Data ultima modifica: 18 Settembre 2020

Un vaccino per il coronavirus pronto per la fine del 2020. Questa la possibilità annunciata da Donald Trump nel corso di un comizio nel Wisconsin che ha destato l’attenzione e, soprattutto, attirato le critiche del candidato democratico alla Casa Bianca Joe Biden. Biden ha infatti affermato di non fidarsi del presidente degli Stati Uniti sul tema. La gestione di Trump della pandemia ”è vicina a essere una gestione criminale”, ha dichiarato Biden, dicendo di fidarsi di Antony Fauci, il maggior esperto di malattie infettive degli Stati Uniti: ”Se Fauci dice che un vaccino è sicuro, io lo prenderei. Dovremmo ascoltare gli scienziati e non il presidente” sulla pandemia, ha aggiunto Biden. ”Se Biden vince, è molto semplice, vince la Cina. Se Biden vince, la mafia vince. Se Biden vince, vincono i rivoltosi, gli anarchici, gli incendiari”, ha quindi replicato Trump nel corso del comizio dove molti partecipanti non indossavano le mascherine e non rispettavano il distanziamento sociale. ”Stiamo facendo un ottimo lavoro rispetto ad altri Paesi per quanto riguarda il coronavirus”, ha quindi dichiarato Trump ringraziando il vicepresidente Mike Pence che ha presieduto la task force sul Covid-19.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]