Data ultima modifica: 27 maggio 2015
Stato civile, approvate le formule per separazione e divorzio
E’ in vigore dal 26 maggio 2015 il divorzio breve. Il provvedimento, approvato in via definitiva dalla Camera il 23 aprile scorso e pubblicato in Gazzetta il 6 maggio, contiene le formule per la redazione degli atti dello stato civile relative agli adempimenti in materia di separazione personale, di cessazione degli effetti civili e di scioglimento del matrimonio, nonchè di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.
 
Finora lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio poteva essere chiesto da uno dei coniugi non prima di tre anni di separazione. Con il divorzio breve il termine scende a 12 mesi per la separazione giudiziale (caso in cui i coniugi non siano d’accordo) e a 6 mesi per quella consensuale, indipendentemente dalla presenza o meno di figli.

Novità, poi, sulla comunione dei beni che si scioglie quando il giudice autorizza i coniugi a vivere separati o al momento di sottoscrivere la separazione consensuale; prima si realizzava solo con il passaggio in giudicato della sentenza di separazione. Infine, c’è l’applicazione immediata, ovvero il divorzio breve sarà operativo anche per i procedimenti in corso. 

COSA FARE:
I coniugi devono recarsi presso l’Ufficio Stato civile dell’Ente e avviare il procedimento.

Basta compilare l’apposito modulo, disponibile sul sito internet, ed inviarlo tramite posta elettronica all’indirizzo l.caneponi@comune.ciampino.roma.it oppure statocivile@comuneciampino.legalmail.it, allegando entrambi i documenti di riconoscimento.

Reperita tutta la documentazione necessaria, i coniugi saranno contattati dall’Ufficiale di Stato civile per fare il primo atto. Dal trentunesimo giorno in poi i coniugi dovranno recarsi nuovamente presso l’ufficio stato civile per confermare l’atto di separazione/divorzio; in caso contrario sarà avviato un atto di non conferma.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]