Data ultima modifica: 23 Giugno 2021

Fermarsi sul ddl Zan dopo nota del Vaticano. E’, a quanto si apprende, quanto starebbero chiedendo in capigruppo al Senato Lega e Fdi, mentre da parte di M5S-Pd-Leu e Iv è arrivata la richiesta di portare in Aula il ddl di contrasto all’omofobia.  In particolare, Pd e Cinque stelle chiedono di calendarizzare il ddl il 13 luglio. Per Italia viva, invece, c’è il rischio che il ddl non passi. La posizione di Lega e Fdi è di fermare l’iter della legge, in attesa di un parere della Commissione Affari costituzionali. A quanto apprende AdnKronos, è questo lo stallo attuale dopo un’ora di discussione. Leghisti e Fratelli d’Italia, inoltre, avrebbero chiesto la sospensione della conferenza dei capigruppo.
 A rappresentare la Lega non è il presidente dei senatori, Massimiliano Romeo: al suo posto il collega Andrea Ostellari, presidente della Commissione Giustizia del Senato e relatore del ddl sull’omofobia.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]