Data ultima modifica: 27 Agosto 2020

Il Gran premio d’Italia di Monza rimarrà nel calendario del campionato di Formula 1 fino al 2025: il contratto con il circuito lombardo è stato prorogato di un anno a causa del Covid che quest’anno costringe gli organizzatori a rinunciare al pubblico. Lo annuncia il presidente dell’Aci Angelo Sticchi Damiani, nel corso della presentazione ufficiale della gara che si terrà domenica 6 settembre. “E’ stato un anno particolarissimo, pesantissimo, dove sono saltati tutti gli schemi ed è stato necessario avere una grande fede e una grande passione per esserci”, le parole pronunciate durante la conferenza stampa a Milano.  “In questa scelta è stata determinante la posizione della Regione Lombardia che ci è stata accanto e ha reso più leggero il peso di questo Gran premio senza pubblico”. L’occasione sarà anche un omaggio a chi durante il coronavirus si è distinto: “Nella tribuna principale ci saranno circa 250 operatori della sanità scelti dalla Regione Lombardia, dalla Protezione Civile e da Aci, un tributo giusto da dare a chi ha dato tanto, dimenticando la famiglia e gli affetti”, evidenzia Sticchi Damiani.  “Chiediamo scusa alle 33mila persone che avevano già acquistato il biglietto e ai 200mila che sarebbero sicuramente venuti, il prossimo anno ci faremo perdonare”, aggiunge il presidente dell’Automobile Club d’Italia. Monza farà da apripista alle altre due gare che si svolgeranno in Italia. “Mi auguro che la Ferrari dia soddisfazione ai nostri tifosi anche in questo momento di passaggio. Dobbiamo essere vicini a questo simbolo dell’Italia. Non chiediamo miracoli ma l’affetto dei tifosi”. L’Aci, se la Fia lo consentirà, ha ritenuto di mettere in palio una coppa per il pilota che otterrà più punti nei tre gran premi italiani.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]