Data ultima modifica: 25 Giugno 2020

Resta in carcere l’ex senatore Sergio De Gregorio arrestato il 3 giugno scorso, con altre otto persone, in seguito a un’inchiesta della Dda di Roma. Le accuse nei suoi confronti sono di estorsione aggravata, riciclaggio e autoriciclaggio. Il tribunale del Riesame ha rigettato l’istanza presentata dal suo difensore con cui chiedeva l’annullamento della misura cautelare o in subordine un’attenuazione con richiesta di domiciliari. Le indagini, condotte dalla I Sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile di Roma e coordinate dai magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia, sono durate circa due anni e hanno portato alla luce casi di estorsione ai danni di due bar della capitale e il reimpiego di oltre 470mila euro all’interno di società legate agli indagati, “il cui punto di riferimento – secondo gli investigatori – è l’ex senatore De Gregorio attorno al quale ruotano le dinamiche criminali del gruppo”.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]