Data ultima modifica: 20 Ottobre 2020

La polizia danese ha confermato oggi di aver arrestato un uomo evaso da una prigione situata nella parte occidentale di Copenaghen, che i media locali hanno identificato come Peter Madsen, condannato per omicidio in quello che in Danimarca è noto come il “caso del sottomarino”. Madsen sta scontando l’ergastolo per l’omicidio della giornalista svedese Kim Wall. La donna, 30 anni, aveva programmato di scrivere un articolo su Madsen, il suo sottomarino e la rivalità con un altro gruppo di scienziati danesi. Wall fu vista l’ultima volta la sera del 10 agosto 2017 su un sottomarino di costruzione amatoriale appartenente a Madsen mentre lasciava il porto di Copenaghen.  Il suo torso decapitato e altre parti del corpo furono successivamente ritrovate nella baia di Koge, vicino a Copenaghen. Madsen ha sempre negato di aver ucciso Wall, ma ha ammesso di aver smembrato il suo corpo e di averlo scaricato in mare. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]