Data ultima modifica: 28 Giugno 2021

“Raccogliamo con molto piacere l’intenzione di estendere il registro di autoesclusione, attualmente limitato al gioco a distanza, anche a quello fisico”. Lo ha detto a Adnkronos Moreno Marasco, presidente di Logico, la lega operatori canale gioco online, commentando gli emendamenti al decreto semplificazioni sul gioco.  Grande apprezzamento da parte del presidente di Logico per all’incremento e estensione dei controlli contro il gioco minorile. “Per quello a distanza, attraverso la connessione con il data base dell’anagrafe tributaria, si impedisce alla radice il gioco minorile. Se una previsione di questo tipo sarà estesa alla rete fisica, ci auguriamo che gli esercenti facciano controlli. E’ evidente che in situazione dubbie gli automatismi derivanti da controlli elettronici poi risolverebbero il problema alla base come avviene nel gioco a distanza”, ha detto Marasco.  Il presidente di Logico ha poi accolto positivamente le recenti dichiarazioni del sottosegretario al Mef Claudio Durigon sul ripensamento del bando di gara sul gioco a distanza, sperando che il contenuto venga rivisto con tempistiche consone. “Si sono resi conto che l’ultimo bando, prevedendo solo 40 concessioni, più che un dimezzamento della base di concessioni attuale, poneva una limitazione importante al perimetro del gioco a distanza. Adesso auspichiamo una concretizzazione con strumenti legislativi adeguati, anche perché il bando deve essere pubblicato entro fine giugno. I tempi sono stretti”, ha detto Marasco, auspicando in generale “una maggiore attenzione alla resistenza stessa del perimetro del gioco a distanza, visto il ruolo che ha svolto durante la pandemia”, ha concluso Marasco.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]