Data ultima modifica: 26 Gennaio 2022

(Adnkronos) – “Nel maggio 2010 la guardia di Finanza mi ha sequestrato la barca e sui media di tutto il mondo usciva la notizia che ero un contrabbandiere e un evasore fiscale. Oggi, dopo 12 anni e 6 processi, si è finalmente accertata la mia innocenza. Un vero calvario che si è fortunatamente concluso”. Così Flavio Briatore commenta con l’Adnkronos la sentenza di assoluzione della corte di appello di Genova che ha messo fine al processo a suo carico per evasione fiscale nel quale , al largo di La Spezia, il 21 maggio 2010, venne sequestrata anche la sua barca Force Blue. “Ringrazio tutti i professionisti che mi hanno seguito in questa storia – conclude Briatore – da Coppi Massimo Pellicciotta a Fabio Lattanzi ed Andrea Parolini”. “L’assoluzione di Briatore la potrò commentare dicendo che la giustizia trionfa. Ma mi chiedo se è giustizia un processo che dura 12 anni. Un processo che obbliga una persona innocente a convivere con un incubo. No non è giustizia”, dice il legale di Briatore, l’avvocato Fabio Lattanzi, all’Adnkronos. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]