Data ultima modifica: 8 Novembre 2020

Con la vittoria di Joe Biden alle elezioni presidenziali americane, Donald Trump, il presidente repubblicano in carica, diventa un presidente a mandato unico, unendosi alla schiera dei comandanti in capo che non hanno ottenuto un secondo mandato alla Casa Bianca. Alcuni hanno avuto la carriera troncata dalla morte, incluso John Fitzgerald Kennedy, assassinato nel 1963. Il successore, Lyndon Johnson, prese la stupefacente decisione di non correre per il secondo mandato, con la sua presidenza impelagata nella Guerra del Vietnam. Altri inquilini della Casa Bianca hanno visto le loro speranze di rielezione frustrate dagli elettori: l’ultimo è stato George Bush, un repubblicano che perse la rielezione, con la vittoria del democratico Bill Clinton nel 1992, anche se il suo mandato seguiva gli otto anni del compagno di partito Ronald Reagan.  I 12 anni di dominio repubblicano seguirono un periodo di ricambi. Reagan stesso aveva ridotto il democratico Jimmy Carter ad un presidente a mandato singolo nel 1980. E, appena quattro anni prima, Carter era succeduto ad un altro presidente per poco tempo, Gerald Ford. Ford, un repubblicano, non era mai stato eletto: divenne il primo presidente Usa non eletto della storia americana nel 1974, dopo le dimissioni di Richard Nixon in seguito allo scandalo del Watergate. Nel 1932 il repubblicano Herbert Hoover, il cui solo mandato fu oscurato dalla Grande Depressione, perse la rielezione a favore del democratico Franklin Delano Roosevelt. William Howard Taft, un repubblicano, perse le elezioni nel 1921, con la vittoria del democratico Woodrow Wilson, dopo appena un mandato alla Casa Bianca. Il repubblicano Benjamin Harrison, il 23esimo presidente Usa, perse la rielezione a favore del democratico Grover Cleveland nel 1892; Harrison aveva sconfitto Cleveland nel 1888, ma quest’ultimo corse di nuovo quattro anni dopo e divenne l’unico presidente a governare per due mandati non consecutivi.  Nel 1840, il democratico Martin Van Buren perse la campagna per essere rieletto, a favore di William Henry Harrison, del Whig Party. John Quincy Adams fu il secondo presidente a perdere il secondo mandato, a favore di Andrew Jackson, nel 1828. Suo padre John Adams, considerato uno dei Padri Fondatori degli Usa, ebbe un destino simile. Il federalista fu il secondo presidente dopo George Washington, dal 1797 al 1801. Ma Adams venne sconfitto da Thomas Jefferson, diventando il primo presidente a servire per un solo mandato.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]