Data ultima modifica: 14 Ottobre 2020

“In effetti negli orari di punta, a Milano, si vedono troppi assembramenti. Occorre recuperare il distanziamento, a mio parere potenziando lo smart working e dilazionando i tempi di ingresso a scuola e sul lavoro. Penso che anche la didattica a distanza per i ragazzi più grandi, dai 16 anni, potrebbe essere utile. Almeno in queste settimane. Se agiamo bene adesso che la diffusione non è ancora così elevata, infatti, saremo in grado di controllare la situazione”. A dirlo all’Adnkronos Salute è il virologo dell’Università degli Studi di Milano, Fabrizio Pregliasco.  “Se la situazione sfugge di mano, occorreranno interventi più pesanti e maldestri”. E se ancora, secondo il virologo, la situazione nazionale è gestibile e la curva può essere piegata, “occorre tenere a mente gli scenari che ci arrivano dai modelli matematici: il peggiore ci dice quello che potrebbe accadere se non facciamo nulla. Ebbene, è importante ridurre gli assembramenti e rispettare, tutti, le misure. Anche perché è vero che gli asintomatici sono meno contagiosi, ma non li riconosciamo”, conclude Pregliasco. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]