarebbe “molto opportuno” avviare un “dibattito a livello legale e sociale” sulla questione. “Prima ci sono altri mezzi come il Covid pass”, ha detto Kluge, aggiungendo che questa “non è una restrizione della libertà, piuttosto è uno strumento per mantenere la nostra libertà individuale”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]