Data ultima modifica: 1 Dicembre 2021

“Energia Libera e Aiget apprezzano l’impegno del Parlamento e del Governo nel chiarire definitivamente, con un emendamento al DL Fiscale, che si auspica rapidamente approvato, che il pagamento del Canone unico patrimoniale debba continuare a gravare esclusivamente sul titolare della rete di distribuzione, utilizzatore materiale dell’infrastruttura, e non anche sulle società di vendita che non occupano alcuno spazio neppure in via mediata, né fanno materiale utilizzo delle infrastrutture”. E’ affermano Energia Libera e Aiget in una nota. “In questo modo – sottolineano – viene scongiurato il rischio di un rincaro immediato delle bollette che una doppia imposizione (sulle società di distribuzione e sulle società di vendita) avrebbe determinato, oltretutto in un momento in cui il Governo è impegnato a diminuirle”.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]