Data ultima modifica: 24 Marzo 2021

“Domenica faremo il primo progetto sperimentale di accesso diretto” al vaccino anti Covid “senza prenotazione, per chiamate. Perché, lo dico sempre, se il computer si blocca bisogna avere un piano B”. Lo ha annunciato Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, ospite di ‘Restart’ in onda questa sera su Rai2.  “Faremo un annuncio tramite i media e diremo: domenica prossima in tutta la provincia di Treviso, a 4.700 persone nate nel 1936. Si presentino e noi li vacciniamo tutti, partendo dalle 8 del mattino. Allo scoccare di ogni ora, un mese di nascita. Gennaio alle 8, febbraio alle 9 e così via. Noi li vacciniamo tutti, ci stiamo dando da fare”, ha aggiunto il governatore del Veneto.  Zaia ha inoltre risposto al richiamo del premier Mario Draghi alle regioni: “Le categorie vaccinate non anziane sono quelle che rientrano nel piano nazionale. Che sia colpa delle regioni proprio no, su questo sono pronto al confronto. Ci è stato detto di vaccinare gli anziani e parallelamente determinate categorie a livello nazionale che conoscete tutti. Trovo strano che qualcuno oggi lamenti il fatto che oltre agli anziani vengono vaccinate determinate categorie – ha concluso Zaia -. Non passi l’idea che sia una scelta della singola regione, il Piano nazionale prevede questo”.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]